Connect with us

Appuntamenti

Corsano in noir con “Il Turista”

Presso l’auditorium comunale, la presentazione dell’ultimo libro di Massimo Carlotto

Pubblicato

il

Corsano in noir con Massimo Carlotto, scrittore padovano, mastro di letteratura “nera”.


Carlotto sarà a Corsano sabato 12 novembre, alle ore 19, per presentare, presso l’auditorium comunale “l’Orologio”, il suo ultimo libro, “Il Turista“, un giallo edito dalla casa editrice Rizzoli.


A Corsano, nell’evento organizzato in collaborazione con l’associazione “Diotimart” e la libreria “Idrusa” di Alessano, Carlotto dialogherà con la scrittrice Giorgia Lepore e Mauro Alba, già assessore alla Cultura del Comune di Alessano.


 

La trama


“Il Turista” è un serial killer perfetto, diverso da ogni altro. Tanto per cominciare, non “firma” i suoi omicidi e non lancia sfide ai detective, perché farsi catturare è l’ultimo dei suoi desideri. È un mago del camuffamento, non uccide secondo uno schema fisso e mai due volte nella stessa città o nello stesso Paese: per questo lo chiamano il Turista. In più, non prova empatia né rimorso o paura, esercita un controllo totale sulla propria psicopatia. In altre parole, è imprendibile, l’incubo delle polizie di tutta Europa. Anche il più glaciale degli assassini, però, prima o poi commette un passo falso che lo fa finire in gabbia. Succede a Venezia – il territorio di caccia ideale per qualunque assassino – e la gabbia non è un carcere: è una trappola ben più pericolosa, tesa da qualcuno che in lui ha scorto la più letale delle opportunità. Anche Pietro Sambo ha fatto un errore, uno solo ma pagato carissimo. Adesso, ex capo della Omicidi, vive ai margini, con il cuore a pezzi. Poi arriva l’occasione giusta, quella per riconquistare onore e dignità. Ma per prendere il Turista dovrà violare di nuovo le regole, tutte, rischiando molto più della propria reputazione.


Appuntamenti

“Premio Iolanda”: la cerimonia di premiazione a Santa Maria di Leuca

Si terrà il 26 settembre sul lungomare presso Villa La Meridiana a Santa Maria di Leuca la cerimonia di premiazione della terza edizione del Premio Iolanda, primo concorso letterario dedicato ai libri di cucina e di ricette

Pubblicato

il

Lo scopo sarà sostenere il mondo della ristorazione italiano, fortemente colpito dalla crisi dovuta al Covid-19, attraverso un premio quest’anno “diverso” ma che raddoppia, anzi triplica i riconoscimenti.

Si terrà infatti il 26 settembre alle 18 a Santa Maria di Leuca, sul lungomare all’aperto presso Villa La Meridiana, la cerimonia di premiazione della terza edizione del Premio Iolanda, primo concorso letterario dedicato esclusivamente ai libri di cucina e di ricette, che quest’anno si arricchisce di un’apposita sezione dedicata alla “letteratura del vino” e di un altro riconoscimento riservato alla “cucina del benessere”.

Ideato da Vera Slepoj e Davide Paolini in collaborazione con la famiglia Giaccari – cui appartiene l’ispiratrice del Premio, l’ottantacinquenne signora che è ancora il perno del ristorante che da lei prende il nome, la Trattoria Iolanda di Lucugnano – e realizzato quest’anno in collaborazione con la Caroli Hotel, il premio ha come obiettivo la valorizzazione degli scrittori e di tutti coloro che si impegnano a promuovere i valori legati al mondo e alla tradizione della cucina italiana. Dopo il successo dell’anno scorso, che ha visto la partecipazione di decine di case editrici e di scrittori provenienti da tutta Italia, il Premio torna così alla ribalta ribadendo a maggior ragione la sua missione: valorizzare la grande tradizione gastro-enologica italiana e celebrarne i rituali che si tramandano di generazione in generazione.

A giudicare le opere letterarie dedicate ai libri di cucina sono state personalità italiane ed internazionali legate al mondo della cultura e della cucina italiana come Carlo Cambi, Marina Valensise, Catena Fiorello, Silvio Perrella, Helmut Failoni, Benedetto Cavalieri, Laurent Chaniac, Bruno De Moura Cossio, Giuseppe Seracca Guerrieri, Francesco Giaccari e Concetta Fazio Bonina. Per i nuovi riconoscimenti dedicati alla letteratura del vino, invece, i giurati sono Vito Planeta, Paolo Mieli, Alvaro De Anna, Enrico Semprini, Giacomo Mojoli, Roberto Felluga, Piernicola Leone De Castris, Davide Zuin, Seby Costanzo, Marcello Masi, Massimo Bassani ed Emo Capodilista. Le terne dei finalisti sono così composte: per i libri sulle ricette di cucina concorrono “A tavola con i Romani” a cura di Liliana Caruso, “Il gourmet cena sempre due volte” di Enrico Pandiani e “Storie di cucina” di Bepi Marzulli; per il premio alla letteratura del vino concorrono Eleonora Guerini con “Il grande libro illustrato del vino italiano”, Laura Donadoni con “Come il vino ti cambia la vita”, Laura Pepe con “Gli eroi bevono il vino” e Tiziano Gaia con “Un astemio alla corte di re Carlo” (questi ultimi due ex aequo).

I vincitori di ciascuna categoria riceveranno un’opera bronzea realizzata per l’occasione dal maestro Gianni Cudin.
Le targhe di merito verranno invece annunciate nel corso della premiazione. Sempre quest’anno, inoltre, è nato anche il premio “Giuseppe Da Re” per la cucina della salute, riconoscimento speciale ispirato all’imprenditore del food scomparso nel febbraio 2020 e grande sostenitore del Premio Iolanda. «Il Premio lolanda», spiega Vera Slepoj, presidente del Premio e della giuria, «vuole essere un tributo alla signora Iolanda e al tempo stesso un modo per valorizzare la grande tradizione della cucina italiana, che durante il lockdown è stata esaltata tra le mura domestiche, immortalando quelle ricette che sono tesoro inalienabile della storia di ogni famiglia. Quest’anno vogliamo vincere la paura e dare un messaggio al mondo della ristorazione in crisi, celebrando non solo la letteratura ma anche il mondo della cucina, del vino e dello stare bene a tavol.

«In Italia si pubblicano ogni anno centinaia di libri di cucina», aggiunge il “gastronauta” e copresidente del Premio e della giuria Davide Paolini, «così abbiamo ritenuto doveroso pensare a un riconoscimento che rendesse omaggio a questa fetta di letteratura, e in generale alla grande tradizione italiana di scrittori di libri di cucina e di ricette. Nonostante il periodo particolare da cui veniamo, siamo certi che la cucina e il buon vino vadano sostenuti in qualsiasi modo, perché fonti inesauribili di creatività e fantasia. Da salvaguardare più di prima».

La cerimonia della premiazione sarà accompagnata dall’esibizione di due musicisti di fama internazionale, il violinista Paolo Tagliamento, che si è esibito con i Berliner Philharmoniker, e il chitarrista Massimo Scattolin, allievo di Andres Segovia.



Continua a Leggere

Appuntamenti

“Il Capo di Leuca” raccontato nel nuovo libro di Pascali e Capone

Nell’ambito della 16ª edizione della Festa dei Lettori, sabato 26 settembre presso il Circolo della Vela di Santa Maria di Leuca (Yacht Club Leuca), sarà presentato il volume di Piero Pascali e Daniele Capone “Venivano all’estremo mare. Luoghi e borghi del Capo di Leuca”

Pubblicato

il

Nell’ambito della 16ª edizione della Festa dei Lettori organizzata dai Presìdi del Libro in tutta la Puglia, sabato 26 settembre, alle 19, presso il Circolo della Vela di Santa Maria di Leuca (Yacht Club Leuca), sarà presentato il volume di Piero Pascali e Daniele Capone “Venivano all’estremo mare. Luoghi e borghi del Capo di Leuca” (Giorgiani Editore, 2020), un affascinante viaggio nella storia, nelle tradizioni e nella memoria del Capo di Leuca.


Dopo i saluti introduttivi di Giovanni Arditi di Castelvetere (Presidente dello Yacht Club Leuca) e di Federica Mitolo De Donno (Presidente del Rotary Club Tricase – Capo di Leuca), interverranno i docenti dell’Università del Salento Hervé Cavallera e Mario Spedicato (Università del Salento).


L’incontro, condotto da Mario Carparelli (Presidio del Capo di Leuca-Salentosophia), vedrà la partecipazione straordinaria del Rettore dell’Università del Salento Fabio Pollice. L’iniziativa, organizzata dallo Yacht Club Leuca, dall’associazione Salentosophia e dal Presidio del Libro del Capo di Leuca con il patrocinio del Rotary Club Tricase – Capo di Leuca – è promossa dalla Regione Puglia, Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, in collaborazione con l’associazione Presìdi del Libro.


Continua a Leggere

Appuntamenti

Ensemble Concentus al Museo Ebraico di Lecce

Giovedì 24 settembre alle 19 presso il Museo Ebraico di Lecce, l’Ensemble Concentus presenta: La rosa enflorense. Omaggio in musica alla cultura ebraica

Pubblicato

il

Giovedì 24 settembre alle 19 presso il Museo Ebraico di Lecce, l’Ensemble Concentus, composto da Vania Palumbo (canto, voce narrante, lyra, percussioni), Pier Paolo Del Prete (viella), Maurizio Ria (viola da gamba, liuto arabo) e Angelo Gillo (chitarra spagnola) presenta: La rosa enflorense. Omaggio in musica alla cultura ebraica.


PROGRAMMA:


• 19.00 – Visita guidata del Museo Ebraico di Lecce;


• 19.30 – Ensemble Concentus;


• a seguire – degustazione di un calice di vino kasher offerto dalle cantine Leuci di Guagnano.

TICKET: € 12,00


Prenotazione obbligatoria:


Email: info@palazzotaurino.com


Tel. e WhatsApp: +39 0832 247016


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus