Bagnolo sindaco: “Un medico in famiglia”

INTERVISTA ESCLUSIVA AL NUOVO SINDACO DI BAGNOLO, IRENE CHILLA, 38 ANNI

Il suo paese ha scelto da dare una svolta alla vita amministrativa scegliendo un sindaco giovane. Entusiasmo, freschezza e voglia di spendersi non mancheranno. Dovremo aspettar- ci grossi cambiamenti?
“Entusiasmo, freschezza e voglia di spendersi dovrebbero secondo me caratterizzare ogni amministratore indipendentemente dall’età che ha. La voglia di spendermi mi appartiene: ancor prima di approcciarmi alla vita politica del mio paese, ho fatto attivamente parte di associazioni di volontariato. La mia idea è che quanto più siamo in grado di condividere il nostro tempo, le nostre esperienze, il nostro sapere, il nostro agire, tanto più ci arricchiamo l’uno dell’altro. In questo cammino che da poco ho iniziato a percorrere, sicuramente non potrà essere sempre tutto semplice, in discesa, ma istintivamente non considero le difficoltà muri invalicabili ma occasioni per migliorarsi”.

Da vice uscente lei è chiamata anche a dare continuità al lavoro di Sonia Mariano suo predecessore. Nessun segnale di rottura con il passato?
“Affatto! Sarà mio dovere e impegno conservare e consolidare l’importante lavoro svolto dalla passata Amministrazione provvedendo ad un continuo apporto di crescita nel solco di quanto già è stato brillantemente realizzato. Il coinvolgimento deve essere totale: insieme per continuare come sempre abbiamo ripetuto in campagna elettorale”.

Lei ha parlato della necessità di auscultazione continua dei cittadini per il superamento delle infinite patologie del vivere quotidiano…
“È un’allegoria. Ho immaginato il ruolo del sindaco essere simile a quello del medico, entrambi devono essere sempre in ascolto continuo: l’uno del proprio paziente, l’altro del cittadino per aiutarlo e andare incontro ai suoi bisogni”.

Si è già posta degli obiettivi da raggiungere nei canonici primi 100 giorni?
“Ogni giorno può essere il centesimo giorno. Nei precedenti dieci anni di amministrazione ho capito che ogni istante è prezioso e bisogna lavorare continuamente e instancabilmente.
Comunque mi auguro che entro i primi 100 giorni, siano in pieno corso tutti gli ammodernamenti che abbiamo previsto per la mensa scolastica e altre aree dell’edificio”.

Ha voglia di tornare sulla polemica attizzata dal suo rivale Leone sulla presenza di sette candidati appartenenti alle forze dell’ordine nella sua lista?
“Sulla polemica e con la polemica non si è mai costruito nulla. La campagna elettorale è trascorsa e adesso l’auspicio è che al posto di pretestuose polemiche ci siano intelligenti scambi di opinioni e confronti sani”.

Tags:


Commenti

commenti