Connect with us

Attualità

Tricase, il cimitero della vergogna

Uno spettacolo raccapricciante: confraternite pericolanti, intonaci cascanti, lapidi divelte e abbandonate all’incuria, erbacce ovunque

Pubblicato

il

Era novembre del 2015 quando scoppiò in città il caso del “vecchio cimitero”. Il Comune di Tricase annunciava, dopo una lunga diatriba sollevata anche dai 5stelle, che “dal 9 novembre, procederà, tramite la cooperativa Apulia, alla estumulazione di tutte le salme sepolte nel vecchio cimitero di Tricase, in piazza Cappuccini, ed alla tumulazione dei resti mortali negli ossari comunali del cimitero nuovo”. Vibrante fu la protesta di alcuni consiglieri di minoranza, che presentarono subito una mozione in consiglio discussa più volte: “Alcune edicole funerarie” si leggeva nell’interrogazione, “sono in cattivo stato e possono costituire un rischio per l’incolumità dei visitatori, (…) chiediamo per questo che si soprassieda, allo stato, dalle operazioni di estumulazione e traslazione di tutte le salme dal vecchio al nuovo cimitero comunale; si disponga, attraverso gli uffici comunali competenti, una indagine tecnico/sanitaria che accerti compiutamente lo stato della struttura cimiteriale e individui le misure di intervento necessarie”. Da allora è trascorso un anno e mezzo, siamo al 31 maggio 2017, e nulla si è mosso.

Alcune tristi ricorrenze personali mi hanno portato a fare visita alla tomba dei miei cari ancora sepolti nei loculi o negli ossari del “vecchio cimitero”. Sopraffatto dalla rabbia, dallo sconforto alla vista di tanto scempio, decido di (cercare di) riportare quello che ho trovato, provato e visto durante la mia fugace visita. Nel mentre di una celere preghiera ed Requiem aeternam, rimuginavo sulle parole di Gandhi: “La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali”. La nostra civiltà (razza), quella umana, deduco sia senz’altro qualche gradino sotto se non riusciamo, noi figli delle ceneri riposte con tanto dolore e rimpianto in quel luogo, a dare degna sepoltura, e mantenerla tale, a chi non si può più lamentare. Se non ci sforziamo a trovare un accordo ed una solerte soluzione ad un problema comune che, a livella, ha portato a tutti, mi chiedo: come possiamo affrontare e risolvere problemi anche più complessi che, spesso, dividono? Le foto che riportiamo sono solo una parte di quello che troverete se avrete la pazienza di “fare un giro” in quel luogo di pace e riposo. L’augurio è che questo mio sfogo, e la leva dell’informazione, tocchino le corde della vergogna dei futuri sindaco di Tricase, anche loro, come tanta parte della città, ha versato qualche lacrima in quel luogo sacro, e questo li porti a porsi come primo problema, a cose fatte, quello di dare dignità e decoro a questo luogo. “Il Passato giace sul Presente come il corpo morto di un gigante”, ammonisce la massima di uno scrittore americano, ma non dovesse sortire effetto alcuno basterebbe ricordare l’editto della genesi: “… perché sei polvere e in polvere ritornerai”.

Luigi Zito

Attualità

Da poco 50enni e già…bisnonni!

L’incredibile storia che arriva dal leccese

Pubblicato

il

Bisnonni in tempo record!
Arriva da Frigole una bella storia che ha dell’incredibile!
Salvatore Negro e Maddalena Elia (nella foto), marito e moglie che hanno da poco superato la soglia dei 50 anni, sono già bisnonni.
Il 9 settembre scorso il grande giorno, con la nascita del piccolo Santiago, figlio della giovanissima Gaia, 17enne.
La notizia ha riempito di stupore e di gioia la comunità locale e la famiglia. Una bella notizia in controtendenza anche col calo delle nascite di questi tempi.

Continua a Leggere

Attualità

La Protezione Civile rinnova l’allerta meteo

Pubblicato

il

Rinnovata l’allerta meteo di livello ‘giallo’.

In un comunicato con relativo messaggio di allerta la Protezione Civile aveva ieri messo in guardia i cittadini per le 20 dalle 00:00 alle 20:00 di giovedì 19 settembre.

Con un nuovo messaggio l’allerta è stata rinnovata proprio a partire dalle 20 e per le successive 24 ore.

Il rischio è quello di temporali sparsi potenzialmente caratterizzati da rovesci di forte intensità, forte attività elettrica e raffiche di vento.

Di seguito il nuovo messaggio di allerta diramato oggi.

Continua a Leggere

Attualità

Tricase: via la plastica dalle scuole!

La giunta comunale ha deliberato l’acquisto di borracce in alluminio per i 1.300 alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado. La presidente della Commissione Ambiente Francesca Longo: «In un anno scolastico risparmieremo 260mila bottiglie di plastica»

Pubblicato

il

In linea con la campagna di sensibilizzazione del Ministero dell’Ambiente, voluta da Sergio Costa, nel 2018, la giunta comunale di Tricase ha deliberato l’acquisto di borracce in alluminio per i 1.300 alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado.

Francesca Longo

Il procedimento è stato avviato con l’istanza protocollata dalla Presidente della Commissione Ambiente, Francesca Longo.

«La giunta, in linea con la campagna di sensibilizzazione per la riduzione della plastica», ha spiegato la Longo, «ha avviato una fase istruttoria, con la quale ha constatato che su 200 giorni circa di scuola per 1.300 alunni, supponendo che ognuno utilizzi una bottiglia al giorno, sarebbero 260mila bottiglie di plastica risparmiate, con conseguente riduzione dei costi ambientali connessi, quali trasporto, smaltimento e riciclo».

«L’attenzione di questa amministrazione nei confronti dell’ambiente e delle buone pratiche» ha invece sottolineato il sindaco di Tricase Carlo Chiuri, «si è dimostrata sin dall’inizio attraverso piccole azioni: il divieto di utilizzo della plastica negli uffici e nelle sedute del consiglio comunale; l’incremento delle casette dell’acqua, con prossima installazione anche nelle frazioni; la distribuzione dei portacicche ed anche la promozione degli orti urbani, che ridurranno notevolmente gli imballaggi. Non è da meno la collaborazione del comune di Tricase ai progetti del Ciheam, tutti orientati allo sviluppo sostenibile delle comunità costiere. Così come nel progetto Bonsea che prevede la promozione e l’installazione di sistemi innovativi di raccolta e stoccaggio dei rifiuti della plastica. È sempre stato intento di questa amministrazione», ha concluso il primo cittadino, «essere molto attenti affinché il rispetto dell’ambiente venga tutelato ogni giorno».

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus