Rapina sulla Alessano-Presicce: due arresti

Aveva già una ordinanza di custodia cautelare che gli pendeva sul capo ma ciò non lo ha scoraggiato dalla tentazione di mettere a segno l’ennesimo colpo.

Valente (1) e Torsello (2) s dicono qualcosa fingendo di essere per caso in tabaccheria

Con l’aiuto di un complice, passamontagna sul volto e pistola in pugno, il 2 gennaio scorso in tarda serata, sulla strada Alessano-Presicce.

I due malviventi, mettendo uno scooter di traverso sulla carreggiata, avevano bloccato, una Lancia Y alla cui guida vi era una donna 60enne, titolare di una tabaccheria di Alessano e che viaggiava con a bordo il marito e la madre.

I banditi sotto la minaccia dell’arma costringevano la donna a consegnare loro la  borsa contenente somma contante 5mila euro. Subito dopo si dileguavano a bordo dello scooter facendo perdere le proprie tracce.

Le indagini dei carabinieri hanno portato fino all’arresto Francesco Torsello, 32 anni di Alessano, fermato mentre preparava un altro colpo questa volta ai danni di un supermercato di Alessano.

Al suo complice, Orazio Rocco Valente, 51 anni, l’ordinanza è stata notificata nel carcere di Lecce del quale era già ospite perché arrestato nel corso dell’operazione “Lybra” (clicca qui) per le rapine perpetrate a Presicce e Miggiano.

Valente mentre preleva la Postamat di Tricase con la carta rubata alla proprietaria del tabacchino

I due dovranno rispondere di rapina in concorso, detenzione e porto illegale di armi, illecito nell’utilizzo di carta bancoposta (sottratta alla stessa donna rapinata in strada e con la quale hanno prelevato la somma di 600 euro da sportello Postamat di Tricase).

Torsello è stato anche denunciato a piede libero per possesso di una pistola ad aria compressa (un m190 special force) priva di matricola calibro 6 e passamontagna colore grigio con i quali avrebbe dovuto assaltare a breve il supermercato di Alessano che aveva preso di mira.

Nella genesi delle indagini hanno giocato un ruolo chiave raccolta, analisi e comparazione dei filmati di videosorveglianza.

Tags:


Commenti

commenti