Connect with us

Cronaca

Tiggiano: 25enne si toglie la vita

Si è impiccato ad un albero in una campagna di proprietà della sua famiglia Alberto Marzo

Pubblicato

il

Il corpo senza vita di Alberto Marzo, 25 anni, di Tiggiano, è stato ritrovato senza vita in campagna.

Secondo gli inquirenti, il ragazzo, conosciuto da tutti nel suo paesino, si è  tolta la vita impiccandosi.

La notizia è cominciata a circolare già dalle prime ore del mattino e, purtroppo, quelle che si sperava fossero solo voci infondate, alla fine hanno trovato conferma.

Il padre, alzandosi come ogni giorno per andare a lavoro, si è reso conto dell’assenza del ragazzo che non era tornato a casa. Son partite così le ricerche che hanno avuto il tragico epilogo con il ritrovamento in una campagna di proprietà della famiglia: Alberto è stato trovato impiccato ad un albero.

Da tutti riconosciuto come grande lavoratore, amante della bicicletta, persona sempre col sorriso sulle labbra, a quanto pare stava attraversando un fase delicata della propria vita, ma niente lasciava presagire quanto sarebbe avvenuto.

L’estremo gesto consumato proprio nel giorno in cui ricorre la solennità di Sant’Alberto.

Il suo disagio forse comunicato negli ultimi gironi mediante alcuni messaggi postati sulla bacheca del suo profilo facebook, dove aveva condiviso delle canzoni che già lasciavano presagire il suo stato d’animo.

E proprio sulla sua pagina facebook cominciano ad arrivare i messaggi di chi gli voleva bene: “Micio ci hai lasciato così senza dire niente sempre con il sorriso sempre… parlavamo, sorridevi come sempre . Ti vogliamo bene. Tutti  Buon viaggio angelo… sempre nel cuore micio,?guardami ogni tanto e dimmi se sbaglio… sei e sarai sempre un amico

E ancora: “Oddioooooooooo Alberto miooooooooo non ci posso credere ????????????? R.i.p amico miooo????“.

Cronaca

Supersano: sorpreso mentre bruciava pneumatici e frigoriferi

Deferito uomo che stava dando alle fiamme ferro e altri materiali in terreno privato

Pubblicato

il

Intervento dei carabinieri forestali di Maglie a Supersano per reati ambientali.

Su segnalazione pervenuta in caserma, i militari hanno individuato un uomo che, in località Masseria Montinati, stava dando alle fiamme dei rifiuti.

All’interno di un’area privata, recintata e chiusa da due cancelli in ferro, l’uomo stava bruciando pneumatici e frigoriferi accatastati, insieme ad altri rifiuti ferrosi di varia provenienza.

I rifiuti residui della combustione e quelli ferrosi sono stati posti sotto sequestro. Per l’individuo, sorpreso dai carabinieri, è scattato un deferimento in stato di libertà.

Continua a Leggere

Cronaca

Cocaina in casa: arrestato 50enne

Visita a domicilio con unità cinofila dei carabinieri: fermato uomo per spaccio

Pubblicato

il

I carabinieri, forti di decreto emesso dalla Procura di Lecce, si sono presentati alla porta dell’abitazione di Antonio Maruccio, a Lecce, accompagnati dall’unità cinofila di Modugno.

Tra le mura domestiche i militari hanno trovato 72,2 grammi di cocaina,
1300 euro contanti, verosimilmente provento dell’attività di spaccio,
materiale per la preparazione e confezionamento della sostanza.

Su dispozione del pm di turno, la d.ssa Guglielmi, il 50enne è stato associato alla casa circondariale di Lecce.

Continua a Leggere

Cronaca

Agente penitenziario aggredito da detenuto

Forte botta alla testa contro cancello e corsa in ospedale

Pubblicato

il

Episodio di violenza registrato nella giornata di ieri nel carcere Borgo San Nicola di Lecce.

Un detenuto ha aggredito un agente penitenziario provocando gli una ferita alla testa che lo ha costretto in ospedale.

Il fattaccio si è verificato attorno le 15 quando un uomo di origine marocchina, al momento del rientro nel dormitorio, ha opposto resistenza scagliandogli contro l’agente e facendolo urtare violentemente contro un cancello.

Immediatamente gli altri agenti della penitenziaria presenti sul luogo, nel reparto REIS, hanno soccorso il collega e chiamato il 118.

Dopo l’arrivo dell’ambulanza l’agente è stato trasferito in ospedale.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus