Connect with us

Cronaca

Dolori al petto dopo vaccinazione e poi il decesso: disposta autopsia

Pubblicato

il


Poche ore dopo avere ricevuto la prima dose di vaccino anticovid, è morto per un improvviso malore.





È quanto accaduto ad un uomo salentino che aveva aderito alla campagna vaccinale a seguito dell’introduzione dell’obbligo del super green pass sui luoghi di lavoro per gli over 50.





La vittima è il 54enne Claudio Di Paolo, web designer di Galatone, in provincia di Lecce, sposato e padre di due figli, morto nei giorni scorsi a causa di un arresto cardiaco, che non gli ha lasciato scampo.





Ora la famiglia chiede chiarezza ed ha presentato un esposto in Procura, per capire se la morte dell’uomo sia correlata all’inoculazione del siero anti Covid, oppure no.




Pare che il malcapitato non soffrisse di alcuna patologia, “Pur non essendo un no vax – spiega l’avvocato Francesco Protopapa, che assiste la famiglia insieme al collega Massimo Aprile – nutriva delle riserve sul vaccino, in quanto nutriva dei dubbi sulla sua efficacia”.





Dopo appena un’ora dalla somministrazione, Di Paolo aveva iniziato a manifestare dei forti dolori al petto. Si era recato presso l’ospedale “Sacro Cuore” di Gallipoli, dove i medici avevano rilevato alcuni parametri non a norma che, tuttavia, non rendevano necessario il suo ricovero.





Dopo il ritorno a casa, aveva avvertito nuovamente dolori al petto, ancora più intensi dei precedenti. Stavolta aveva rifiutato il ricovero presso l’ospedale “Santa Maria Novella” di Galatina. Poi, nel cuore della notte, l’ennesimo malore e la richiesta al fratello di accompagnarlo in ospedale. Poi, purtroppo, il tragico epilogo.





L’Asl di Lecce ha disposto un riscontro diagnostico per chiarire se l’uomo soffrisse di patologie non note. All’esame, per conto dei familiari del galatonese, parteciperà il medico legale Luigi Di Gesù.


Cronaca

Centro estetico ed auto di carabiniere dati alle fiamme nel basso Salento

Doppio attentato nel giro di poche ore, nella notte, tra Racale e Taviano

Pubblicato

il

Due incendi nella notte nel basso Salento ed altrettanti forti sospetti di dolo. Gli episodi in due paesi limitrofi: Racale e Taviano.

A Racale è stato registrato un palese tentativo di dare alle fiamme un centro estetico in via Garibaldi. Tracce di un mancato incendio, proprio in corrispondenza dell’attività, sono rimaste lungo la parte esterna del locale: anneriti portone e bordo strada.

I vigili del fuoco avrebbero indivutato del liquido infiammabile. Elemento che sta facendo muovere le indagini del carabinieri sulla pista dolosa.

Non lontano da qui, in via Respighi, a Taviano, una macchina è stata completamente distrutta da un rogo attorno alle 3 della notte: sull’asfalto non restano che le lamiere consumate dalle fiamme.

Si tratta della vettura del vicecomandante della stazione dei carabinieri di Racale. È la violenza delle fiamme, in questo caso, a far propendere per il dolo.

L’intervento dei vigili del fuoco di Gallipoli ha scongiurato il propagarsi delle fiamme nei dintorni. Anche in questo caso, indagano i carabinieri.

Continua a Leggere

Cronaca

Allerta meteo: raffiche di burrasca in arrivo

Il messaggio della Protezione Civile per la giornata di domani: vento atteso per 12 ore

Pubblicato

il

Sarà una domenica dal meteo non favorevole, l’ultima di settembre.

Per domani, infatti, è stata lanciata una allerta meteo sul Salento.

Dalle ore 8 sino alle 20 è previsto un rischio giallo per venti forti meridionali con locali raffiche di burrasca, in particolare su tutti i settori adriatici.

Non sono previste precipitazioni.

Continua a Leggere

Casarano

Lavori Aqp a Casarano: lunedì senz’acqua per due strade

Inserzione di nuove opere acquedottistiche a partire dalla mattina di lunedì 26

Pubblicato

il

Acquedotto Pugliese sta effettuando interventi per il miglioramento del servizio nell’abitato di Casarano. I lavori riguardano l’inserzione di nuove opere acquedottistiche.

Per consentire l’esecuzione dei lavori, sarà necessario sospendere temporaneamente la normale erogazione idrica lunedì 26 settembre in via Benedetto Croce e via Guglielmo Marconi.

La sospensione avrà la durata di 8 ore, a partire dalle ore 09:00 con ripristino alle ore 17:00.

Disagi saranno avvertiti esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.

Acquedotto Pugliese raccomanda i residenti dell’area interessata di razionalizzare i consumi, evitando gli usi non prioritari dell’acqua nelle ore interessate dall’interruzione idrica. I consumi, infatti, costituiscono una variabile fondamentale per evitare eventuali disagi.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus