Connect with us

Cronaca

«Hai rotto lo specchietto…» Ma è la solita truffa!

Questa volta il furbastro ha dovuto fare i conti con la tenacia di una donna che lo ha costretto a darsi alla fuga con uno stratagemma

Pubblicato

il

Pochi giorni fa una donna di Gallipoli era alla guida della propria autovettura quando, all’improvviso, ha sentito provenire dall’esterno, lato guidatore, un rumore verosimilmente un sasso gettato contro l’asfalto.


Preoccupata per aver preso qualche sasso durante la marcia, la donna ha subito verificato attraverso i tre specchietti retrovisori se ci fosse stato sulla macchina qualche danno, ma nulla sembrava essere danneggiato.


Nel frattempo la donna, proseguendo con la marcia, è stata insistentemente distratta dai fari abbaglianti di una macchina che proveniva da dietro, un’Alfa Romeo Giulietta di colore bianco.


L’insistenza nell’accendere e spegnere i fari abbaglianti, ha indotto la donna a fermarsi per capire cose stesse succedendo.

Dall’altra macchina scendeva l’autista, un uomo di circa 40 anni, alto 1,75 m., di corporatura robusta, capelli corti ma folti, occhi scuri, con accento meridionale, forse siciliano, che ha inveito contro la donna incolpandola di aver rotto lo specchietto retrovisore esterno.


L’insistenza della donna di verificare insieme il danno e di vedere con i propri occhi lo specchietto rotto, ha indotto il truffatore a desistere, infatti, con uno stratagemma è risalito a bordo della sua macchina ed è andato via.


La classica truffa dello specchietto a Gallipoli ha incontrato una donna che non si è persa d’animo e che, manifestando fiducia nella Polizia di Stato, ha subito denunciato l’accaduto, consentendo così agli agenti del Commissariato di Gallipoli di venire a conoscenza del tentativo di truffa e di invitare tutti a prestare la massima attenzione.


Cronaca

Trascinate al largo dalla corrente: choc al mare per due bimbe

Recuperate in un’altra marina due piccole di appena 6 e 7 anni, paura anche per una delle mamme tuffatasi per salvarle

Pubblicato

il

Una giornata da incubo per due bambine e per la mamma di una loro nella marina di Mancaversa (Taviano).

Complice il forte vento che ha soffiato oggi sul Salento, la signora e le due piccole, una del posto ed una di Busto Arsizio, di appena 6 e 7 anni, sono state, loro malgrado, protagoniste di un salvataggio in mare che ha necessitato dell’intervento della Guardia Costiera.

Erano all’incirca le 14 quando le bimbe, che erano in acqua su un gonfiabile non lontano da riva, sono state improvvisamente spinte al largo dalla forte corrente. Nel giro di pochi secondi, impotenti, si sono viste trascinare via. Il bagnasciuga della Spiaggia dei Cavalli, dove si trovavano con i loro familiari, è diventato presto irraggiungibile.

Sono stati minuti di panico puro. Da riva è subito partita una chiamata ai numeri d’emergenza. E da Gallipoli due imbarcazioni della Guardia Costiera hanno raggiunto lo spicchio d’acqua interessato.

Le bambine sono state recuperate all’altezza di Torre Suda, marina già nel territorio di Racale. Fortunatamente illese, seppur sconvolte dall’accaduto.

Paura anche per la mamma di una loro che, nel tentativo di recuperarle, si era disperatamente gettata in mare per poi sparire anche lei nel nulla. Anche la donna, poco dopo, è stata rintracciata, quando si iniziava a temere il peggio: era già partita una chiamata ai vigili del fuoco per richiedere l’intervento di un elicottero.

Continua a Leggere

Casarano

Covid, pochi sparuti casi in provincia

Sono stati registrati 2 decessi: 1 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Taranto

Pubblicato

il

Oggi, in Puglia, sono stati 8.053 i test per l’infezione da Covid-19 con 169 casi positivi registrati, con una incidenza al 2,09%: 60 in provincia di Bari, 24 in provincia di Brindisi, 32 nella provincia BAT, 17 in provincia di Foggia, 7 in provincia di Lecce, 28 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione.

Sono stati registrati 2 decessi: 1 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.582.579 test. 234.546 sono i pazienti guariti. 11.311 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 252.449 così suddivisi:

94.996 nella Provincia di Bari;

25.531 nella Provincia di Bat;

19.645 nella Provincia di Brindisi;

45.055 nella Provincia di Foggia;

26.800 nella Provincia di Lecce;

39.252 nella Provincia di Taranto;

804   attribuiti a residenti fuori regione;

366  provincia di residenza non nota.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 15.6.2021 è disponibile al link: http://rpu.gl/NOb6e

Continua a Leggere

Alliste

Uno col metadone senza etichetta, l’altro ladro seriale: due arresti nello stesso centro

Doppio fermo operato dai carabinieri della Compagnia di Casarano nel Comune di Alliste

Pubblicato

il

I controlli dei carabinieri di Casarano hanno portato a due fermi ad Alliste per due episodi separati e differenti.

Un arresto ha interessato un 44enne, raggiunto da provvedimento emesso dall’ufficio di sorveglianza per le circoscrizioni di Lecce e Brindisi.

L’uomo era già detenuto ai domiciliari per altra causa quando, alcuni giorni fa, è stato sorpreso a bordo della sua autovettura in possesso di due flaconi di metadone privi di etichetta identificativa. I flaconi sono stati sottoposti a sequestro dai carabinieri, debitamente repertati, assunte in carico in attesa di essere versati presso l’ufficio corpi di reato del tribunale di Lecce. Poi, l’uomo è stato sia deferito per essersi rifiutato di sottoporsi ad accertamenti tossicologici, che arrestato. Espletate le formalità di rito, è stato poi associato alla casa circondariale “Borgo san Nicola” di lecce, così come disposto dall’autorità giudiziaria.

Autorità giudiziaria che ha ordinato anche un altro arresto, quello operato dai carabinieri stazione Racale, in questo caso su provvedimento emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Lecce.

È ritenuto responsabile del reato di furto in abitazione aggravato e continuato, commesso dal dicembre 2016 al febbraio 2017 in Alliste. Dovrà scontare la pena definitiva residua di un anno di reclusione. Arrestato, è stato tradotto presso la casa circondariale “Borgo san Nicola” di Lecce.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus