Connect with us

News & Salento

Raddoppio della Statale 275: il Cipe dice sì, dopo anni di attesa, forse, dopo tanto rumore, i lavori

Gabellone: “E’ arrivato il tempo delle promesse mantenute: il CIPE ha infatti approvato il progetto definitivo dell’ammodernamento della Maglie-Leuca, per un finanziamento complessivo di 288 milioni di Euro”.

Pubblicato

il

Gabellone: “E’ arrivato il tempo delle promesse mantenute: il CIPE ha infatti approvato il progetto definitivo dell’ammodernamento della Maglie-Leuca, per un finanziamento complessivo di 288 milioni di Euro”.

Grande soddisfazione da parte de Presidente della Provincia di Lecce, che saluta con estremo favore il via libera del Comitato Interministeriale al raddoppio ed alla messa in sicurezza definitiva della cosiddetta “Strada della Morte”, che l’ANAS può sin da subito mettere a gara. “Quel raddoppio”, ripercorre Gabellone, “fu interamente finanziato con 152,5 milioni di Euro a fine 2003 dalla Giunta Fitto e dal Governo Berlusconi nel marzo scorso per altri 135,4 milioni di Euro. La Giunta Vendola decise poi che il raddoppio non doveva arrivare fino a Leuca ma fermarsi a Montesano, per cedere alle richieste di chi sosteneva che l’impatto ambientale di quel progetto sarebbe stato troppo forte”.

“Fu solo dopo le legittime proteste dei sindaci e delle popolazioni dei comuni interessati, che Regione e Provincia chiamarono i sindaci attorno ad un tavolo di trattative, dal quale emerse l’accordo su un progetto meno invasivo ma più costoso. La Giunta Pellegrino, a quel punto, decise che quella doveva diventare una strada-parco e questo nuovo progetto fu sottoposto all’approvazione del Ministero delle Infrastrutture. Oggi siamo a oltre 6 anni dal finanziamento inizialmente erogato e se non fosse stato per i governi provinciali e regionali di centrosinistra il raddoppio della strada sarebbe già realtà. Invece è stato necessario trovare altri soldi che il Governo, grazie all’intervento del Ministro Fitto, ha reperito e il Cipe ha stanziato a febbraio scorso, giungendo ora all’approvazione del progetto per come era stato modificato. Il Governo nazionale ha rispettato il primo grande impegno coincidente con l’avvio della mia Legislatura”, conclude Gabellone, “per cui va al Ministro Fitto ed al Presidente Berlusconi il ringraziamento dovuto, a nome della comunità salentina per l’avvio di questa grande stagione di promesse mantenute”.

Attualità

Elisa per la Notte della Taranta, sono per metà salentina…

Fiiiiiiiiuh…   Qui si trema e si studia ragazzi. Ci si vede a Melpignano il 24 agosto

Pubblicato

il

Che emozione grande, studiare le mie radici… che conosco pochissim0, ma io sono in effetti per metà salentina 🔥🔥🔥(mamma e papà di papà erano di Gallipoli).

Cercherò di dare proprio tutta l’anima per questa festa così piena di calore e di tradizioni bellissime che è la Notte Della Taranta.
Fiiiiiiiiuh…   Qui si trema e si studia ragazzi. Ci si vede a Melpignano il 24 agosto!

Manca Pocooooooo 😱😱😱

Elisa

https://www.facebook.com/elisaweb/

Continua a Leggere

Cronaca

Schianto e ribaltamento, paura all’incrocio

Impatto tra Punto e Panda, quest’ultima finisce a ruote per aria: nessuna grave conseguenza per i coinvolti

Pubblicato

il

Il botto ed il cappottamento, tutto in pochi spaventosi attimi.

È accaduto ieri sera dopo le 20 all’altezza di un incrocio, tra Melendugno e Borgagne.

Coinvolte una Fiat Punto ed una Fiat Panda. Quest’ultima ha finito per ribaltarsi sull’asfalto, rimanendo adagiata sul tettuccio.

118 e vigili del fuoco hanno raggiunto il punto dell’incidente assieme alle forze dell’ordine.

Per fortuna per i coinvolti nessuna ferita grave.

(foto da pagina Facebook “Melendugno.net”)

Continua a Leggere

News & Salento

Guerra agli ombrelloni segnaposto in spiaggia

Sequestrati altri 7 ombrelloni. In azione Polizia Locale e Guardie Ecologiche Volontarie

Pubblicato

il

Così come annunciato, nella notte di Ferragosto la Polizia Locale ha effettuato un altro intervento finalizzato al contrasto del fenomeno dei cosiddetti ombrelloni “segnaposto”.
Dopo il sequestro di 11 ombrelloni a Sant’Isidoro e Santa Maria al Bagno la notte dell’11 agosto, gli agenti di Polizia Locale e le Guardie Ecologiche Volontarie del gruppo Endas sono tornate in azione, stavolta in località Torre Squillace, individuando e sequestrando altri 7 ombrelloni e altra attrezzatura (basi e funi).
I controlli, sempre nel corso della notte di Ferragosto, sono stati estesi ad altri tratti di litorale, ma non sono state rilevate altre situazioni di abuso.
Quella dell’ombrellone “segnaposto” è un malcostume che si è diffuso anche sulla costa neretina e che si sta cercando di contrastare senza indugi, a tutela del decoro del litorale e della possibilità di accesso al mare di tutti i bagnanti.
Una cattiva abitudine che consiste nel piazzare nottetempo (quando la spiaggia è libera) gli ombrelloni sull’arenile, “prenotando” dunque la postazione per la mattina seguente e anticipando sul tempo gli altri utenti della spiaggia. Dal Comando di Polizia Locale di via Crispi rammentano ancora una volta che si tratta di comportamenti espressamente vietati dal codice che sancisce in materia di prescrizioni sull’uso del demanio marittimo e relativi divieti: “È inoltre vietato lasciare sulle spiagge libere, oltre il tramonto del sole, ombrelloni, lettini, sedie sdraio, tende o altre attrezzature comunque denominate”.
Il tenore della disposizione, precisamente il riferimento a “oltre il tramonto del sole”, rende essenziale e tempestivo l’intervento degli agenti nelle ore notturne (e non all’alba del giorno dopo).
Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus