Connect with us

Cavallino

Malore alla guida, muore medico di famiglia

Il dottor Tommaso Greco era amatissimo e conosciutissimo a Castromediano dove svolgeva la sua professione da molti anni. Camera ardente in chiesa, funerale alle 16

Pubblicato

il

È morto il dr. Tommaso Greco, medico di famiglia amatissimo e conosciutissimo a Castromediano dove svolgeva la sua professione da molti anni.


Ne dà notizia SalentoSalute che riporta come ieri mattina, dopo l’ultima visita in ambulatorio, insieme alla moglie, il medico avesse deciso di recarsi a San Cataldo per una passeggiata.


Attorno a mezzogiorno, mentre era alla guida sulla via per la marina leccese, ha avvertito un malore in seguito del quale è uscito di strada.


Dovrebbe trattarsi di infarto: è stato trasportato d’urgenza al “Vito Fazzi”, dove però il suo cuore ha cessato di battere.


Per onorarne la memoria il parroco, don Sebastiano Latino, ha disposto che la salma venga esposta dalle ore 11  di oggi nella chiesa parrocchiale di Castromediano. Seguiranno i funerali nel pomeriggio alle 16.

Questo darà la possibilità a molte persone che non avrebbero potuto recarsi nella camera mortuaria, di dare l’addio al medico amico di tutti.


Il sindaco di Cavallino, Bruno Ciccarese, ha disposto la pubblicazione dei manifesti di lutto nel territorio comunale.


Il dr. Greco è una figura storica della frazione, dove abitava in via Marconi.  Lascia la moglie e due figli. Sarebbe andato in pensione fra qualche anno.


Sempre disponibile per tutti i suoi pazienti che andava a visitare in casa, come il caritatevole medico di una volta. Lascia un grande vuoto in tutta la comunità.


Cavallino

Si ribalta su un’uscita della Lecce-Maglie: spavento per conducente

Sinistro nel pomeriggio all’altezza di Cavallino: necessario intervento del 115

Pubblicato

il

Disavventura stradale nel pomeriggio di oggi per il conducente di una Fiat Panda lungo la strada statale 16.
Poco prima delle 17e30 i vigili del fuoco di Lecce sono intervenuti lungo la Maglie-Lecce all’altezza dell’uscita per Cavallino per prestare soccorso ad una vettura ribaltatasi.
Sul posto infatti, a bordo strada, vi era una Panda che, in un incidente che con tutta probabilità non ha visto il coinvolgimento di altri mezzi, era adagiata sul tettuccio.
L’uomo alla guida dell’auto fortunatamente era riuscito ad uscire autonomamente dall’abitacolo, illeso.
I Vigili del fuoco hanno provveduto alla messa in sicurezza del veicolo ed alle operazioni atte alla sua rimozione, per la normale ripresa della circolazione stradale.

 

Continua a Leggere

Cavallino

Carambola di auto sulla Sp 375, ad avere la peggio un 63enne

I vigili del fuoco hanno provveduto alla messa in sicurezza delle autovetture

Pubblicato

il

Questa mattina, verso le 10,oo, una squadra dei vigili del fuoco di Lecce sono dovuti intervenire anche sulla strada provinciale 375, Lizzanello-Cavallino, per portare soccorso all’ennesimo incidente stradale che ha visto coinvolte tre autovetture: una VW T-Rock, una Daewoo Matis ed una Fiat Panda.

Ad avere la peggio il conducente della T-Rock, di anni 63, che è stato trasportato presso l’ospedale più vicino in codice giallo.

Sempre i vigili del fuoco hanno provveduto alla messa in sicurezza delle autovetture.

Continua a Leggere

Aradeo

Auto, furgoni e mezzi pesanti in fiamme: 53 in un mese!

La Prefettura corre ai ripari: date disposizioni per il potenziamento dei servizi di vigilanza e controllo del territorio soprattutto nelle ore notturne, con particolare attenzione alle tipologie di luoghi dove si sono verificati gli episodi e alle aeree industriali

Pubblicato

il

Pare quasi ci sia un malsano spirito di emulazione dietro a quanto sta accadendo nel Salento tanto si stanno ripetendo episodi di auto e mezzi pesanti dati alle fiamme.

Nell’arco di trenta giorni sono infatti 53 i mezzi incendiati nella nostra provincia. E nell’elenco non ci facciamo mancare proprio nulla: vetture di amministratori, tra assessori e consiglieri comunali, e di semplici cittadini; camion, furgoni di piccole o più meno grandi imprese, autocompattatori per la raccolta rifiuti.

Così come sono tanti i centri teatro di tali episodi criminali. Da Squinzano, dove è avvenuto l’ultimo pisodio, a Martano a Collepasso.

A Casarano il destino avverso è toccato a cinque auto della concessionaria Renault; addirittura cinque autocompattatori ed un furgone della Tekneko. Tutti parcheggiati proprio nella sede della ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti in città.

A Taviano, proprio nella notte di San Martino, protettore del paese, distrutti dalle fiamme 5 autocompattatori della Gial Plast, l’azienda che si occupa della raccolta di rifiuti in diversi comuni della zona.

L’elenco è ancora lungo ed ha coinvolto Lecce, San Pietro in Lama, Campi Salentina, Carmiano, Cavallino, OtrantoSternatia, Gagliano del Capo, Ruffano (foto in alto), Ugento, Matino, Gallipoli, Nardò, Seclì ed Aradeo.

Visto il dilagare del fenomeno la Prefettura ha dato disposizioni per il potenziamento dei servizi di vigilanza e controllo del territorio soprattutto nelle ore notturne, con particolare attenzione alle tipologie di luoghi dove si sono verificati gli episodi e alle aeree industriali.

Speriamo possa bastare.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus