Connect with us

Cronaca

Acait/2, Antonio Coppola: “Ferita lacerante”

L?ex sindaco: “Attaccare me non serve a nulla, meglio guardare avanti e risolvere il problema. I nuovi amministratori, ne sono certo, saranno in grado di affrontare la situazione e trovare le giuste soluzioni

Pubblicato

il

Chi per primo si è occupato del recupero dell’Acait ed ha lanciato l’idea di far tornare in vita l’ex tabacchificio come simbolo di Tricase e luogo di incontro o anche produttivo è stato sin dalla sua prima campagna elettorale l’ex sindaco Antonio Coppola, oggi bersaglio fin troppo facile di chi, forse, non aspettava altro.


Coppola e Chiuri al passaggio di consegne nel luglio scorso


Per me è una ferita lacerante, una grossa sofferenza personale”, esordisce l’ex sindaco, “il dolore è talmente grande che supera anche qualunque volontà da parte mia di polemizzare o andare ad individuare, cosa che peraltro non mi sarebbe difficile, colpevoli o responsabili. Non credo serva a nulla davanti al fatto che abbiamo perduto una parte della storia di Tricase. Se qualcuno trova gioia nell’attaccarmi faccia pure, oggi a me non interessa. Mi auguro solo si riesca a trovare le risorse per ricostruire, mettere in sicurezza e, soprattutto, individuare le vere cause del disastro. Un crollo di queste dimensioni non può essere giustificato solo dalla pioggia seppur abbondante; occorre indagare anche per capire se la cosa possa ripetersi in altri punti dell’ex tabacchificio e mettere anche a rischio l’incolumità di persone. Il crollo mi ha sorpreso per l’estensione: le lesioni che presentava l’edificio, a mio avviso, non erano così importanti da lasciare presagire quanto è avvenuto”.

Coppola non si cura degli attacchi alla sua persona: “A cosa serve? Ormai Coppola non è più amministratore. Se mi vogliono attaccare facciano pure: gli attacchi all’ex sindaco mi scivolano sopra, l’amarezza per quanto avvenuto, invece, per Antonio Coppola resta enorme. Credo che ora sia il caso di guardare avanti e risolvere il problema. I nuovi amministratori, ne sono certo, saranno in grado di affrontare la situazione e trovare le giuste soluzioni”.


 


Cronaca

Picco di positività in serata: due ragazzi, due stranieri e un ripositivizzato

Pubblicato

il

Non arrivano buone notizie in serata in ambito Coronavirus.

Una serie di positività è stata riscontrata in giornata e non è ancora entrata nel bollettino epidemiologico.

Ai già noti 5 tra i 19enni rientrati dal viaggio di maturità in Grecia, si aggiungono altri 2 contagiati della comitiva, composta in tutto da 10 giovani.

Poi vi sono due tamponi positivi su altrettanti turisti stranieri: un bimbo di 2 anni ed un uomo di 38.

Infine il cardiologo risultato positivo al Sarscov2 a luglio e poi negativizzatosi, oggi ha nuovamente dato esito positivo al test.

Continua a Leggere

Cronaca

Indagine a Palermo smaschera pedofilo di Gagliano: arrestato

Pubblicato

il

Adescava minorenni via social, tramite messaggistica Whatsapp e profili Facebook.

Usava profili fittizi per procurarsi materiale pedopornografico ed è stato beccato a margine di un’indagine della sezione di polizia giudiziaria della questura di Palermo.

Dal capoluogo siciliano dritti al Capo di Leuca dove è stato identificato I. S., 37enne di Gagliano del Capo.

Acquisite tutte le fonti di prova, per lui sono scattate le manette.

Continua a Leggere

Cronaca

Volo fuori strada per due ragazze di Ruffano: entrambe in codice rosso

Pubblicato

il

Un volo nelle campagne e un ribaltamento a bordo dell’auto nella quale viaggiavano.

Pomeriggio choc per due ragazze di Ruffano, entrambe 20enni, protagoniste di un incidente stradale sulla sp193 che collega Acquarica del Capo a Lido Marini, attorno alle 16e30.

Non è chiara la dinamica del sinistro. Certo è che la Lancia Ypsilon, che una delle due conduceva, dopo aver improvvisamente sbandato, è finita giù nei campi incolti.

Automobilisti di passaggio han subito allertato il 118. Sono arrivati i soccorsi in ambulanza ed hanno trasportato entrambe le ragazze in codice rosso all’ospedale Cardinale Panico di Tricase.

Sul luogo dell’incidente i carabinieri di Tricase.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus