Piove e il Poliambulatorio di Martano si allaga. Dubbi sull’agibilità dell’immobile

Innumerevoli segnalazioni sono giunte allo “Sportello dei diritti”, a partire dal 14 febbraio, data del bliz effettuato dal Nas e dai Carabinieri presso il Poliambulatorio di Martano.

L’utilizzo dei mammografi istallati, infatti, per i quali si è si è spesa la complessiva somma di 2.702.005, 98 euro, ha subito un importante rallentamento e nove di questi sono rimasti addirittura inutilizzati, a causa delle condizioni critiche in cui versava l’immobile dopo le piogge degli ultimi giorni.

Il mal tempo, infatti, ha causato allagamenti e rotture dei pannelli di cartongesso, mettendo in luce il deficit dei lavori appena eseguiti presso la struttura.

Alcuni addetti, peraltro, avrebbero sollevato più di un dubbio circa l’agibilità dello stabile, così come rileva Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”.

La questione, quindi, è sempre ed ancora la stessa: l’utilizzo di ingenti risorse pubbliche a fronte delle necessità impellen

ti, le quali però rimangono imbrigliate non solo nelle lungaggini burocratiche ma anche nel mal funzionamento e gestione delle risorse.

Si spera, dunque che si possa far luce su tali importanti questioni, sia da parte delle forze dell’ordine che da parte delle autorità inquirenti.

Tags:


Commenti

commenti