Connect with us

Melissano

La GdF scopre un lavoratore “in nero” a Melissano

I Finanzieri della Tenenza di Casarano hanno concluso una verifica fiscale finalizzata al controllo sul corretto adempimento delle disposizioni contemplate

Pubblicato

il

I Finanzieri della Tenenza di Casarano hanno concluso una verifica fiscale finalizzata al controllo sul corretto adempimento delle disposizioni contemplate dalla normativa in materia di sostituto d’imposta, nei confronti di un’azienda di Melissano, operante nel settore dell’edilizia. L’attività di verifica, scaturisce da precedenti controlli ispettivi eseguiti nel corso dell’anno dagli stessi militari che, nell’ambito della lotta all’economia sommersa, con particolare attenzione alla repressione del fenomeno legato al cosiddetto “lavoro nero”, hanno individuato, presso la ditta verificata, il lavoratore intento a prestare la sua opera senza che fosse mai stato assunto. Il servizio che ha portato al risultato evidenziato, si è svolto mediante un preliminare lavoro di riscontro “ad personam” effettuato dai Finanzieri attraverso l’ascolto/intervista di tutti i dipendenti dell’azienda sottoposta a controllo al fine di appurare l’effettiva data di assunzione, le reali mansioni svolte nonché l’orario di lavoro giornaliero dagli stessi prestato. Successivamente all’intervento delle Fiamme Gialle, l’imprenditore provvedeva a regolarizzare fiscalmente la posizione lavorativa del dipendente “in nero” ed a versare nelle casse dello Stato le relative ritenute non operate e non versate a partire dalla data in cui lo stesso era stato di fatto assunto. Le violazioni constatate in materia di “lavoro nero” saranno comunque inoltrate, nei termini di legge, agli Uffici competenti ai fini dell’irrogazione delle previste sanzioni amministrative. La legge, infatti, prevede, per ogni singolo lavoratore non regolarmente assunto, una sanzione che può variare dai mille e 500 euro ai 12mila euro; 150 euro per ogni giornata lavorativa prestata più un eventuale provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.

Continua a Leggere

Cronaca

SS 274: brutto incidente tra auto e motoape

Soccorsi sul posto e rallentamenti: traffico deviato temporaneamente su uno svincolo

Pubblicato

il

Incidente dopo il tramonto sulla Strada Statale 274 che collega Leuca a Gallipoli.

Il sinistro, registrato poco prima delle 21, è avvenuto nei pressi di Taviano.

I mezzi coinvolti sono andati quasi distrutti. Si tratta di una Toyota e di un Motoape. I resti hanno ostacolato e rallentato il traffico, che è poi stato deviato dalle forze dell’ordine in direzione dello svincolo per Melissano.

Sono due i feriti. La peggio l’ha avuta l’uomo a bordo del Motoape: lo schianto lo ha sbalzato fuori dal mezzo, sull’asfalto. Per lui corsa in ospedale in codice rosso.

Non sarebbero gravi invece le condizioni dell’altro uomo coinvolto.

Continua a Leggere

Casarano

Maltempo sul Salento: rami in strada sulla 274

Strade allagate e ostacoli sulla carreggiata: sulla Leuca-Gallipoli cade un albero sulla carreggiata

Pubblicato

il

Mattinata burrascosa sul Salento. Imperversa su tutta la provincia una forte perturbazione che, principalmente, si è scatenata nelle prime ore della giornata in mare, a sud di Leuca e nel Canale d’Otranto.

A margine dell’articolo la foto di Alessandro Agostini che ha immortalato la supercella da Ruffano.

Nelle ultime ore forte vento e copiose precipitazioni hanno infatti interessato anche l’entroterra, diventando un pericolo per la circolazione stradale.

Sulla strada statale 274, la Leuca-Gallipoli, il vento ha abbattuto un albero che, come si vede nella foto della Protezione Civile, è finito sulla carreggiata, nella corsia in direzione Lecce. Sul posto, all’altezza dello svincolo per Casarano-Melissano, i carabinieri per assicurare il flusso regolare del traffico.

Continua a Leggere

Cronaca

Attentato incendiario ai danni di una fabbrica di mattoni

Il fuoco hanno interessato un rimorchio e una imballatrice

Pubblicato

il

Taniche o bottiglie incendiarie alla mano e, dopo aver scavalcato la recinzione, hanno dato fuoco.

Chi volevano colpire è la ditta Co.Ge.M, di Melissano, che produce mattoni, ubicata nella zona industriale.

Il fuoco hanno interessato un rimorchio e una imballatrice. Pochi i danni: le fiamme, divampate nella notte, hanno bruciato la ruota posteriore di un rimorchio, la parte elettrica di una macchina imballatrice e annerito uno dei muri.

Indagano i carabinieri. Nessun sistema di videosorveglianza è installato nell’azienda.

Seguono aggiornamenti.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus