Connect with us

Attualità

Dpcm di Natale per punti: stretta su feste e socialità allargata

Pubblicato

il


“Bisogna limitare le occasioni di socialità allargata, che di solito si accompagnano alle festività natalizie, con tombolate, festeggiamenti, veglioni“.





Queste le parole di Conte che manterrà il coprifuoco e chiuderà, durante le feste, piste e impianti sciistici. Il nuovo Dpcm prende forma ed il governo non vuole commettere l’errore di questa estate con le discoteche.





Verso il 3 dicembre





Il 3 dicembre verrà rivalutata la situazione delle Regioni, molte delle quali potrebbero cambiare colore. Ma il miglioramento dello status dovuto all’effetto delle misure anti-Covid si scontrerà con la stretta del governo sulle feste. Insomma, regioni più gialle ma con restrizioni da zone rosse e la possibilità di inasprire le misure provincia per provincia.




«Sullo spostamento tra regioni a Natale, ci stiamo lavorando ma se continuiamo così a fine mese non avremo più zone rosse. Tuttavia, il periodo natalizio richiede misure ad hoc. Si rischia altrimenti di ripetere il Ferragosto e non ce lo possiamo permettere: consentire tutte le occasioni di socialità tipiche del periodo natalizio non è possibile». Così il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7 (dove ha parlato anche del vaccino: “Pronto a gennaio“).





“Cercheremo”, ha poi continuato, “di aprire le scuole prima di Natale, stiamo lavorando per questo”. Per poi ribadire: “Non possiamo concederci vacanze indiscriminate sulla neve. Anche per gli impianti da sci, il problema del protocollo è un conto ma tutto ciò che ruota attorno alle vacanze sulla neve è incontrollabile. E con Merkel e Macron in Europa stiamo lavorando ad un protocollo comune europeo. Non è possibile consentire vacanze sulla neve, non possiamo permettercelo”.





Il rischio da scongiurare è quello di vedere il contagio fare un nuovo balzo in avanti, col terrore che la curva a gennaio vada nuovamente fuori controllo.





Se passerà la linea dura capeggiata dal ministro Roberto Speranza, nel decreto del presidente del Consiglio del 3 dicembre vedremo ristoranti, bar e pub chiusi dopo le 18 anche durante le feste e fino a quando l’indice Rt non sarà sceso stabilmente sotto l’1 in tutta Italia.


Attualità

Pubblicità sessista: “Chiediamo scusa”

Pubblicato

il


Dopo il polverone sollevato ieri dalla pubblicità caduta in un ammiccamento sessista, arrivano le dichiarazioni dell’azienda interessata. A prender parola è l’avvocato Andrea Maggiulli che ci tiene a fare alcune precisazioni:





“A seguito delle polemiche suscitate da un post pubblicitario, pubblicato sulla pagina Facebook della SGS Outsourcing, cui seguiranno altri post promozionali, si chiarisce che non era assolutamente intenzione della società offendere la sensibilità di nessuno, né tantomeno essere tacciata come sessista“.





“Le donne per la SGS Outsourcing sono punto di forza e soddisfazione aziendale. Il 90% del personale è donna e tutte stimano il titolare per la grande professionalità ed il cuore che mette nel suo lavoro. Siamo per fortuna in paese democratico, nel quale è concesso esprimere liberamente il proprio pensiero. Siamo, grazie a Dio, tutti esseri pensanti e dotati ognuno di una diversa sensibilità”.




“Fermo restando il rispetto ed il diritto ad una libera espressione del proprio pensiero, la “SGS Outsourcing” ritiene di dover chiedere scusa a tutti coloro i quali si siano sentiti offesi dalla pubblicazione del post incriminato. Non era intenzione offendere la sensibilità di nessuno”.





“V’è, però, un sottile limite tra diritto di critica, di cronaca ed offese gratuite. Limite che non va oltrepassato. La pubblicazione sulla pagina dell’azienda e la condivisione di offese gratuite e di contenuti diffamatori non è certamente espressione di libertà di pensiero, ma rappresenta una condotta illecita tale da cagionare un danno aziendale risarcibile ai sensi di legge”.





“Tutto ciò premesso, si diffida chiunque dal proseguire con l’attività lesiva e dichiaratamente diffamatoria del diritto all’immagine, al nome, alla dignità e alla riservatezza della mia assistita. Si invita, pertanto, a sospendere ogni attività lesiva facendo presente che ho già ricevuto mandato per adire le vie legali e tutelare in sede civile e penali i diritti della mia assistita”.


Continua a Leggere

Attualità

C’è Neviano nella Settimana Enigmistica

Pubblicato

il


Lo storico periodico “La Settimana Enigmistica” fa tappa in Salento.





Sull’ultimo numero, quello di questa settimana, un intero cruciverba è dedicato a Neviano.





Le foto stampate a pagina 21 hanno a tema i principali luoghi d’interesse della cittadina del Galatinese.




Ecco la foto di Ezio Mega.










Continua a Leggere

Attualità

Contagi odierni sotto i mille casi. Decessi in Puglia tristemente in cifra tonda

Pubblicato

il


Oggi, domenica 24 gennaio in Puglia, sono stati registrati 8.623 test per l’infezione da Covid-19 e sono stati registrati 954 casi positivi: 333 in provincia di Bari, 45 in provincia di Brindisi, 111 nella provincia BAT, 213 in provincia di Foggia, 75 in provincia di Lecce, 174 in provincia di Taranto, 3 casi di provincia di residenza non nota.

Sono stati registrati 14 decessi: 6 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 3 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Taranto.




Mestamente in cifra tonda il totale dei decessi da inizio pandemia: sono 3mila.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.248.985 test.

58.040 sono i pazienti guariti.

55.070 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 116.110, così suddivisi:

44.408 nella Provincia di Bari;

13.093 nella Provincia di Bat;

8.338 nella Provincia di Brindisi;

24.668 nella Provincia di Foggia;

9.480 nella Provincia di Lecce;

15.447 nella Provincia di Taranto;

570 attribuiti a residenti fuori regione;

106 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 24.1.2021 è disponibile al link: http://rpu.gl/siGqh


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus