Connect with us

Cronaca

Atti vandalici a Taurisano: identificati i colpevoli

Chiuso il cerchio dal locale Commissariato di Polizia di Stato: due uomini di 35 anni denunciati rispettivamente per aver dato fuoco all’albero di Natale installato in piazza Castello ed ai cassonetti dei rifiuti, nelle vicinanze degli ambulatori dei medici di base; tre sedicenni invece denunciati alla Procura della Repubblica per i Minorenni per le “incursioni” nella scuola media di via Lecce

Pubblicato

il

Individuati e denunciati gli autori degli atti vandalici registrati a Taurisano alla fine del 2021 e all’inizio di quest’anno.


Gli agenti del Commissariato di Polizia di Stato locale, diretto dal vice questore Salvatore Federico, hanno subito stretto il cerchio intorno ai responsabili dei tre distinti episodi.


Il primo consumatosi alla vigilia di Natale per il quale è stato denunciato, Pasquale Pennetta, 35 anni del posto, che aveva dato alle fiamme l’albero di Natale allestito dalle locali associazioni di volontariato composte da bambini e genitori, in Piazza Castello. L’uomo si era già reso protagonista di un altro episodio simile poche settimane prima, quando nei pressi del municipio aveva danneggiato la statua di Padre Pio


In questo caso gli agenti, poche ore dopo l’atto vcriminoso, durante il servizio notturno hanno bloccato e identificato l’autore, mentre tentava di far perdere le proprie tracce. Per l’uomo sono scattati i domiciliari.

L’altro episodio è avvenuto il 26 dicembre scorso quando furono dati alle fiamme alcuni cassonetti dei rifiuti, nelle vicinanze degli ambulatori dei medici di base. Per questo episodio è stato denunciato A. M., anche lui di 35 anni e del posto, identificato grazie alle immagini dei sistemi di sorveglianza installati nelle vicinanze, che lo hanno immortalato proprio mentre appiccava l’incendio. Il 35enne, sottoposto a procedimento penale da parte della Procura della Repubblica, dovrà rispondere anche del danneggiamento alla struttura sanitaria di proprietà del Comune.


Più recentemente, a seguito di diverse segnalazioni per delle incursioni avvenute all’interno della scuola media di via Lecce, attualmente in fase di ristrutturazione, sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica per i Minorenni, tre giovani del posto, tutti di 16 anni.


Cronaca

Un morto e tre feriti: tragedia in tangenziale

Schianto sulla est, più mezzi coinvolti: perde la vita un 53enne

Pubblicato

il

L’ennesimo violento incidente stradale registrato sulle strade del Salento è costato questa sera la vita ad una persona.

Alle 20e30, un uomo è deceduto alla guida della sua auto sulla tangenziale est di Lecce, nei pressi dell’uscita per Frigole.

Vi sono anche degli altri feriti, in totale 3: erano a bordo di altre auto.

Sul posto sono intervenute ben due ambulanze e tre auto mediche.

Vani i tentativi di rianimare la vittima, un 53enne di Lecce. Codice giallo invece per gli altri coinvolti.

Il lavoro delle equipe sanitarie è stato affiancato da quello dei vigili del fuoco è delle forze dell’ordine che hanno interdetto il tratto di strada al traffico ed effettuato i rilievi del caso.

Da qui si ripartirà per ricostruire l’accaduto. Secondo le prime testimonianze raccolte, la vittima potrebbe aver perso autonomamente il controllo della sua auto, per essere poi fatalmente colpito dai mezzi che sopraggiungevano.

Subito dopo il sinistro, lunghe code di oltre un chilometro si sono formate sulla tangenziale.

Continua a Leggere

Castrì

Rave party con un migliaio di persone in corso dalla notte scorsa in Salento

Forze dell’ordine tentano vanamente di disperdere le persone ritrovatesi nelle campagne di Castrì, il cui sindaco si dice non preoccupato

Pubblicato

il

Un migliaio di persone si sono radunate nelle campagne di Castrì per partecipare ad un ‘rave party’ in corso dalla scorsa notte.

Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza hanno circoscritto l’area nel tentativo di interrompere quella che la stampa ha già definito la “maratona a base di musica, alcol e droga”.

Ne parla anche l’Ansa che spiega come l’area sarebbe stata occupata senza alcuna autorizzazione.

L’evento sarebbe stato pubblicizzato attraverso canali social dedicati: sono in corso indagini per risalire all’identità degli organizzatori.

Il sindaco di Castrì, Alessandro De Pascali, tuttavia ritiene che l’unico rischio sia questi ragazzi possano “danneggiare se stessi”. Per il resto, infatti, non si dice allarmato: “Non danno fastidio a nessuno, non disturbano la quiete pubblica. Come è già successo in altre zone del territorio, quando vanno via lasciano tutto in ordine, come l’avevano trovato”, ha spiegato all’Ansa.

“Quindi”, ha aggiunto il primo cittadino, “la cosa migliore, la più logica da fare, è monitorare la situazione e lasciarli stare: io non sono per niente preoccupato”.

Immagine di repertorio

Continua a Leggere

Cronaca

Fa pipì per strada: turista multato a Taurisano

Pubblicato

il

Sarà pur vero che quando scappa, scappa. Ma è anche vero che non ogni luogo è idoneo ad espletare i propri bisogni corporali.

Se lo ricorderà a lungo un turista sorpreso questa mattina ad urinare nel centro abitato di Taurisano.

L’uomo è stato pizzicato dalla polizia locale in via Ada Negri, una traversa della strada che porta ad Ugento, non lontano dalla scuola primaria.

Erano da poco passate le 8 quando gli agenti hanno notato l’accaduto. Non han potuto far finta di nulla ed han proceduto a verbalizzare l’episodio.

Per il turista, reo di aver violato il regolamento di polizia urbana, come ricorda Taurisanoline, e dichiaratosi consapevole di aver sbagliato, è scattata una multa di 50 euro.

In fin dei conti, gli è andata bene: la cronaca racconta di dozzine di episodi simili con sanzioni amministrative a 3 zeri.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus