Connect with us

Andrano

Transumanza, banda e concerto di Maria Mazzotta chiudono la X Notte Verde

Castiglione d’Otranto si trasforma ancora una volta in capitale pugliese della terra e della sostenibilità. «Chiudiamo un’edizione intensa, portatrice di nuove visioni e proposte per rendere il nostro territorio più vivibile, più ecosostenibile e più giusto»

Pubblicato

il

Transumanza, banda e Amoreamaro live tour: il decennale della Notte Verde si conclude in allegria, camminando e cantando, ma anche restituendo alle comunità locali le proposte di azione risultato dei primi quattro giorni di confronto su tematiche fondamentali per il Salento, affrontate nell’ambito dei Parlamenti Rurali.


Domani, martedì 31 agosto, Castiglione d’Otranto si trasforma ancora una volta in capitale pugliese della terra e della sostenibilità. «Chiudiamo un’edizione intensa, portatrice di nuove visioni e proposte per rendere il nostro territorio più vivibile, più ecosostenibile e più giusto. La Notte Verde», spiegano gli organizzatori, Casa delle Agriculture nella sua doppia veste di associazione e cooperativa agricola, «ha dimostrato anche quest’anno la capacità di costruire reti e ragionamenti, facendo dialogare realtà molto diverse tra loro e chiamando esperienze avanguardiste provenienti da tutta Italia a riflettere con noi e con le istituzioni coinvolte, in primis il Comune di Andrano che ha concesso il patrocinio, l’Unione dei Comuni Andrano Spongano Diso presente ai tavoli di discussione e il Parco Otranto-Leuca».






L’appuntamento è nell’area Trice (via Depressa, davanti al Mulino di Comunità), dove alle 17 sono previsti il pre-triage e l’avvio di “Transumanza, piante e genti in cammino” lungo 4 chilometri di tratturi e strade urbane, una parata colorata e vivace di persone, piante e animali. È accessibile anche a persone con difficoltà motoria grazie alla disponibilità di una sedia job trekking, la “bicicletta joelette” (su prenotazione al num. 388/4412129). La camminata vuole essere un modo per allenare lo sguardo ad osservare cosa si ha intorno, primo tassello fondamentale per la costruzione di processi di restanza, tema a cui è dedicata questa edizione. Il percorso esplora i tratturi riaperti da coop. Casa delle Agriculture, su mandato del Parco Otranto-Leuca, in contrada Sant’Elia, lungo le suggestive mulattiere che un tempo, ogni 20 luglio, i contadini battevano in pellegrinaggio per chiedere al santo la pioggia, acqua per i campi arsi dal sole. Da lì si va verso contrada Pajare. Poi, dopo aver attraversato il centro di Castiglione assieme alla musica della  Arcadia Band, si torna in area Trice alle 19.30 per dare il via alla serata conclusiva: previsti il mercatino agricolo e la cena nello spazio de “Il pane e le rose” con piatti nati da interazioni culinarie tra diversi produttori naturali locali. Intanto, sui muri di Castiglione d’Otranto si potrà continuare ad ammirare le due mostre di arte pubblica: “Paradossi dell’abbondanza” è il lavoro di Marzia Migliora esposto sulle facciate del Mulino di Comunità e della cappella di Santa Maria Maddalena, in area Trice, mentre per i vicoli del centro storico si snoda A Cielo Aperto, “Per fare un tavolo. Arte e territorio”, a cura di Bianco-Valente e Pasquale Campanella, evento di “Comunità Resilienti” a cura di Alessandro Melis, Padiglione Italia alla 17esima Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia.



Alle 21, nel teatro di paglia e alberi si terrà la presentazione dell’instant report dei Parlamenti Rurali che si sono svolti per quattro giorni sotto la guida di esperti facilitatori. I temi affrontati, sui quali sono state costruite proposte di azione, sono stati Recupero dell’acqua in aree rurali”, “Nuovi abitanti nei paesi in via di spopolamento”, “Accesso alla terra per superare frammentazione e latifondo”, “Riforestare, azioni inderogabili e resistenza alle speculazioni”. Sempre lì, alle 22, il decennale si chiude con la musica di Amoreamaro Live tour, con Maria Mazzotta, voce e percussioni, e Antonino De Luca, fisarmonica. Il concerto ripercorre l’ultimo album della cantante, tra le personalità musicali più emblematiche del Sud Italia, ed è un’intensa e appassionata riflessione da un punto di vista femminile sui vari volti dell’amore: da quello grande, disperato e tenerissimo a quello malato, possessivo e abusato. Maria Mazzotta è stata tra i cinque finalisti delle Targhe Tenco 2020 nella sezione “Interprete di canzoni” e il suo ultimo album Amoreamaro, pubblicato nello stesso anno, ha incontrato il grande favore di critica e pubblico.


Per dialoghi e spettacoli, accesso al teatro di paglia con green pass fino ad esaurimento dei 300 posti a sedere, info: 388/4412129. Fuori dall’area delimitata, è richiesta la certificazione per eventuali controlli a campione da parte delle forze dell’ordine.


Gli eventi collaterali


Anche nell’ultima giornata, sveglia al primo mattino: presso il Vivaio dell’Inclusione Luigi Russo, dalle 8:15 alle 9:15, si potrà fare yoga tra gli ulivi con il maestro Aldo Colluto (su prenotazione: 328/7360408). Dalle 8 alle 10, “L’Alba dei paesi” fa tappa ad Andrano con la colazione con pere biotipo salentino (varietà perino cannella, perino paccia rossa e perino pelene) raccolte all’alba da Roberto De Giorgi, vivaista ed esperto di frutti minori. Segue visita animata nel centro storico in collaborazione con Pro Loco e Auser (su prenotazione, max 25 persone: 328/7360408)


La sezione “Attraversamenti” prevede, dalle 7 alle 9, escursioni a cavallo con Cavalieri del Salento (su prenotazione: 380/5850268) ed esperienze psicomotorie funzionali in acqua in Marina di Andrano, presso Lido Swim-Liberi di nuotare, struttura inclusiva dei diversi livelli di abilità (su prenotazione: 389/980 6113). Nella mattinata e nel pomeriggio, esperienze in kayak dalla cala Acquaviva a Marina di Andrano e dalle 17 alle 19.30 bike tour, entrambi con “Salento Verticale” (minimo 6 partecipanti, su prenotazione: 348/3062231).


I servizi per una festa inclusiva e accessibile


La Notte Verde si conferma festa inclusiva e accessibile a persone con disabilità, anziani con difficoltà motoria, bambini e ragazzi autistici, neomamme e donne incinte. A loro sono riservati servizi aggiuntivi: parcheggio riservato a ridosso dell’area Trice (su prenotazione al num. 388/4412129); servizi igienici dedicati presso il mulino di comunità; spazio nursery e fasciatoio presso il mulino di comunità; interprete lis per sordi durante tutti i dialoghi serali dal 27 al 30 agosto, con possibilità di seguirli in presenza (fino a esaurimento posti) e in diretta sulla pagina Fb Casa delle Agriculture Tullia e Gino; menù braille per ciechi redatto e donato da Centro Italiano Tiflotecnico di Lecce; servizio “zero coda” per accesso ai varchi di controllo green pass e per area ristorazione “Il Pane e le Rose”; esperienze psicomotorie funzionali in acqua: il 27 e 31 agosto, dalle 8 alle 13, presso Swim-Liberi di Nuotare, primo lido accessibile su scogliera in Puglia (prenotazioni: 380/5850268); disponibilità di sedia job trekking, la “bicicletta joelette”, per la transumanza del 31 agosto (su prenotazione al num. 388/4412129); pedane in legno per labbattimento di alcune barriere architettoniche presenti in paese; adozione del decalogo per rendere la festa inclusiva anche per i bambini e ragazzi autistici attraverso semplici accortezze.


La Notte Verde è un evento a cura di Casa delle Agriculture Tullia e Gino Odv e soc.agr.coop. Casa delle Agriculture, con il patrocinio del Comune di Andrano e in collaborazione con Confederacy of Villages, Parco Regionale Otranto-S. Maria di Leuca, Fondazione Girolomoni, COSPE Onlus, Csv Salento, Riabitare l’Italia, Gus, Leggere tra due mari, Terra Nuova, Free Home University, collettivo M.E.D.U.S.E., Ruralization, Coppula Tisa, Città Fertile, Manu Manu Riforesta, Abitare i Paduli, Salento Km0, Auser Ponte Andrano-Castiglione, Cavalieri del Salento, Mtb Tricase, Salento Verticale, 18° Meridiano, Associazione Marina Serra, Pro Loco Andrano, Swim Liberi di Nuotare, Pro Loco Diso, Fabbricare Armonie, Mondoradio.



 


Andrano

“Intossicazione dopo cena in ristorante di Andrano”: il fatto non sussiste

Pubblicato

il

Alici marinate contenenti il batterio dell’anisakis in un ristorante di Andrano? Il fatto non sussiste.

È stato assolto Graziano Rizzo, 51enne ristoratore titolare di “Carpe Diem” ad Andrano. Era finito in tribunale dopo la denuncia-querela di un cliente: un 55enne di Tricase, colpito da infezione di presunta derivazione alimentare, ricondotta, appunto, ad una consumazione nel suddetto ristorante dell’estate 2014.

A quella cena presero parte più persone, diversamente colpite da malesseri la mattina seguente. Ad aver la peggio il 55enne, finito in ospedale a Poggiardo con diagnosi di intossicazione da anisakis.

Da lì, poche settimane dopo, la denuncia. E l’inchiesta, anche per cattiva conservazione di alimenti, caduta nel vuoto perché finita in prescrizione.

Nonostante, secondo l’accusa, il 55enne tricasino abbia contratto in quella occasione una patologia tuttora perdurante, le perizie depositate in Procura non hanno individuato una connessione tra i fatti suddetti e le responsabilità del ristoratore.

Quest’ultimo, è stato ritenuto non colpevole, perché il fatto non sussiste, dalla giudice Maddalena Torelli, della prima sezione penale del Tribunale di Lecce.

Continua a Leggere

Alessano

Tricase: le Comunità Energetiche opportunità di sviluppo ambientale, economico e sociale

Incontro pubblico organizzato dalla sede provinciale dell’U.Di.Con. (Unione Difesa dei Consumatori e dalla Sezione Sud Salento di Italia Nostra domani (giovedì 28 aprile, dalle 18,15) nella sala riunioni del GAL Capo S. Maria di Leuca in Piazza Pisanelli. sono invitati cittadini, associazioni, imprese e amministrazioni di Alessano, Andrano, Miggiano, Specchia, Tiggiano e Tricase

Pubblicato

il

La sempre più incalzante questione ambientale correlata alla produzione di energia da combustibili fossili e le cicliche emergenze geopolitiche che mettono in crisi il nostro Paese per la dipendenza energetica, sono condizione che impongono con urgenza ad ogni cittadino, comunità e amministrazione, statale, regionale e comunale, di non essere più consumatori di energia ma di diventare sempre più produttori e gestori di quel bene primario qual è l’energia da fonte rinnovabile che – tra l’altro – è a disposizione di tutti.

Con questo spirito e ritenendo che nel settore dell’energia rinnovabile il territorio salentino può e deve svolgere un ruolo da protagonista per non continuare ad essere terreno di conquista da parte di multinazionali e di società che intendono esclusivamente trarne profitto, spesso devastando il territorio, l’U.Di.Con. (Unione Difesa dei Consumatori) e la Sezione Sud Salento di Italia Nostra, hanno programmato un ciclo di incontri per informare e sollecitare le comunità e le amministrazioni locali ad attivare la nascita delle Comunità Energetiche, strumento che può trovare anche nel nostro territorio la dovuta attenzione per far sì che i cittadini possano beneficiarne economicamente e – nel contempo – concorrere alla tutela dell’ambiente con la produzione di energia rinnovabile e favorire la crescita delle imprese locali.

«In questa direzione», secondo il segretario provinciale di U.Di.Con. Biagio Malorgio ed il presidente della Sezione Sud Salento di Italia Nostra Marcello Seclì, «ogni amministrazione comunale può svolgere un ruolo determinante nel sollecitare i propri cittadini e a supportare la nascita delle Comunità Energetiche nel proprio Comune».

Domani, d’intesa con la locale amministrazione comunale  e con il G.A.L. Capo S.M. di Leuca le due associazioni hanno organizzato l’appuntamento di Tricase, nell’ambito di un ciclo di incontri zonali promossi tra aprile e maggio in diversi Comuni della provincia per poi concludersi con un appuntamento finale a Lecce nel quale si farà il punto della situazione e si individueranno le strategie e le modalità più appropriate con cui passare nella fase di attuazione di questo importante strumento di partecipazione delle comunità locali.

Per quanto riguarda l’incontro di domani, appuntamento, alle 18,15 nella sala riunioni del GAL Capo S. Maria di Leuca in Piazza Pisanelli.

Dopo i saluti del sindaco di Tricase Antonio De Donno e del presidente del Gal Capo di Leuca (nonchè sindaco di Poggiardo) Antonio Ciriolo, l’introduzione a cura del segretario provinciale di U.Di.Con. Biagio Malorgio e del presidente della Sezione Sud Salento di Italia Nostra, Marcello Seclì.

A seguire la proiezione dei filmatiLe Comunità Energetiche spiegate in modo semplice” e “Comunità energetiche in Sardegna“.

In programma i contributi dell’Energy Manager Antonio De Giorgi e del già presidente della Commissione Ambiente della Provincia di Lecce, Nicolino Sticchi.

Modera l’incontro il “nostro” Giuseppe Cerfeda.

«All’incontro», sottolineano gli organizzatori, «sono invitati cittadini, associazioni, imprese e amministrazioni di Alessano, Andrano, Miggiano, Specchia, Tiggiano e Tricase».

Continua a Leggere

Andrano

Incidente nella notte: paura tra Spongano e Castiglione d’Otranto

Pubblicato

il

Rocambolesco incidente nella notte nel sud Salento.

Due vetture si sono rese protagoniste di uno scontro sulla strada provinciale 165.

Lo schianto, sulla via che collega i centri abitati di Spongano e di Castiglione d’Otranto (frazione di Andrano).

Violento l’impatto, all’altezza di uno dei due passaggi a livello che tagliano la strada a distanza di pochi chilometri l’uno dall’altro.

Una delle due vetture coinvolte è stata sbalzata lateralmente, finendo per rimanere adagiata su una fiancata.

Si sono recati sul posto per i rilievi i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Tricase e quelli della stazione di Presicce.

Grande spavento per gli occupanti delle due auto: soccorsi, non sono in condizioni critiche.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus