Connect with us

Appuntamenti

Gallipoli risale sul Treno della Memoria: via alle prenotazioni

Per il sesto anno la Città Bella aderisce al progetto di commemorazione dell’olocausto

Pubblicato

il


Il Comune di Gallipoli, assessorato alla Cultura, aderisce al progetto Treno della Memoria 2023 sostenendo l’iniziativa promossa dall’omonima associazione culturale attraverso il cofinanziamento di sei quote di partecipazione.





A partire da oggi 25 novembre sei giovani gallipolini, con un’età compresa tra i 18 e i 30 anni, potranno presentare domanda di partecipazione per prendere parte al viaggio ‘zaino in spalla’ della durata di 9 giorni sulle tappe della Memoria Europea.





La tappa più importante e intensa del progetto è il viaggio verso Cracovia dove i due momenti centrali sono rappresentati dalla visita guidata all’ex ghetto ebraico di Cracovia e quella ai campi di concentramento e di sterminio di Auschwitz-Birkenau, a cui è dedicata un’intera giornata che si conclude con una cerimonia di commemorazione presso il “Piazzale dell’Appello”. Il viaggio, con data di partenza da definirsi, ha un costo complessivo di 410€ e comprende: viaggio in autobus turistico con partenza da Bari, pernottamenti in ostello con colazione inclusa più un pranzo a sacco incluso nel giorno della visita ad Auschwitz-Birkenau, ingresso e visite guidate in italiano nelle Città e nei memoriali previsti nelle “micro-tappe”, ingresso e visite guidate in italiano al Ghetto di Cracovia, Museo & Fabbrica di Schindler, Auschwitz-Birkenau, assicurazione, spostamenti interni in autobus, materiali di supporto storico ed educativo, incontri di formazione con i nostri educatori e accompagnamento in viaggio, quota associativa.





L’Amministrazione Comunale cofinanzia il progetto nella misura di €200 per partecipante sino ad un massimo di sei aderenti; potranno partecipare ragazze e ragazzi, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, residenti nel territorio gallipolino che non abbiano usufruito in precedenza di tale agevolazione.





Chiunque fosse interessato a partecipare al progetto potrà presentare istanza indirizzata al Comune di Gallipoli depositandola presso l’Ufficio Protocollo del Comune o inviando una pec a turismo.comunegallipoli@pec.rupar.puglia.it a partire dal 25 novembre fino alle ore 12 del 2 dicembre p.v.
Il richiedente potrà presentare istanza in carta semplice indicando i propri dati, un contatto telefonico, un indirizzo mail e la disponibilità a versare la quota di partecipazione pari a 200 EURO. Alla richiesta inoltre si dovrà specificare nell’oggetto “Adesione treno della memoria 2023” e allegare un documento di identità. Le sei istanze verranno accolte in ordine cronologico.




Il Treno della Memoria è un percorso educativo e culturale, un progetto di educazione informale e “alla pari” che sviluppa una strategia educativa volta ad attivare un processo naturale di trasmissione orizzontale di conoscenze, esperienze ed emozioni svolto in un’ottica di cooperazione, rispetto reciproco e solidarietà.






L’intero percorso di formazione è validato dal Comitato scientifico dell’Associazione Treno della Memoria, composto da docenti universitari, ricercatori e formatori provenienti da tutta Italia. Esso viene supportato da materiale educativo, didattico e bibliografico consegnato nel corso di ciascun incontro preparatorio nonché da un apposito volume di supporto e analisi storica.







“Per il sesto anno consecutivo confermiamo la partecipazione al progetto che si traduce come un’esperienza straordinaria per i nostri ragazzi – commenta il sindaco Stefano Minerva con delega alla Cultura – Anche quest’anno diamo la possibilità a giovani gallipolini di vivere un percorso sulle tappe della Memoria; compito dell’Amministrazione è anche quello di mettere nelle condizioni i nostri giovani di arricchirsi culturalmente.”





Maggiori informazioni per partecipare al bando sul sito www.comune.gallipoli.le.it; sul progetto: http://www.trenodellamemoria.it/


Appuntamenti

Sapori, musica, culture dal mondo: a Ruffano torna la Festa Multiculturale

Sabato 4 febbraio in piazza Libertà anche arte, mangiafuoco, libri, solidarietà e truccabimbi per la Pace

Pubblicato

il

Torna la Festa Multiculturale a Ruffano. Dopo il rinvio dello scorso dicembre, causato dalle avverse condizioni meteo, sabato 4 febbraio, dalle 19e30, piazza Libertà ospiterà sapori, musica e culture dal mondo, con un cartello di eventi aggiornato ed arricchito in queste settimane dagli organizzatori.

La Festa Multiculturale di Ruffano (evento con ingresso libero) è un viaggio tra tradizioni culinarie e musicali, tra arte e divertimento. Un incontro tra culture promosso dall’assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Ruffano ed organizzato con la collaborazione dell’Associazione Culturale Pari.

Il programma

I piatti dal mondo saranno un’esplosione di gusto. Colori, odori e soprattutto sapori dell’America Latina, del Maghreb, dell’Africa Subsahariana, dell’Asia ed anche dall’Europa. Una ricca serie di stand dove degustare pietanze salate e dolci, presentate e raccontate dai cittadini ruffanesi provenienti da quelle rispettive aree del globo.

“Troupe Jant Africa” accompagnerà l’evento con una esibizione di percussioni africane. Musica dal vivo che scalderà la serata e ne scandirà i vari momenti di festa.

Ci saranno poi gli stand dedicati ai prodotti artigianali e delle incursioni artistiche estemporanee. Ed ancora, un angolo culturale con proposte letterarie a tema con la serata, poi lo spettacolo del mangiafuoco e lo spazio dedicato ai più piccoli, con il truccabimbi per la Pace.

Prenderanno parte alla serata il gruppo “Per Amor di Pace” del Liceo “Stampacchia” di Tricase, Amahoro Onlus, Portatori Sani di Sorrisi, Cooperativa Sociale Albanova, Lupiae Comix, Sud Sud Equo-Solidale, Bottega Equo-Solidale di Marittima, Parrocchia San Francesco di Ruffano, Protezione Civile Nover Ruffano.

La Festa Multiculturale è alla seconda edizione, ma nonostante ciò è già un evento molto atteso a Ruffano, perché rappresenta un’occasione ideale per celebrare la bellezza della multiculturalità del paese, la cui storia recente è crocevia di migrazioni e accoglienze”, spiega l’assessore alle Politiche Sociali Angela Bruno. “La comunità di Ruffano è multiculturale e multireligiosa sin dagli anni Settanta del secolo scorso, periodo in cui il paese visse le prime consistenti diaspore ed i primi arrivi da lontano. Questo intreccio ha portato Ruffano ad essere, oggi, un centro popolato da tanti bambini e bambine, ruffanesi di seconda e terza generazione, che frequentano le scuole del paese e si preparano a diventare protagonisti delle nuove e future trasformazioni sociali”.

 

Continua a Leggere

Appuntamenti

Corsano in festa: è la settimana di San Biagio

Due giorni di celebrazioni per il patrono: il programma

Pubblicato

il

Appuntamento invernale con la sentita ricorrenza di San Biagio a Corsano, patrono del paese ma molto venerato anche nei Comuni vicini.

San Biagio è considerato il protettore della gola: fra gli aspetti del culto ricollegabili ad episodi della sua vita, il più importante è appunto quello di taumaturgo per le malattie della gola, che trae origine dal noto miracolo della spina di pesce e dall’orazione che il Martire avrebbe fatto prima di morire (fu decapitato sotto Diocleziano o sotto Licinio, 307-323), chiedendo a Dio di risanare da queste malattie chiunque l’avesse pregato in suo nome.

Due giorni di festa dunque per la versione invernale di San Biagio: giovedì 2 febbraio, alle 18, è in programma la Santa Messa prefestiva presieduta da monsignor Fernando Panico, Vescovo emerito di Crato (Brasile).

Al termine benedizione della gola.

Alle 19,15 benedizione e accensione del falò in piazza San Biagio.

Venerdì 3 febbraio, solennità di San Biagio, Sante Messe alle 7,30, 9,30 e11.

Alle 16,30 prenderà il via la solenne processione per le vie del paese.

Al termine, alle 17,30, Santa Messa Solenne.

Nel corso della giornata presterà servizio il Concerto Bandistico Città di Conversano.

Alle 19 circa chiusura col botto, con lo spettacolo di fuochi pirotecnici della ditta locale Fireworks.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Passo a due a Ruffano: giovedì con un romanzo

Pubblicato

il

Giovedì 2 febbraio alle 19.00, presso la Biblioteca e Pinacoteca Comunale Don Tonino Bello in via Napoli a Ruffano, sarà presentato Passo A Due il primo romanzo di Antonio Sparascio ( Epika edizioni). Le fila di Passo a Due si districheranno e i protagonisti Giacomo e Irene,  troveranno posto attraverso le letture e le musiche a cura del Circolo degli Ignoranti, con la musica di Lucio Margiotta  e le voci di Salvo CezzaChiara Serena Brunetta, e lo stesso autore Antonio Sparascio. Dialoga con l’autore l’operatrice culturale Monia Saponaro.

Giacomo e Irene sono i protagonisti di questo passo a due della vita, danzato sulle note di una melodia di accordi minori, tra intrecci sensuali e lontananze improvvise. Nella notte che li riunisce dopo più di vent’anni, il destino concede loro di far scorrere il vecchio film dei ricordi, in una spiaggetta di mezzaluna. I demoni di Giacomo hanno un nome, Carlo. É il nome che ha dato alla malattia che adesso gli toglie i ricordi e che lui cerca di esorcizzare  tenendo un diario dei proprio rimpianti. Volti, voci, luoghi , vino un’ultima ribalta prima di scomparire. Il demone di Irene è il principio di realtà che le ha tolto i sogni e che ha il volto e il nome di sua figlia, così simile a lei , eppure così incomprensibile. Mancano due giorni a Natale , è la fredda notte di un ventitré di dicembre. Lo stesso cielo di stelle che Giacomo aveva visto riflesso negli occhi di Irene un ventitré di dicembre di tanti anni fa.

La serata è a ingresso libero.

Info : 351 868 0004 // 347.2485922

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus