Connect with us

News & Salento

A Poggiardo il Premio “Kilix d’argento”

Nella serata di sabato 10 settembre, quando l’estate sta volgendo al suo termine, nel Parco Archeologico di Vaste una apposita giuria composta da rappresentanti

Pubblicato

il

Nella serata di sabato 10 settembre, quando l’estate sta volgendo al suo termine, nel Parco Archeologico di Vaste una apposita giuria composta da rappresentanti delle maggiori aziende vinicole salentine, delle aziende di commercializzazione di vini ed alcolici, giornalisti dello spettacolo e delle istituzioni assegneranno la “Kilix d’argento”, un premio alla migliore performans professionale di uno degli operatori chiave della movida notturna delle estati, il Barman.

Per l’estate 2011 il premio, organizzato dalla Cooperativa Penelope 2000, sarà assegnato al Barman con la migliore proposta coktail e non solo; la giuria, nell’esprimere la propria valutazione dovrà tener conto della gentilezza, della cortesia, delle conoscenze tecniche di lavoro e merceologiche per quanto concerne tutti i prodotti offerti, della conoscenza di lingue straniere, della fantasia e del buon senso, dei Barman selezionati, essendo appunto l’alcol uno di quei prodotti che vanno somministrati con buon senso seguendo ed applicando alla lettera la massima “Bere meno e bere bene”. Il premio assegnato è la riproduzione di una kylix in argento (una coppa da vino in ceramica, il cui uso, nell’antica Grecia, è attestato a partire dal VI secolo).

Il “Kilix d’argento” si inserisce nel progetto Archeomovida nato sulla scia delle tendenze degli ultimi anni che vogliono sempre più le aree archeologiche (come i musei) protagoniste di eccezione  per attività lontane dalle loro funzioni classiche. Luoghi nuovi, dunque, di socialità, di incontro e di fruizione di ogni forma d’arte. I parchi, come pure i musei, si stanno scoprendo, oltre che depositari dei manufatti del passato, contenitori del presente e della contemporaneità. I cocktail insieme alle audioguide, il popolo della notte insieme alla comitiva di giapponesi. “Archeo Movida” è dunque un’occasione unica per visitare di notte gli antichi insediamenti del “Parco dei Guerrieri” in un gioco di ombre e di silenzi evocativi di riti ancestrali. lungo percorsi saturi di essenze vaganti, millenari doni della terra ai viaggiatori notturni. Immancabile poi la musica a partire dalle 23.00 con Dj set a cura di Street Angel e Freddy Codazzo in voce Antonio Del Vescovo.

Continua a Leggere

Attualità

Elisa per la Notte della Taranta, sono per metà salentina…

Fiiiiiiiiuh…   Qui si trema e si studia ragazzi. Ci si vede a Melpignano il 24 agosto

Pubblicato

il

Che emozione grande, studiare le mie radici… che conosco pochissim0, ma io sono in effetti per metà salentina 🔥🔥🔥(mamma e papà di papà erano di Gallipoli).

Cercherò di dare proprio tutta l’anima per questa festa così piena di calore e di tradizioni bellissime che è la Notte Della Taranta.
Fiiiiiiiiuh…   Qui si trema e si studia ragazzi. Ci si vede a Melpignano il 24 agosto!

Manca Pocooooooo 😱😱😱

Elisa

https://www.facebook.com/elisaweb/

Continua a Leggere

Cronaca

Schianto e ribaltamento, paura all’incrocio

Impatto tra Punto e Panda, quest’ultima finisce a ruote per aria: nessuna grave conseguenza per i coinvolti

Pubblicato

il

Il botto ed il cappottamento, tutto in pochi spaventosi attimi.

È accaduto ieri sera dopo le 20 all’altezza di un incrocio, tra Melendugno e Borgagne.

Coinvolte una Fiat Punto ed una Fiat Panda. Quest’ultima ha finito per ribaltarsi sull’asfalto, rimanendo adagiata sul tettuccio.

118 e vigili del fuoco hanno raggiunto il punto dell’incidente assieme alle forze dell’ordine.

Per fortuna per i coinvolti nessuna ferita grave.

(foto da pagina Facebook “Melendugno.net”)

Continua a Leggere

News & Salento

Guerra agli ombrelloni segnaposto in spiaggia

Sequestrati altri 7 ombrelloni. In azione Polizia Locale e Guardie Ecologiche Volontarie

Pubblicato

il

Così come annunciato, nella notte di Ferragosto la Polizia Locale ha effettuato un altro intervento finalizzato al contrasto del fenomeno dei cosiddetti ombrelloni “segnaposto”.
Dopo il sequestro di 11 ombrelloni a Sant’Isidoro e Santa Maria al Bagno la notte dell’11 agosto, gli agenti di Polizia Locale e le Guardie Ecologiche Volontarie del gruppo Endas sono tornate in azione, stavolta in località Torre Squillace, individuando e sequestrando altri 7 ombrelloni e altra attrezzatura (basi e funi).
I controlli, sempre nel corso della notte di Ferragosto, sono stati estesi ad altri tratti di litorale, ma non sono state rilevate altre situazioni di abuso.
Quella dell’ombrellone “segnaposto” è un malcostume che si è diffuso anche sulla costa neretina e che si sta cercando di contrastare senza indugi, a tutela del decoro del litorale e della possibilità di accesso al mare di tutti i bagnanti.
Una cattiva abitudine che consiste nel piazzare nottetempo (quando la spiaggia è libera) gli ombrelloni sull’arenile, “prenotando” dunque la postazione per la mattina seguente e anticipando sul tempo gli altri utenti della spiaggia. Dal Comando di Polizia Locale di via Crispi rammentano ancora una volta che si tratta di comportamenti espressamente vietati dal codice che sancisce in materia di prescrizioni sull’uso del demanio marittimo e relativi divieti: “È inoltre vietato lasciare sulle spiagge libere, oltre il tramonto del sole, ombrelloni, lettini, sedie sdraio, tende o altre attrezzature comunque denominate”.
Il tenore della disposizione, precisamente il riferimento a “oltre il tramonto del sole”, rende essenziale e tempestivo l’intervento degli agenti nelle ore notturne (e non all’alba del giorno dopo).
Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus