Connect with us

Cronaca

Costretta a letto da un incidente: la famiglia lancia un appello per le cure

Pubblicato

il


Giulia Centonze, ha 23 anni ed è originaria di Lequile.









È una meravigliosa ragazza trasferitasi in Emilia Romagna con la sua famiglia all’età di 6 anni dove ha iniziato a frequentare l’università col sogno di diventare, un giorno, criminologa.





Il 3 maggio 2019 ha giocato la partita più importante: quella per la vita.





Un terribile incidente stradale l’ha quasi strappata via alle braccia della sua famiglia. Da quel giorno, dopo il coma, è in stato neurovegetativo, immobile in un letto presso la Casa residenza per anziani o persone non autosufficienti.








Gravissimi i danni riportati. La sua famiglia racconta che: «L’unica speranza è in una clinica privata, Tirol Kliniken, di Innsbruck. Solo lì potrà ricevere le cure necessarie. Purtroppo è necessario un consistente impegno economico per recarvisi».





Ecco allora che a Lequile l’associazione Il Cantiere delle idee ha subito sposato la causa impegnandosi in una raccolta fondi. Le sorelle, la madre ed il padre di Giulia invece hanno aperto la pagina Facebook “Quel nodo che ci lega – Insieme per Giulia” che in pochi giorni ha fatto conoscere la storia di Giulia all’Italia intera.





Tutti insieme per una unica missione. Il bene di Giulia. Chi volesse unirsi può farlo donando alle seguenti coordinate.





Per donare: IBAN IT49 I030 3266 2900 1000 0399 334
BIC CODE: BACRIT21013
Intestatario: PATRIZIA OZZI
Causale: FONDO SOLIDARIETA’ CURE PER GIULIA
 


Cronaca

Duplice omicidio a Lecce: morto l’arbitro De Santis

Pubblicato

il


Tragedia a Lecce in serata dove una coppia è morta a margine di una lite.





Un violento scontro si è verificato in un condominio di via Montello, strada che incrocia viale Gallipoli. Una lite è degenerata e due persone, un uomo e una donna, sono morte. L’uomo sarebbe l’arbitro di calcio  Daniele De Santis, 33 anni, direttore di gara spesso impegnato in Serie C. La donna è Eleonora Manta.








Sul posto, le pattuglie della polizia. All’arrivo del 118, i due erano già morti: i sanitari hanno potuto solo constatarne il decesso. Il delitto potrebbe avere una movente passionale. Le due vittime sono state raggiunte da numerose coltellate. Il condominio in cui è avvenuto il fatto è quello in cui abitava l’uomo, nel quartiere Rudiae, nei pressi della stazione ferroviaria.





Un uomo sarebbe stato visto allontanarsi da via Montello.
Indagini serrate delle forze dell’ordine in corso.


Continua a Leggere

Cronaca

Imma, dalla gioia al dolore: tornava a casa per votare il fratello

Pubblicato

il


Gagliano del Capo vive oggi una giornata di lutto. La notte trascorsa ha qualcosa di surreale. Dalle 20 circa di ieri sera una giovane gaglianese non c’è più: Maria Immacolata Bisanti, da tutti conosciuta come Imma Bisanti, ha perso la vita.





Aveva solo 38 anni. Era maestra di scuola elementare in Emilia Romagna. In questi giorni si stava misurando con la nuova sfida dell’insegnamento al tempo del Covid. Poi la gioia del rientro a casa, spezzata improvvisamente per cause ancora non chiare.





Imma era tornata in Salento da pochi giorni. Su Facebook il racconto delle emozioni che accompagnavano il suo viaggio verso sud, verso casa e verso le urne. Tornava per votare e per sostenere il fratello, candidato consigliere alle comunali.





Tornare a casa è sempre meraviglioso”, scriveva su Facebook Imma. “Ritrovarsi tra quelle mura di affetto, di protezione e di calore. Ma so anche che per me la vera casa non è la casa, ma la strada di chi si mette in cammino, ascolta, osserva e si lascia cambiare… Perché la vita stessa non è altro che un viaggio da fare a piedi”.




Solare, sorridente, piena di vita. Così la conoscevano e la ricordano tutti in paese. In tanti stanotte si sono riversati in strada per cercare di capire cosa stesse accadendo nella casa dei suoi genitori. Imma non rispondeva, non apriva la porta. L’arrivo dei vigili del fuoco, del 118. Della polizia locale e dei carabinieri. Il fiato sospeso rotto dal dolore della scoperta: Imma era in bagno senza vita.





La prima impressione restituita dal ritrovamento è stata quella di un incidente. Il classico post-doccia: stava asciugando i capelli, è rimasta folgorata.





Ma il nesso tra la morte e la causa scatenante è tutt’altro che acclarato. Potrebbe essersi trattato di un malore, di un infarto. Il suo corpo è stato portato via e sarà sottoposto ad esame autoptico alla ricerca di ulteriori risposte. Il paese intero aspetta il suo funerale per dirle addio.


Continua a Leggere

Cronaca

Incidente in tangenziale: furgone contro guardrail e poi a centrostrada

Pubblicato

il


Un incidente nel pomeriggio di oggi ha visto protagonista un furgone sulla tangenziale ovest di Lecce.





Mentre la dinamica è in fase di ricostruzione, il mezzo è rimasto di traverso lungo la carreggiata, tra le uscite 1 e 2 in direzione Maglie.





Il furgone è finito contro il guardrail, quasi abbattendo, per poi terminare la sua corsa a centro strada.




Il sinistro si è verificato attorno alle 16e30. Sul posto la polizia locale di Lecce. Non vi sarebbero feriti gravi.





Foto Telegram polizia locale Lecce


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus