Connect with us

Cavallino

Dalla lite alle minacce: 49enne arrestato per estorsione

Dissidi personali sfociati in intimidazioni nei confronti di un uomo e del figlio, con tanto di richiesta di denaro

Pubblicato

il

Nella serata di ieri i militari della Stazione Carabinieri di Cavallino, con l’ausilio di personale della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Lecce, nel corso di un servizio scaturito a seguito della denuncia sporta dalla vittima, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di estorsione, un uomo già noto alle forze dell’ordine.


Si tratta di De Riccardis Giovanni classe 1970, residente a Cavallino.


Il 49enne aveva avanzato una pretesa di denaro, nei confronti di un uomo, a seguito di contrasti e dissidi di natura privata. Problemi poi sfociati in vere e proprie minacce di morte nei confronti non solo del denunciante ma anche del figlio.


Così aveva intimato la consegna della somma di 250 euro in contanti, che la vittima avrebbe dovuto lasciare all’interno di un armadietto, in uso all’arrestato, sito in uno spogliatoio sul luogo di lavoro di quest’ultimo, a Cavallino. Dopo la consegna del denaro sul posto sono arrivati i Carabinieri che hanno bloccato il 49enne un attimo dopo il ritiro della somma.


All’interno dell’armadietto sono stati trovati anche alcuni coltelli, che cautelativamente sono stati sequestrati.

Recuperato il denaro, per l’uomo sono scattate le manette con l’accusa di estorsione e, dopo le formalità di rito, lo stesso è stato condotto presso la Casa Circondariale di Lecce si disposizione dell’Autorità Giudiziaria


Dopo la consegna del denaro sul posto sono arrivati i Carabinieri che hanno bloccato il 49enne un attimo dopo il ritiro della somma.


All’interno dell’armadietto sono stati trovati anche alcuni coltelli, che cautelativamente sono stati sequestrati.


Recuperato il denaro, per l’uomo sono scattate le manette con l’accusa di estorsione e, dopo le formalità di rito, lo stesso è stato condotto presso la Casa Circondariale di Lecce si disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


Cavallino

Schianto a mezzanotte, perde la vita poliziotto

Pubblicato

il

Ancora una vittima della strada, nel giro di poche ore, in Salento.

Nella notte ha perso la vita un poliziotto, Tommaso Verdoscia, 49 anni, di Sternatia.

Alla guida della sua Fiat Punto si è schiantato sulla Cavallino-San Donato attorno alla mezzanotte.

Violento l’impatto, maciullate le lamiere dell’auto. Per lui nulla da fare all’arrivo del 118.

I carabinieri si sono occupati dei rilievi. Ancora incerta la dinamica. L’auto del poliziotto potrebbe aver urtato il guardrail sulla Lecce-Maglie. Altre due auto sono poi sopraggiunte, non riuscendo ad evitare l’impatto. Fosse confermata questa ricostruzione, andranno poi fatti degli approfondimenti per capire se all’origine del tutto possa esserci stato un malore della vittima o un semplice colpo di sonno.

Solo poche ore prima, nel weekend, avevano perso la vita un militare in un incidente in moto ed un ragazzo di appena 20 anni per una caduta in scooter.

Continua a Leggere

Cavallino

Muore in solitudine, 46enne ritrovato cadavere dopo giorni

Trasferitosi in Salento da poco è stato ritrovato dopo segnalazione del vicinato che sentiva strano odore provenire dall’appartamento

Pubblicato

il

Una triste fine quella registrata a Cavallino in queste ore. La storia di un uomo che è stato ritrovato senza vita nella propria abitazione.

“Non usciva da giorni”

Da una segnalazione dei vicini di casa, la scoperta: il cadavere è di un 46enne trasferitosi da poco in Salento. Viveva nel bresciano ma, poco prima del lockdown, ha deciso di tornare nella terra natia, Cavallino appunto, luogo d’origine della sua famiglia.

Viveva però da solo e non aveva parentele strette. Anche per questo sono trascorsi giorni prima che il corpo esanime venisse ritrovato. Chi in zona lo conosceva, ha raccontato poi di non averlo visto in giro nelle ultime giornate. Ma ciò che di più ha insospettito il vicinato è stato il cattivo odore che aveva iniziato a fuoriuscire dall’appartamento.

Disposta l’autopsia

Sul suo corpo verrà effettuata una autopsia. Non chiare infatti le cause del decesso. Sembra esclusa la morte violenta. Difficile anche vi siano responsabilità dirette di terzi: in casa era tutto in ordine, oggetti di valore compresi. Si pensa a motivi legati a una patologia. Andranno chiariti con il suo medico in Lombardia: non avendo ancora trasferito la residenza nella sua dimora salentina, non aveva potuto procedere all’assegnazione di un medico in loco.

Foto Instagram di Quarta Anna

Continua a Leggere

Cavallino

Ritrovata refurtiva di rapina a sartoria

I carabinieri hanno rinvenuto in un casolare abbandonato, in località Simini, agro di Cavallino, il bottino di una rapina effettuata a Lecce 10 giorni fa

Pubblicato

il

I carabinieri della locale Stazione hanno rinvenuto in un casolare abbandonato, in località Simini, agro di Cavallino, numerosi sacchi contenenti articoli di merceria, due macchinari adibiti a lavorazioni sartoriali e 12 espositori in legno completi di merce varia.

Il materiale ritrovato è il bottino di un furto avvenuto a Lecce il 15 maggio scorso presso una sartoria di via Marconi, regolarmente denunciato.

La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus