Connect with us

Tricase

Tricase: “Caro sindaco, così non va!”

Nunzio Dell’Abate: “Giunta sfilacciata e maggioranza non coesa. Chiuri non può continuare a fare Ponzio Pilato…”

Pubblicato

il

Duro attacco al sindaco Carlo Chiuri e alla maggioranza da parte del consigliere di minoranza Nunzio Dell’Abate, secondo cui a Palazzo Gallone “si respira un’aria pesante e non solo nella compagine politica: anche funzionari e dipendenti hanno perso stimolo e voglia”.

Di seguito la nota integrale di Nunzio Dell’Abate

Nunzio Dell’Abate

La Giunta Chiuri è sfilacciata e la maggioranza consiliare non è coesa.

Il Sindaco non può continuare a fare il Ponzio Pilato, deve fermarsi a fare una verifica e a trarne le conclusioni, anche drastiche, perché così non si può più andare avanti per il bene della nostra comunità.

Glielo abbiamo ribadito a gran voce nel Consiglio del 29 dicembre, dopo l’ennesima spaccatura della Giunta registrata nel corso dei lavori consiliari. Non bastava la dividente ed altalenante posizione sulla questione S.S. 275, ora anche sui lavori di messa in sicurezza e di ricostruzione delle marine dopo la devastazione del tornado non vi è intesa.

Tralasciamo le modalità e la tempistica con cui la delibera di riconoscimento della spesa per i lavori di somma urgenza eseguiti e di programmazione degli ulteriori interventi è pervenuta in Consiglio. In pratica i Consiglieri si son visti costretti a votare su qualcosa di cui hanno preso cognizione solo il pomeriggio del giorno prima, quando sul sito è stata pubblicata la delibera di Giunta n.291 del 24.12.18 con gli allegati delle spese fatte e da fare per € 300.000, senza alcun approfondimento in commissione.

Stranamente una delibera così importante non recava la firma di un assessore. Ma ancor peggio, durante i lavori consiliari e quindi nel corso della stessa mattinata del 29, la delibera veniva ripubblicata con lo stesso numero, data e contenuto ma senza la firma di un altro assessore di cui, si legge sull’albo pretorio, è stata erroneamente riportata la presenza nel momento dell’adozione del deliberato. Lo stesso assessore è invece presente e votante a tutte le altre delibere adottate nella seduta di giunta del 24 dicembre.

Lo abbiamo rimarcato subito in Consiglio, ma né Sindaco né Assessori sono intervenuti a dire qualcosa.

A microfoni spenti, abbiamo invece appreso la netta contrarietà dell’Assessore (Mario Turco) alle modalità con cui si sarebbero rendicontati e progettati gli interventi nelle marine; per questa ragione avrebbe preferito uscire dalla sala Giunta al momento del voto, altrimenti avrebbe dovuto esprimere pieno dissenso. Questo ci porterà a fare le nostre opportune indagini su quanto sta accadendo al Porto e a Marina Serra, ma intanto un dato politico è certo.

Il Sindaco chiede serenità nell’azione amministrativa ed unanimità di consensi, ma se non ci sono all’interno della sua compagine di governo come fa a pretenderlo all’esterno?   

Ormai su a Palazzo Gallone si respira un’aria pesante e non solo nella compagine politica: anche funzionari e dipendenti hanno perso stimolo e voglia. La bussola di governo gira a 360 gradi ma non indica alcuna direzione precisa. Quest’Amministrazione ha bisogno di una forte scossa per voltare pagina, altrimenti è meglio chiuderla del tutto.

Nunzio Dell’Abate

Cronaca

Gambero Rosso premia il gelato di G&Co

Tre coni: massimo riconoscimento al Sigep di Rimini per le gelataie salentine

Pubblicato

il

Premio Gambero Rosso Gelateria G&Co Tricase

Grande successo per la gelateria G&Co di Tricase alla Fiera di Rimini, Sigep 2020.

Al “41esimo Salone Internazionale Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè”, il gelato delle sorelle Ricchiuto ha ottenuto, da Gambero Rosso, ben 3 “coni”, ossia il massimo riconoscimento.

Di seguito le immagini della premiazione.

Continua a Leggere

Casarano

Estorsione continuata: in carcere 40enne

Arresto a Casarano per reati commessi tra Diso, Tricase, Melissano e Tricase

Pubblicato

il

Arresto a Casarano nelle scorse ore: una donna del posto è finita in carcere su ordine emesso dalla Procura della Repubblica di Lecce, Ufficio Esecuzioni Penali.

Si tratta di Caterina Bevilacqua, 40enne, finita nel mirino della giustizia già da tempo per il reato di estorsione continuata in concorso commesso, mediante la compravendita di capi di bestiame, tra Casarano, Melissano, Diso e Tricase, nel periodo dal dicembre 2015 al gennaio 2016.

La donna è stata condannata alla pena residua definitiva di 5 anni, 2 mesi e 29 giorni di reclusione. Espletate le formalità di rito, è stata tradotta presso la casa circondariale di Lecce, così come disposto dall’autorità giudiziaria.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Anche a Maglie e Tricase la Notte del Liceo Classico

Pubblicato

il

La Notte Nazionale del Liceo Classico, uno degli eventi più innovativi nella scuola degli ultimi anni, è arrivata alla sua sesta edizione.

Nata da un’idea del prof. Rocco Schembra, docente di Latino e Greco presso il Liceo Classico “Gulli e Pennisi” di Acireale (CT), sostenuta dal Ministero della Pubblica Istruzione, quest’anno si celebrerà venerdì 17 gennaio, dalle ore 18 alle ore 24 in oltre 430 licei classici su tutto il territorio nazionale.

L’idea di partenza si è rivelata vincente: nata per dimostrare in maniera evidente che il curricolo del classico, nonostante tutti gli attacchi subìti in quegli anni, è ancora pieno di vitalità ed è popolato da studenti motivati, ricchi di grandi talenti, la Notte Nazionale del Liceo Classico ha oggi fatto breccia nell’opinione pubblica. Anche quest’anno, per la sesta volta in contemporanea, in quelle sei ore straordinarie, gli oltre 430 licei classici aderenti apriranno le loro porte alla cittadinanza e gli studenti si esibiranno in tutta una serie di performance legate ai loro studi e alla esaltazione del valore formativo della cultura classica.

Chi durante quelle ore si recherà in uno di questi licei, potrà assistere a maratone di lettura, recitazioni teatrali, concerti, dibattiti, presentazioni di volumi, incontri con gli autori, cortometraggi, cineforum, degustazioni a tema ispirate al mondo antico e quant’altro la fantasia e la voglia di fare degli studenti e dei docenti saprà mettere in atto.
Anche quest’anno è stato confermato il partenariato che RAI Cultura e RAI Scuola hanno voluto siglare con il Coordinamento Nazionale della Notte.

La locandina dell’evento presenta una figura femminile di grandi dimensioni, Madre Natura appunto, con in mano il grande libro della cultura, in prospettiva di un fecondo sodalizio.

AL “CAPECE” DI MAGLIE

«In particolare», svela la dirigente scolastica Gabriella Margiotta, «il Liceo “F.Capece” ha scelto come ambiente privilegiato il Mediterraneo tramite un Viaggio nel tempo e nello spazio lungo le coste del Mediterraneo. Il Mare nostrum è, infatti, il fulcro su cui si incentra il confronto tra autori antichi e studiosi contemporanei a partire da Sofocle, Eschilo, Euripide sino a Primo Levi. Centrale risulta la problematica dell’immigrazione con le tragedie consumate nel Mediterraneo».

Secondo la prof.ssa Margiotta, «a livello didattico, tuttavia, la Notte Nazionale del Liceo Classico è innanzitutto, un modo alternativo ed innovativo di fare scuola e di veicolare i contenuti, un puntare su una formazione di natura diversa che non va a sostituire quella tradizionale, ma le si affianca in maniera produttiva e proficua. Il bello della Notte Nazionale non è solo nella Notte stessa, ma nei lunghi e laboriosi preparativi che la precedono, che fanno sì che gli studenti identifichino i locali in cui quotidianamente vivono le ansie e le aspettative di un cammino di studio, faticoso ma gratificante, con un ambiente ludico, in cui cultura vuol dire gioia, piacere di condivisione, rispetto dei tempi e delle parti».

«Tutti insieme», conclude Gabriella Margiotta, «in una Italia finalmente unita nell’ideale di difesa, promozione e salvaguardia delle nostre radici più autentiche, quelle della civiltà greco-romana».

ALLO “STAMPACCHIA” DI TRICASE

Domani torna anche l’appuntamento con la Notte Nazionale del Liceo Classico “G. Stampacchia” di Tricase.

Dalle ore 18, presso la sede in Via per Lucugnano a Tricase, si svolgeranno numerose performance teatrali tratte da autori antichi e moderni, su temi scelti tra i quali la guerra.

Le attività saranno preceduta dalla processione delle Vestali e dalla tradizionale accensione simbolica del fuoco sacro.

Alle 21 un super ospite, l’attore pugliese Ippolito Chiarello che dialogherà con i ragazzi proprio sul valore formativo del teatro in occasione del decennale del barbonaggio teatrale. Infine musica fino a mezzanotte, creando una finestra di inclusione contro la dispersione scolastica.

Quest’anno, inoltre, gli studenti di tutti i licei classici d’Italia si sono cimentati nella composizione di un elaborato che si ispirasse a un passo del De causis plantarum di Teofrasto (IV-III sec. a.C.), in cui il filosofo di Ereso discute dei cambiamenti climatici determinati dall’intervento dell’uomo sulla natura, concorso in cui si è classificato per primo il giovane Gabriel Bianchi, del liceo classico “Repetti” di Carrara, componendo un testo che verrà letto in contemporanea in tutti i licei aderenti all’evento.

Anche la locandina stessa dell’evento, realizzata dalla prof.ssa Valeria Sanfilippo del Liceo Spedalieri di Catania, presenta una figura femminile di grandi dimensioni, Madre Natura appunto, con in mano il grande libro della cultura, in prospettiva di un fecondo sodalizio.

Quest’anno, dunque, anche la Notte Nazionale del Liceo Classico presta vigile orecchio agli urgenti problemi di natura ambientalistica, così cari ai giovani, e numerosi sono i licei che, nell’organizzazione della loro serata, si sono ispirati a questo tema.

La Notte Nazionale del Liceo Classico è più che una festa.

È, innanzi tutto, un modo alternativo ed innovativo di fare scuola e di veicolare i contenuti, un puntare su una formazione di natura diversa che non va a sostituire quella tradizionale, ma le si affianca in maniera produttiva e proficua.

Il bello della Notte Nazionale non è solo nella Notte stessa, ma nei lunghi e laboriosi preparativi che la precedono, che fanno sì che gli studenti identifichino i locali in cui quotidianamente vivono le ansie e le aspettative di un cammino di studio, faticoso ma gratificante, con un ambiente ludico, in cui cultura vuol dire gioia, piacere di condivisione, rispetto dei tempi e delle parti.

Tutti assieme, in una Italia finalmente unita nell’ideale di difesa, promozione e salvaguardia delle nostre radici più autentiche, quelle della civiltà greco-romana.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus