Connect with us

Cronaca

I nostri Vigili del Fuoco al lavoro in Albania

Mentre la terra continua a tremare e il bilancio delle vittime sale anche i pompieri salentini scavano tra le macerie

Pubblicato

il

Mentre la terra continua a tremare in Albania (una nuova violenta scossa ha colpito Durazzo poco prima di mezzogiorno, scatenando il panico tra residenti e soccorritori nei pressi dell’hotel Miramare, sbriciolato dal sisma di martedì) si continua a scavare tra le macerie.

Il bilancio provvisorio è purtroppo salito ad oltre 40 vittime, secondo quanto dichiarato alla tv albanese dal premier Edi Rama. Altri nove corpi sono stati estratti dalle macerie durante la notte. Tra le vittime, ha precisato il premier albanese, ci sono anche quattro bambini tra i tre e gli otto anni e 17 donne. La maggior parte delle vittime è a a Thumane, dove sono state interrotte le ricerche dei dispersi.

Tra i soccorritori sin dal giorno dopo il sisma ci sono anche i Vigili del Fuoco salentini (nove unità dai distaccamenti di Tricase, Maglie e Lecce ingegneri e funzionari)  giunti a Durazzo la sera del 26 novembre a bordo della nave militare Dattilo.

Anche loro stanno dando l’anima nel tentativo disperato di trovare persone ancora in vita sotto le macerie.

Quest’oggi si stanno occupando in particolare di un’abitazione di tre piani abitata da un’intera famiglia e crollata su se stessa (vedi foto).

La palazzina era abitata da un’intera famiglia: dai nonni ai nipoti, 8 persone, una solo in salvo. Sei le vittime i cui corpi sono stati recuperati nel pomeriggio, gli ultimi 4 corpi di una ragazzina di 6/7 anni, due gemellini di un anno e mezzo e una donna adulta, la nonna.

Nella notte ritrovato anche l’ultimo disperso, un anziano disabile.

La sezione operativa di Lecce per là questo venerdì si è spostata su un un’altro cratere di ricerca.

 

 

Cronaca

Colpo fallito nella notte al distributore di carburante di Depressa

Pubblicato

il

2d depressa benzina martella petroli distributore

Tentato furto al distributore di carburante “2D” Martella Petroli di Depressa, a Tricase.

Il colpo mancato è stato registrato nella notte tra martedì 2 e mercoledì 3 giugno, attorno all’1e30, quando due ignoti hanno preso di mira le colonnine del self service. 

Il pronto intervento della “Folgore”, vigilanza privata di Tricase collegata al distributore mediante impianto di videosorveglianza, ha messo in fuga i malintenzionati. 

Sul posto sono accorsi anche i carabinieri che hanno potuto constatare come le macchinette del self fossero intatte. L’unica traccia tangibile, immagini a parte, del passaggio dei due ladri era nei tombini che gli stessi hanno provato a forzare nell’intento, probabilmente, di manomettere proprio l’impianto di telecamere a circuito chiuso che ha rovinato il loro piano. 

Le successive ricerche in zona non hanno dato esito: i malviventi, seppur fuggiti a mani vuote, non sono stati rintracciati.

Continua a Leggere

Cronaca

Parentopoli in Camera di Commercio? Accusa di diffamazione per imprenditore e Pinuccio di “Striscia”

Accusati di diffamazione aggravata ai danni del dottor Maurizio Siciliano per servizio andato in onda su Canale 5 nel marzo 2019

Pubblicato

il

Un servizio di Striscia la Notizia che raccontava di presunti favoritismi all’interno della Camera di Commercio di Lecce ha portato, a margine di un’inchiesta penale, ad un doppio avviso di conclusione delle indagini.

Nelle scorse ore l’inviato pugliese del programma di Canale 5, Pinuccio (al secolo Alessio Giannone) e l’imprenditore Roberto Fatano (Presidente “Laica Associazione delle Imprese e delle Professioni del Salento”) sono accusati di diffamazione aggravata ai danni del dottor Maurizio Siciliano, della Camera di Commercio.

Il servizio sotto accusa andò in onda il 6 marzo del 2019, col titolo “Un daino per nemico”. L’inviato, con una intervista all’imprenditore leccese, alludeva a possibili favoritismi, di una commissione tecnica, pro Maurizio Siciliano. Il servizio di Pinuccio sottolineava come nella commissione in questione presenziava il fratello, Carlo Siciliano, dirigente Asl. Per quella che veniva definita una “strana coincidenza”.

Ora i due indagati avranno 20 giorni per depositare memorie difensive o chiedere di essere interrogati prima che il pm formalizzi l’azione penale.

Continua a Leggere

Attualità

I contagi di oggi in provincia

Il totale dei test effettuati è di 122.546 (1 ogni 33 abitanti ca), i pazienti guariti sono 2.952 e gli attualmente positivi 1.036

Pubblicato

il

Su 1.046 test (1 ogni 3.900 abitanti in Puglia) è risultato positivo un caso nella Provincia di Foggia. Tre i decessi: 2 in provincia di Foggia e 1 in provincia di Bari.

Il totale dei test effettuati è di 122.546 (1 ogni 33 abitanti ca), i pazienti guariti sono 2.952 e gli attualmente positivi 1.036.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.499 così divisi: 1.487 nella Provincia di Bari; 380 nella Provincia di Bat; 650 nella Provincia di Brindisi; 1.157 nella Provincia di Foggia; 515 nella Provincia di Lecce; 281 nella Provincia di Taranto; 29 attribuiti a residenti fuori regione.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus