Connect with us

Castrignano del Capo

Sei gli indagati per la morte del finanziere in servizio a Leuca

Il pm ha iscritto nel registro 5 medici ed il conducente dell’auto coinvolta nel tragico incidente

Pubblicato

il


Sono sei gli indagati per la morte di Giuseppe Barnaba, 57enne finanziere di Gagliano in servizio a Santa Maria di Leuca, deceduto in ospedale dopo un incidente stradale.





I nomi inseriti nel registro dal pm Alessandro Prontera sono quelli di cinque medici dell’ospedale di Tricase che lo hanno seguito dopo il ricovero e quello del conducente della vettura contro cui Barnaba è andato a sbattere. Si tratta di un atto dovuto nell’inchiesta che, per ora, vede come ipotesi di reato l’omicidio colposo e la responsabilità colposa in ambito sanitario.





La triste storia che qualche giorno fa sembrava prossima all’archiviazione, con un malore a categorizzare il decesso, ha visto nelle ultime ore il quadro iniziale messo in dubbio, col rischio che venga addirittura capovolto.





È iniziato tutto mercoledì quando, attorno a mezzogiorno, a bordo di uno scooter, Barnaba è rimasto coinvolto in un violento scontro nel centro di Leuca, in via Quinto Ennio. Dopo aver urtato una vettura, è finito contro una Peugeot. Il 118 lo ha trasportato in ospedale a Tricase, dove è stato ricoverato d’urgenza.





La prima ricostruzione





La ricostruzione delle prime ore parlava a quel punto di un malore accusato dal 57enne in sella allo scooter. Un mancamento, una perdita di coscienza che avrebbe spiegato il mancato controllo del mezzo e lo schianto.




In nosocomio tuttavia, anche a dispetto delle varie fratture riportate, tra cui quella del bacino, si faceva strada l’ottimismo: Barnaba sembrava fuori pericolo.





Poi, come un fulmine a ciel sereno, il decesso. È qui che, tra incidente, presunto malore e qualche patologia pregressa, è scattata la disposizione dell’autopsia da parte del pm Alessandro Prontera, con incarico al dottor Colosimo. La salma di Barnaba è stata condotta a Lecce, nella camera mortuaria del Vito Fazzi.





L’autopsia





Passata ancora qualche ora, ecco l’ultimo colpo di scena: l’autopsia viene rinviata. Mentre la famiglia del 57enne prova a far luce sulla vicenda, assistita dai legali Ivan Mangiullo, Adriana Sanpaoli, Leonardo Branca e Fabio Accogli, spunta un elemento rilevante: una chiamata con la quale il finanziere avrebbe avvisato i suoi parenti di esser rimasto coinvolto in un incidente. Elemento, questo, che metterebbe in dubbio l’ipotesi malore: secondo i suoi familiari (sostenuti anche dal consulente di parte, il dottor Giancarlo Russo, nominato dagli avvocati difensori), era cosciente e non privo di sensi.





L’indagine quindi ora punta ad approfondire l’accaduto tra lo schianto e la morte dell’uomo. Sotto la lente finiscono anche le cure prestate in ospedale. La magistratura vuole chiarire se diagnosi e terapia seguiti in nosocomio siano stati impeccabili. Diventa così imprescindibile bloccare l’esame autoptico per non compromettere il nuovo ramo d’indagine aperto in queste ore.


Attualità

Sindaco Petracca: “Così cambieremo Castrignano e Leuca”

Tanti gli obiettivi: “Attuazione del P.U.G., quello del Piano colore, del Piano Coste, del Piano strategico del commercio, ecc.”

Pubblicato

il

ESCLUSIVA

Le amministrative dello scorso ottobre hanno portato un avvicendamento al Comune di Castrignano del Capo: Santo Papa ha ceduto il passo ad un nuovo sindaco, Francesco Petracca. A poche settimane dalla sua elezione, il primo cittadino fa il punto, con noi, sugli obiettivi della sua amministrazione.
Tra i tanti spunti, non mancano le idee per le frazioni ed importanti novità per la marina fiore all’occhiello: Santa Maria di Leuca.

OBIETTIVI A BREVE TERMINE…

«Una delle priorità, anche in vista della stagione estiva, è la risoluzione delle criticità della viabilità nella marina di Leuca. È necessario attuare una pianificazione volta al decongestionamento del traffico veicolare, per garantire una maggiore fruizione di spazi e servizi, tenendo in debita considerazione le esigenze di chi vive Leuca tutto l’anno.
Ciò permetterà anche una riprogettazione delle aree e la destinazione a ciascuno spazio di una vocazione e attrattiva turistica. Ad esempio, inibendo l’area di P.zza Savoia e P.zza Asti al transito, sarà possibile una riprogettazione dell’area mercatale estiva, garantendo un’attrattiva turistica oltre il lungomare e contribuendo a valorizzare il tanto invocato centro di Leuca.

Sul piano sociale, è vivo e partecipe l’interesse al dialogo con le Associazioni che operano nel nostro Comune. Ci stiamo già attivando in tal senso per le imminenti festività natalizie.
Solido e costruttivo è inoltre il dialogo con la dirigenza scolastica per la risoluzione condivisa di criticità ed esigenze dei nostri ragazzi.
Sul piano dei lavori pubblici, prosegue il completamento delle opere già avviate: le ristrutturazioni della sede municipale, della scuola dell’infanzia di Salignano e del plesso di via Ravenna, ove saranno presto trasferite la biblioteca comunale e la guardia medica».

… e quelli A LUNGO TERMINE

«Tanti gli obiettivi a lungo termine. Ecco i più importanti: L’attuazione del P.U.G., anche in considerazione delle criticità dell’attuale strumento di pianificazione e della sua inadeguatezza, che ha spesso portato a contenziosi; la definizione del Piano delle coste, nonché la ridefinizione e assegnazione delle concessioni demaniali marittime, tenuto conto dei recenti arresti dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato in materia; la predisposizione di un Piano del colore, per concepire in maniera ragionata e armonica lo sviluppo urbanistico del nostro Comune; la redazione del Piano Strategico del Commercio; la riqualificazione dei centri urbani, con particolare attenzione alla cura del verde urbano; la realizzazione di un parcheggio diffuso di interscambio per la marina di Leuca, anche per mezzo di espropri di aree private di pubblico interesse».

PER RILANCIARE LE FRAZIONI

«È necessario restituire il giusto decoro alle principali piazze del Comune. A Salignano: risistemazione della Piazza che ospita il Monumento ai Caduti, svellere l’asfalto di Via Fiume e di Via XXIV Maggio per posizionareil basolato, attribuendo il giusto lustro al centro storico, e realizzare un’area-parco attrezzata, anche per finalità commerciali.

A Giuliano: completamento della pavimentazione del centro storico, estensione della rete fognaria e del gas e ripristino del tetto della Chiesa di San Pietro. Già attiva una collaborazione con la parte della proprietà privata del Castello, intenta a ristrutturazione per fini promozionali, culturali, formativi.

A Leuca: riqualifica di Piazza di Cristo Re, recupero dei vicoli, delle antiche scalinate e di Grotta Porcinara».

CONTRASTO ALLO SPOPOLAMENTO

«Favoriremo chi deciderà di fare impresa a Castrignano, Giuliano e Salignano, consentendo agevolazioni fiscali alle aziende nella fase di avviamento. Metterò in atto misure per attrarre nuovi investimenti, con specifico riguardo alle attività innovative ad alto contenuto tecnologico, e per l’ampliamento di quelle esistenti».

IL RECUPERO DELLE TRADIZIONI

«Mi impegnerò nella divulgazione e promozione dei nostri luoghi e delle nostre bellezze, con l’ausilio e la competenza di esperti, conoscitori e appassionati della storia, dell’arte, della tradizione del nostro territorio».

ABBATTERE LE BARRIERE SOCIALI

«Tutelare la dignità di ogni cittadino, favorire la sua realizzazione sul piano umano, sociale, professionale, sensibilizzare al rispetto della persona, è uno dei principali adempimenti cui l’amministrazione è chiamata. Imprescindibile sarà il completo abbattimento delle barriere architettoniche in ogni spazio pubblico, compresi gli accessi al mare. Di concerto con il Servizio Civico ed il Servizio Civile Nazionale ci adopereremo nel sociale, nei confronti delle fasce più deboli, ad esempio per consegnare i farmaci ospedalieri e gli ausili erogati dalla farmacia distrettuale direttamente a domicilio».

AQP: LEUCA E NON SOLO

«Il progetto di AQP riguarda l’ampliamento della rete idrica e fognante di tutto il territorio comunale. È già stato predisposto il potenziamento e la messa in sicurezza dell’impianto di sollevamento di Leuca e della Marina di Felloniche. L’autorità ha già realizzato apposito bando, l’inizio dei lavori – si auspica- possa avvenire entro settembre 2022. Quanto al rifacimento della condotta premente che insiste nello specifico su via Leonardo Da Vinci, in Leuca, è prevista la realizzazione di due impianti di sollevamento intermedi, oltre al rifacimento integrale della condotta».

Porto di Leuca, I PROSSIMI STEP

«La procedura ad oggi è stata portata a compimento. Si darà attuazione al progetto già finanziato, per €. 277.000,00 di adeguamento dell’area destinata allo sbarco del pescato, con previsione di box per il ricovero di reti e attrezzi per ogni pescatore che voglia farne richiesta, l’installazione di un’isola ecologica per lo smaltimento di oli esausti, reti e altri materiali, oltre al completamento dei servizi e alla installazione di una barra di controllo per l’accesso. Il mio impegno sarà profuso anche all’intercettazione di finanziamenti utili a dare attuazione alle previsioni del piano regolatore, quali ad esempio l’apertura della darsena, la realizzazione di una rampa di accesso per la ridefinizione della viabilità portuale».

UNA NUOVA SCARCIGLIA: CHIMERA O CONCRETA POSSIBILITÀ?

«Oltre al prestigio della firma di un progetto, quello dell’architetto Toti Semeraro, che intende dare nuova vita ad un’opera in stato di abbandono da molti decenni, interessante è la ridefinizione dell’intera area di Punta Meliso.
Il recupero del patrimonio boschivo di tutta la collina, la realizzazione di sentieri di collegamento con il santuario, come pure la messa in sicurezza, recupero e fruizione del tratto costiero di Punta Meliso, attrattiva turistica, perché incontro dei due mari, ma anche luogo caro ai leucani. È già stato dato avvio al progetto di finanziamento, la strada è oramai tracciata, a me insistere sulle tempistiche».

SANTA MARIA DI LEUCA: L’UFFICIO MARITTIMO DIVENTA COMANDO?

«La problematica legata all’aumento degli sbarchi vede il nostro porto crocevia di questa annosa tratta: insieme alle Autorità, siamo in prima linea nell’emergenza. Non di poco conto è anche la questione legata alla custodia e ricovero delle imbarcazioni sottoposte a sequestro. Insieme alla Prefettura di Lecce, mi sto adoperando per cercare di garantire la sicurezza dell’area e attuare protocolli di recupero dei natanti, da destinare ad Associazioni no profit per progetti di interesse sociale.

Il Comandante Generale del corpo delle capitenerie di porto, Ammiraglio ispettore capo Nicola Carlone, mi ha invece palesato la possibilità di potenziare l’attuale Delegazione, attraverso la trasformazione dell’Ufficio locale Marittimo in Comando. Sarà pertanto necessario adeguare e ampliare l’attuale sede».
Lorenzo Zito

Continua a Leggere

Castrignano del Capo

Sette giocatori positivi al Covid, salta la partita di domenica

Tutti i componenti della squadra attualmente negativi continueranno ad allenarsi. Non si disputerà la gara di campionato di domenica prossima 

Pubblicato

il

Focolaio Covid fra i giocatori della Asd Leuca calcio, sono 7 gli atleti positivi. La squadra che milita nel campionato di promozione, dopo aver riscontrato i sette calciatori positivi al Covid, ha posto in isolamento domiciliare gli stessi sotto la cura e supervisione dello staff medico della società.

L’Asd Capo di Leuca, in una nota, ha chiarito che”tutti i componenti della squadra attualmente negativi continueranno ad allenarsi. Non si disputerà la gara di campionato di domenica prossima  contro l’Avetrana in terra tarantina”.

L’Asd Capo di Leuca si fermerà per la seconda volta, la prima è stata quella di domenica scorsa, la partita che si doveva disputare era contro il Ginosa e si doveva tenere a Castrignano del Capo.
Continua a Leggere

Castrignano del Capo

Alti ufficiali di Marina arrivano in elicottero: visita speciale a Leuca

Pubblicato

il

Ospiti speciali oggi presso la Capitaneria di Porto di Santa Maria di Leuca.

In visita, con elicottero, è arrivato il comandante generale del Corpo delle Capitanerie di porto, ammiraglio ispettore capo Nicola Carlone, col capo del Compartimento marittimo di Gallipoli, capitano di vascello Pasquale Vitiello ed il comandante in II della Direzione marittima di Bari, capitano di vascello Attilio Maria Daconto.

Il particolare momento storico, con numerosi sbarchi di migranti sulle nostre coste, vede impegnato quotidianamente il personale del Corpo nella salvaguardia della sicurezza della navigazione e della vita in mare.

Quella di oggi, quindi, è stata una occasione per incontrare i componenti dell’Ufficio locale marittimo e render merito al loro lavoro, nonché per conoscere il sindaco di Castrignano del Capo.

Queste le ragioni ufficiali della visita. Secondo voci, invece, vi sarebbero anche altre ragioni dietro all’arrivo dal cielo degli alti gradi. In ballo infatti vi sarebbe un possibile potenziamento dell’Ufficio medesimo, proprio in risposta alla crescente mole di lavoro.

L’arrivo dal cielo

L’arrivo di oggi non è certo passato inosservato. Un elicottero ha condotto i visitatori speciali a Castrignano del Capo, presso il parcheggio del locale campo sportivo. Da lì, poi, il breve trasferimento in auto presso la marina.

Video di Massimo Cordella
Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus