Connect with us

Cronaca

Ancora dimissioni a Specchia: la maggioranza perde i pezzi

Pubblicato

il

Ancora dimissioni a Specchia: la maggioranza guidata da Alessandra Martinucci continua a perdere pezzi (leggi qui i precedenti dello scorso maggio).
Questa volta a tirarsi indietro è Manuela Sanapo, consigliere comunale e capogruppo del movimento politico “Fare”.

Nella sua lettera esprime il rammarico per il mancato appoggio da parte della sindaca: «Il ruolo di capogruppo è venuto meno con il disgregarsi della maggioranza, fenomeno che ho cercato di arginare.
Nel gruppo di governo non vi è unità di indirizzo politico sui temi che realmente interessano la comunità e che potrebbero dare un nuovo impulso al nostro paese.
La mancanza di unità politica del gruppo tuttavia finora non mi aveva,da sola, finora condotta a rimettere la mia delega in quanto speravo che Lei (si rivolge alla sindaca) prendesse il comando di questo “treno” per usare una sua metafora e portasse avanti il suo pensiero.
Lei stessa ha riferito che ormai il treno è deragliato.
È la rassegnazione che, in una celebre scena del film “la meglio gioventù”, porta il professore di medicina a consigliare al suo miglior studente di andare via dall’Italia, un paese bello ma destinato all’estinzione,abitato da dinosauri.

Lo studente provocatoriamente chiede al professore: “E lei allora rimane in Italia?”. Il professore risponde: “Bhe io sono uno dei dinosauri da distruggere,sono io uno dei problemi dell’Italia”.
Questa è la ragione della mia azione, perché restando sarei diventata anch’io un dinosauro.
E’ con questo gesto che do il mio serio contributo alla ricostruzione di questo paese bello, ormai condannato allo stallo.
E’ con questo gesto che ricordo alla mia generazione la necessità di fermare il vecchio modo di fare politica,dove l’ossessione per la cosa pubblica,diventa strumento di divisione.
Mi preme ricordare alla mia generazione che è nel lavoro,nel nostro impegno quotidiano, che sia quello di un semplice contadino, operaio, manager o di un amministratore, che testimoniano la nostra tensione ideale verso la bellezza e la perfezione.


La confusione politica iniziale è degenerata nell’ultimo periodo in tentativi di denigrazione del mio operato provenienti sia dall’interno che dall’esterno del gruppo,con appellativi vari urlati a gran voce anche nella Sede Comunale,luogo in cui bisognerebbe assumere sempre un comportamento decoroso.

Infine – conclude – Le rivolgo un accorato invito a scegliere se essere o meno un dinosauro e decidere, di prendere il comando di questo treno.
Su quel binario sono certa troverà persone affidabili,disinteressate e volenterose».

E chiude: «Nel frattempo io continuerò al meglio il lavoro di Consigliere Comunale nell’interesse esclusivo dei cittadini, senza mai fermare la sete di conoscenza e la volontà di costruire un paese degno dei nostri figli».

Cronaca

Poggiardo smentisce il bollettino epidemiologico: “Mai superati i 5 casi”

Pubblicato

il

Il bollettino epidemiologico della Regione Puglia di lunedì riporta una non irrilevante novità in merito a Poggiardo.

Come vi abbiamo raccontato nel pomeriggio, sulla mappa il territorio di Poggiardo è passato da “zona rosa-tenue” ad una tonalità più scura. Ad indicare l’aumento dei casi di positività ed il passaggio dal range tra 1 e 5 a quello tra 6 e 10.

Il COC però in serata smentisce seccamente: “Ad oggi non risultano nuovi casi di positività al Covid-19 nel territorio di Poggiardo”, scrivono dal Centro Operativo del Comune. “I casi confermati sono 5 e sono sotto sorveglianza medica da parte delle autorità competenti.
Ribadiamo sempre che non va abbassata la guardia e che bisogna rispettare le disposizioni sul distanziamento e sull’uso delle mascherine”.

Continua a Leggere

Copertino

Si ribalta col trattore: soccorso sulla Galatina-Copertino

Pubblicato

il

Grande spavento in serata sulla strada tra Copertino e Galatina.

Nel buio appena calato di questa calda notte, un uomo di e ribaltato sulla SP18 con il suo trattore, all’ingresso della zona industriale copertinese.

Pochi minuti alle 21 quando è partita, da alcuni passanti, la chiamata al 118.

Ambulanza e carabinieri sono accorsi sul luogo del sinistro. Non ancora chiare le ragioni per cui l’uomo ha perso il controllo del mezzo agricolo.

La strada interessata dal sinistro è rimasta, in quel tratto, chiusa al traffico per una abbondante mezz’ora. Il malcapitato soccorso dal 118 non sarebbe in gravi condizioni.

Continua a Leggere

Casarano

Lotta al Covid: le mosse della Regione

Fondi dal Ministero della Salute permetteranno un aumento dei posti anziché il loro taglio. Casarano sarà ospedale di primo livello

Pubblicato

il

Non piace, in Regione, l’andazzo sanitario che sta portando il Coronavirus a diffondersi nuovamente in maniera preoccupante.

Il governatore Michele Emiliano a breve convocherà i prefetti per discutere della direzione da seguire per contrastare l’incubo di un ritorno di fiamma del Covid.

Intanto, emergono decisioni in merito alla rete ospedaliera. Novità che sanno di un ritorno al passato: il Ministero ha infatti tirato il freno sui tagli. Il numero di posti letto stabilito è di 1255 per tutta la Puglia, 276 in più di terapia intensiva (arrivando a 580 complessivi) e 285 di semi intensiva.

Novità a Casarano

Il sistema ospedaliero, ha detto Emiliano, “si militarizza” in attesa della seconda ondata. Con l’imprescindibile aumento dei fondi ricevuti dal Ministero per realizzare il tutto: 98 milioni di euro.

La provincia di Lecce avrà 115 posti letto in più di terapia intensiva e 56 di sub intensiva. Per il post covid, 120 posti letto a Copertino e 40 a San Cesario.

A Casarano la più grande novità.

“L’ospedale di Casarano – ha annunciato il presidente Emiliano, aggiungendo che sarà inviata a Roma formale richiesta – deve essere di primo livello. Abbiamo previsto il raddoppio dei posti letto in terapia intensiva da 4 a 8. In questo modo, insieme a Gallipoli, non contro Gallipoli, assicurerà un presidio importante di salute e anche nella lotta al Covid”.

Poi, secondo obiettivo quello di incrementare, ovunque, di 474 posti letto gli ospedali tradizionali, 123 posti letto le riabilitazioni e 658 la lungodegenza.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus