Connect with us

Attualità

Qualità della vita: Salento in caduta libera

Dati de “Il Sole 24 ore” sulla qualità della vita implacabili per la Puglia e in particolar modo per il Salento. Paolo Pagliaro (Forza Italia): “Abbiamo bisogno della nostra autonomia, della nostra cabina di regia, perché stiamo sprofondando sempre più giù per colpa della cattiva politica”.

Pubblicato

il

I dati de “Il Sole 24 ore” sulla qualità della vita sono implacabili per la Puglia e in particolar modo per il Salento.


È arrivato il momento per fare un serio esame di coscienza di fronte ad una realtà sconfortante che mette in evidenza la pochezza della politica regionale”, afferma Paolo Pagliaro, dell’Ufficio di Presidenza Nazionale di Forza Italia.


Bari è all’86° posto, Foggia al 103°, Lecce al 104°, Brindisi al 106° e Taranto al 109° su 110 province e gli indicatori fonte di elaborazione sono “ricchezza e consumi”, “lavoro e innovazione”, “ambiente e servizi”, “demografia e società”, “giustizia e sicurezza”, “area Cultura e tempo libero”.


Il dato più avvilente è che tutte le province pugliesi sono in calo rispetto alle ultime rilevazioni“: Lecce ha perso 12 posizioni, Brindisi 10, Taranto 4, Bari e Foggia 1 a testa.

Ora è bene aprire una riflessione che non muoia nei meandri del nonsipuotismo”, continua il politico di Forza Italia, “i servizi sono impalpabili, le nostre città non sono sicure, sul fronte ambientale siamo stati svenduti alle multinazionali e si continua ad avere una percentuale di mortalità causata dal cancro elevatissima, non c’è programmazione ma soltanto personalismi sterili, attaccamento alla poltrona, e incapacità a governare. Stiamo vivendo anni bui, e per il Salento è ancora peggio rispetto ad altre parti della Puglia basta guardare i dati per capirlo. E come spesso ripeto i numeri sono fatti. La classe politica farebbe bene a fare un passo indietro, lasciando spazio a chi potrebbe fare meglio“.


In quanto al Salento“, conclude Pagliaro, “ripeto ciò che affermo da tantissimi anni, abbiamo bisogno della nostra autonomia, della nostra cabina di regia, perché stiamo sprofondando sempre più giù per colpa della cattiva politica“.


Attualità

Vacanze salentine per Gianni Morandi

Pubblicato

il

Il sorriso stampato in faccia di chi è davanti alla meraviglia barocca della Basilica di Santa Croce a Lecce.

Eccolo, Gianni Morandi in uno scatto postato sul suo profilo instagram mentre si gode le vacanze salientine.

Continua a Leggere

Attualità

Covid: oggi tutti test negativi e nessun decesso in Puglia

Pubblicato

il

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi domenica 5 luglio 2020 in Puglia, sono stati registrati 1.637 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e non sono stati registrati casi positivi.

Non sono stati registrati decessi.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 188.242 test.

Sono 3.881 i pazienti guariti.

110 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.536 così divisi:

1.494 nella provincia di Bari

381 nella Provincia di Bat

660 nella Provincia di Brindisi;

1.169 nella Provincia di Foggia;

522 nella Provincia di Lecce;

281 nella Provincia di Taranto;

29 attribuiti a residenti fuori regione.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 5-7-2020 è disponibile al link: http://rpu.gl/JuFKK

Continua a Leggere

Attualità

Partito dal Salento volo di aiuti umanitari per Mogadiscio

Pubblicato

il

È partito ieri da Brindisi, con il supporto della Base di pronto intervento umanitario delle Nazioni Unite (Unhrd), destinazione Mogadiscio, il primo dei tre voli umanitari organizzati, nel quadro dell’iniziativa “Ponte aereo umanitario” (Eu Humanitarian Air Bridge).

“L’operazione, con un carico complessivo di 42 tonnellate di aiuti umanitari (tra cui materiale sanitario per la risposta al Covid-19), è il frutto dell’intensa attività di collaborazione e coordinamento tra la Farnesina, la Commissione europea, l’ambasciata d’Italia, la delegazione Ue a Mogadiscio e le autorità somale”, chiarisce una nota stampa del ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale. Il carico è stato messo a disposizione, oltre che dalla stessa Farnesina, “da organizzazioni della società civile italiane e da agenzie delle Nazioni Unite”.

A destinazione, gli aiuti umanitari “sosterranno le attività di assistenza delle autorità somale e delle organizzazioni umanitarie nel contrasto alla diffusione del Covid-19 e nell’assistenza alla popolazione colpita dalle recenti eccezionali inondazioni.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus