Connect with us

Cronaca

Bossoli e proiettili parabellum, nei guai 69enne di Galatina

Personale del locale Commissariato di Polizia di Galatina, al controllo del detentore di armi e munizioni, ha inoltre trovato delle irregolarità e sequestrato 8 fucili, 4 carabine, 5 pistole, 944 gr di polvere da sparo e circa 600 cartucce

Pubblicato

il

A seguito di alcune verifiche su cittadini residenti a Galatina detentori di armi, gli agenti del locale commissariato, hanno proceduto al controllo presso il domicilio di un 69enne del centro storico, detentore di armi, munizioni e polvere da sparo regolarmente denunciate presso lo stesso Commissariato.


In particolare, il soggetto in questione è titolare di licenza e porto di fucile per uso sportivo in corso di validità, nonchè di licenza e porto di fucile per uso caccia.


Tuttavia, in ordine a quest’ultimo titolo di Polizia, pur essendo tale titolo in corso di validità,  non aveva rinnovato la cedolina annuale mediante il pagamento previsto, motivo per cui tale  titolo non gli consentiva né di detenere un quantitativo di munizionamento a palla singola superiore alle 200 unità complessive, né tantomeno di poterle acquistare.


Nell’ambito del controllo, è stato riscontrato che, nella più recente denuncia di detenzione datata 26 maggio, l’indagato aveva dichiarato di detenere 200 munizioni e mezzo chilo di polvere da sparo.


Dalla verifica del quantitativo delle munizioni detenute, è emerso che il 69enne aveva a disposizione un numero di munizioni superiore a quanto denunciato ovvero le sopra menzionate 200 munizioni.


Egli deteneva complessivamente 265 munizioni, oltre a numerose munizioni tipo caccia detenute legalmente, non ottemperando pertanto alla normativa vigente.

Inoltre per quanto concerne la detenzione di polvere da sparo, sempre nella denuncia di prima, l’uomo aveva dichiarato di detenere mezzo chilo di polvere, mentre durante il controllo è stata rinvenuta, suddivisa in tre flaconi, la quantità complessiva di 0,944 kg, pertanto, sia le 265 munizioni che il totale di polvere da sparo sono state penalmente sequestrate.


In ultimo, nel corso della verifica del restante munizionamento, sono stati  rinvenuti 16 bossoli e 7 munizioni con contrassegno “parabellum” dei quali è assolutamente vietata la detenzione.


In merito a questo ultimo illecito penale, l’uomo ne ha giustificato la detenzione, sostenendo di aver  recuperato i bossoli nel poligono dove è solito allenarsi e successivamente ne avrebbe ricaricato qualcuno non rendendosi conto del fatto che trattasi di munizionamento cosiddetto “da guerra”.


Alla luce di quanto accertato, il 69enne, incensurato, è stato indagato per le violazioni in materia di armi e munizioni; inoltre, le armi e le munizioni legalmente detenute, nonché le licenze e porto di fucile sia uso sportivo che uso caccia, avendo l’indagato non ottemperato alla normativa in materia di armi, sono state cautelativamente ritirate ai sensi dell’art. 39 TULPS in attesa di ulteriori valutazioni in merito all’opportunità di una revoca della licenza.


Casarano

Giornata di fuoco: bruciano ettari di campagne a Casarano

Pubblicato

il

Giornata intensa di lavoro per i Vigili del Fuoco e per i volontari della Protezione Civile di Casarano.

Diversi gli incendi che hanno interessato terreni intorno all’abitato di Casarano; in particolare uno in contrada Petrose esteso per circa 3 ettari. Qui, sono stati impegnati anche i volontari Aib della Protezione Civile di Parabita.

Di seguito le foto della Protezione Civile di Casarano.

Continua a Leggere

Cronaca

Una dozzina di contagi nel Leccese: il bollettino racconta un Covid a rilento

Scendono i positivi: i nuovi totali, oggi, in Puglia sono appena 61

Pubblicato

il

I contagi Covid nel bollettino di oggi della Regione Puglia sono in tutto 61 suddivisi così: 11 in provincia di Bari, 13 in provincia di Brindisi, cinque nella Bat, 4 in provincia di Foggia, 12 in provincia di Lecce, 17 in quella di Taranto. Un caso di provincia di residenza non nota è stato riclassificato e attribuito.

Sono tre i decessi registrati nell’ultimo report – in provincia Bat – e portano il totale delle vittime a 6mila 604. Mentre con 492 guariti in più, i negativizzati arrivano a 237mila 305. Così, gli attualmente positivi (casi totali meno decessi e guariti) scendendo a 8mila 909. Di questi 203 sono in ospedale.

Attualmente positivi sempre in discesa, oggi sotto quota novemila. Sono 61 i nuovi casi di infezione da Covid-19, a fronte di 7mila 142 test effettuati, secondo i dati diffusi nel bollettino del 19 giugno. I nuovi tamponi positivi rispetto a tutti quelli effettuati – compresi quelli di controllo – rappresentano lo 0,85 per cento, quasi un punto e mezzo in meno rispetto alla percentuale della scorsa settimana

Continua a Leggere

Cronaca

Fatale schianto tra suv e camion a Salve: un morto sulla 274

Pubblicato

il

Dramma su una delle principali strade del Salento: la statale 274, Gallipoli-Leuca.

Un incidente mortale si è consumato questa mattina alle 8 nel tratto di via nel territorio di Salve, all’altezza di contrada Schiafazzi. Uno schianto tremendo che ha visto un suv, un Nissan Qashqai, finire violentemente contro un camion e rimanervi schiacciato nella parte anteriore.

I vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase, intervenuti sul posto, hanno disperatamente tentato di estrarre il conducente ancora in vita. Ma non c’è stato nulla da fare: l’uomo, un 82enne residente a Varese e titolare di una struttura ricettiva nel Capo di Leuca, sarebbe morto sul colpo. par

Choc per il conducente del mezzo pesante, un 54enne di Castrignano del Capo, che ha tentato invano di scongiurare l’impatto: secondo prima sommaria ricostruzione sarebbe stata proprio la Nissan ad occupare la corsia del senso di marcia opposto al suo.

Sul posto i carabinieri di Presicce-Acquarica che hanno chiuso al traffico il tratto di statale. Il traffico, molto intenso in quel punto nei weekend di questo periodo, è in tilt e registra già lunghe code.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus