Anna, di nuovo con i piedi nell’acqua

AL VIA OGGI A SAN FOCA “Il MARE DI TUTTI”, IL PROGETTO CHE APRE LE SPIAGGE AI DISABILI AFFETTI DA SCLEROSI MULTIPLA

Dopo 25 anni dall’ultima volta, la signora Anna, 55 anni, originaria di Galugnano, ha potuto immergersi di nuovo nell’acqua cristallina del mare salentino. Con questo primo bagno, pieno di intense emozioni, ha preso il via oggi, presso il Lido Coiba a San Foca – Roca, “Il mare di tutti”, il progetto che mette a disposizione spiagge attrezzate per i disabili affetti da sclerosi multipla, con fisioterapia in mare.

L’iniziativa, promossa dall’associazione Sunrise Italiana Sclerosi Multipla, in collaborazione con Assotur, Associazione operatori turistici marine di Melendugno,  con il patrocinio della Provincia di Lecce e del Comune di Melendugno, è stata presentata nei giorni scorsi a Palazzo Adorno, a Lecce.

Questa mattina, l’apertura ufficiale di questa “stagione balneare speciale”, ideata e fortemente voluta dalla presidente dell’associazione Sunrise Maria De Giovanni, che ha portato in spiaggia, a bordo di un pulmino attrezzato, 6 persone affette da sclerosi multipla, insieme allo staff tecnico composto dagli specialisti Michele Santoro, medico del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Tricase, Franco Farì, fisiatra, Jacopo Russo, fisioterapista e Salvatore Galati, infermiere rianimatore  dell’Ospedale di Tricase.

Oggi il mio sogno è diventato finalmente realtà. Ho lottato duramente e lavorato tantissimo per realizzare questo progetto, per dare la possibilità a chi è affetto da sclerosi multipla di stabilire un contatto diretto con la natura attraverso il mare e, al tempo stesso, poter stare insieme agli altri. Sono convinta, infatti, che per combattere il dolore oscuro della malattia bisogna uscire dalla solitudine e condividere”, afferma Maria De Giovanni.

Il progetto “Il mare di tutti”, che proseguirà fino all’11 settembre, mette a disposizione un pulmino per il trasporto, uno spazio medico dedicato, un’isola per l’attrezzatura per la riabilitazione in acqua, postazioni e accessori studiati ad hoc, passerelle fino in mare, spazio ristoro, cabine spogliatoi, con la possibilità di portare i propri amici a quattro zampe.

Fiore all’occhiello dell’iniziativa è la possibilità di utilizzare talassoterapia, cioè la fisioterapia direttamente nel mare. In questo modo gli utenti possono sperimentare una libertà che va oltre la disabilità e le difficoltà da affrontare ogni giorno. Prima della terapia in mare, i partecipanti si sottopongono ad una visita fisiatrica con il fisiatra Franco Farì di Rimedic, Martano e subito dopo sono affidati al fisioterapista Jacopo Russo.

Per partecipare basta chiamare il numero 3272003395, oppure scrivere a sunriseonlus@hotmail.com.

Tags:


Commenti

commenti