Connect with us

Botrugno

Botrugno, ma quali vandali? Era solo il povero operaio…

Mentre sui social tutti si scandalizzavano per lo “sfregio”, il Comune su Facebook ha svelato l’arcano

Pubblicato

il

Alla vista del Momento dei Caduti imbrattato (foto in alto), in molti hanno pensato ad un atto vandalico proprio a ridosso delle celebrazioni del 4 Novembre.


La ricorrenza c’entra ma non si tratta di alcuno sfregio messo in atto da sconsiderati o presunti tali.


A mettere mano al monumento sono invece stati gli operai incaricati della manutenzione.


Probabilmente anche al Comune in pochi sapevano dei lavori in corso e, quando stamattina i primi cittadini hanno dato l’allarme, c’è voluto un po’ di tempo prima che l’equivoco fosse chiarito.

Mentre sul web, sui social, e su whatsapp i soliti soloni già davano a tutti lezioni di sociologia ed educazione civica, sulla pagina Facebook ufficiale del Comune, proprio per rimediare al difetto di comunicazione precedente, è stata postata la foto del Monumento “verniciato” con la seguente didascalia: “Tranquillizziamo i cittadini che al Monumento ai Caduti sono in corso lavori di manutenzione“.


Lo stesso sindaco Pasquale Barone, da noi interpellato telefonicamente ha confermato: “In vista delle celebrazioni del 4 Novembre sono in corso normali opere di manutenzione”.


Nessun vandalo e nessuna preoccupazione, dunque, “i lavori saranno terminati in brevissimo tempo”.


Botrugno

Incidente sulla Maglie-Leuca: soccorsi all’altezza di Botrugno

Pubblicato

il


Traffico intenso e incidente in serata sulla Maglie-Leuca.





Attorno alle 21, più vetture sono rimaste coinvolte in un sinistro nel tratto della SS275 che corre lungo l’abitato di Botrugno.





Le vetture coinvolte son rimaste sulla carreggiata, là dove il traffico è a doppio senso di marcia con una corsia per ciascuna direzione, qualche centinaio di metri prima delle 4 corsie di Scorrano.





Immediata la chiamata ai soccorsi, giunti sul punto dell’incidente con vigili del fuoco e ambulanza.




Per delle mezz’ore lunghe code in entrambe le direzioni.










Continua a Leggere

Botrugno

Statale 16: incidente mortale sulla Lecce – Maglie

Il 47enne Carlos Eduardo Buccelli, brasiliano d’origine ma residente a Botrugno, a bordo della usa Harley Davidson ha urtato per motivi in fase di accertamento una Fiat Punto. Purtroppo la rovinosa caduta si è rivelata fatale

Pubblicato

il

Tragedia sulla Statale 16 Lecce – Maglie

Carlos Eduardo Buccelli, 47 anni, brasiliano residente a Botrugno, è deceduto a causa delle ferite riportate in un incidente stradale.

Ieri sera l’uomo era in sella alla sua Harley Davidson quando, all’altezza proprio di Botrugno, per cause in fase di accertamento nel tentativo di una Fiat Punto,ha urtato l’autovvetura ed è rovinosamente caduto in terra.

Sul posto è giunta un’ambulanza del 118 ma la precipitosa corsa verso l’ospedale si rivelata purtroppo inutile, perché il 47enne è deceduto durante il trasporto a causa delle gravi ferite riportate.

Illese invece le due donne di Muro Leccese che erano a bordo della Punto.

Come da prassi in questi casi sull’incidente è stata avviata un’indagine per omicidio stradale ed i mezzi sottoposti a sequestro.

Continua a Leggere

Attualità

Cattivi odori nel magliese: eppur qualcosa si muove

Tavolo tecnico con l’Arpa il 21 aprile. Il sindaco di Maglie: “Individuare con celerità e fermezza le cause di tali emissioni per predisporre strumenti sanzionatori idonei e giusti per assicurare la vivibilità e fruibilità del territorio”

Pubblicato

il

Emissioni maleodoranti che interessano interi quartieri di Maglie soprattutto anche se molte lamentele in tal senso ci sono giunte anche da altri paesi come Scorrano, Sanarica, Botrugno e San Cassiano.

Qualcosa sembra muoversi anche grazia all’ Arpa (agenzia regionale per la protezione dell’ambiente) che ha inviato un’informativa al sindaco di Maglie Ernesto Toma.

Il primo cittadino ha infatti informato che gli hanno “fatto sapere prima di Pasqua”, come nel primo bimestre 2020 siano stati “individuati nel territorio di Maglie, fenomeni di disturbo olfattivo, e speriamo solo olfattivo”.

I rilievi sarebbero stati effettuati il 31 gennaio ed il 1° febbraio scorsi.

Ho subito contattato Arpa”, ha spiegato il sindaco Toma, “che mi ha riferito l’intenzione di convocare, con le modalità consentite, un Tavolo tecnico, per il 21 aprile alle ore 10”.


Il fenomeno è noto ai cittadini magliesi e (come detto) non solo: emissioni maleodoranti interessano interi quartieri, soprattutto nelle ore notturne e rendono impossibile il riposo.

Per Ernesto Toma “è giunto il momento di individuare con celerità e fermezza le cause di tali emissioni per predisporre strumenti sanzionatori idonei e giusti per assicurare la vivibilità e fruibilità del territorio”.

Maglie c’è e farà la sua parte senza tentennamenti, senza infingimenti e senza paure”, avverte il Primo cittadino, “ancora di più in questi giorni che stiamo riscoprendo, qualora ce ne fosse bisogno, il valore della salute, che appare scontato sino a quando non insidiato da fenomeni esterni”.

Il sindaco Toma, infine, invita “i cittadini a portare alla mia conoscenza ogni circostanza relativa all’oggetto e che io mi impegnerò di sottoporre all’attenzione dagli organi di competenza”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus