Connect with us

Cronaca

Maltrattamenti in famiglia: arresto a Ruffano

Noncurante del divieto di avvicinamento impostogli in passato, torna a casa a importunare madre e sorella

Pubblicato

il

Nella giornata di venerdì scorso, i carabinieri della Stazione di Ruffano, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Lecce, hanno arrestato Rocco Marra, 23enne di Supersano.

L’uomo, già sottoposto alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare, è accusato di reati concernenti maltrattamenti in famiglia.

Rocco Marra, 23 anni

Rocco Marra, 23 anni

Nella mattinata giovedì 26, infatti, la madre del giovane, U.S., ha denunciato ai carabinieri di Ruffano il comportamento del figlio, riferendone i comportamenti violenti.

Da diverso tempo, Rocco Marra, contro la volontà della madre e noncurante del divieto impostogli dal Tribunale di Lecce, per precedenti maltrattamenti, aveva fatto rientro in casa con prepotenza. Il suo ritorno aveva provocato, sia nella madre che nella sorella, forte tensione e paura, a causa del suo atteggiamento.

La madre del 23enne, inoltre, ha riferito ai militari di non aver denunciato il figlio per tempo proprio per timore delle ripercussioni e per il rischio concreto di subire ulteriori maltrattamenti.

Nella serata di mercoledì 25, prima della mattinata in cui è stata ascoltata in caserma, la donna ha trovato la forza di contattare i carabinieri, richiedendone l’intervento presso la sua abitazione, vista l’irreversibile situazione di pericolo.

Marra, compresa la situazione e intuito l’arrivo degli uomini dell’Arma, nel frattempo si era allontanato dall’abitazione familiare.

Dell’intera vicenda è stata informata la Procura della Repubblica ed il Tribunale di Lecce, che hanno in seguito emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, subito eseguita dai militari della Stazione di Ruffano.

Il 23enne, completate le formalità di rito, è stato quindi trasportato presso la casa circondariale di Lecce.

Attualità

Covid, pochi contagi anche oggi in Puglia

E ancora zero decessi in provincia

Pubblicato

il

Come ieri in Puglia si registrano 4 nuovi casi di Covid 18, e 998 tamponi effetuati.

I quattro casi rilevati sono così suddivisi: 3 nella Provincia di Bari; 0 nella Provincia di Bat; 0 nella Provincia di Brindisi; 1 nella Provincia di Foggia; 0 nella Provincia di Lecce; 0 nella Provincia di Taranto;

Sono stati registrati 2 decessi: 1 in provincia di Bari, 1 in provincia di Foggia.

In totale sono stati effettuati in tutto 119.650 test; i pazienti guariti sono 2.837, mentre 1.155 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.498 così divisi: 1.486 nella Provincia di Bari; 380 nella Provincia di Bat; 651 nella Provincia di Brindisi; 1.156 nella Provincia di Foggia; 515 nella Provincia di Lecce; 281 nella Provincia di Taranto; 29 attribuiti a residenti fuori regione.

Continua a Leggere

Cronaca

La madre vuole separarsi ed il figlio la minaccia col coltello

L’uomo, spinto dalla gelosia, nella serata di ieri ha inseguito la coppia

Pubblicato

il

Arrestato a Parabita un 22enne che, a causa della separazione della madre dal mariro ed alla relazione con un nuovo compagno, li ha minacci con un coltello da cucina. Così, dopo l’ennesimo atto di stalking, per lui sono scattate le manette.

L’uomo, spinto dalla gelosia, nella serata di ieri ha inseguito la coppia in strada, si è avvicinato all’autovettura dove si trovavano madre e convivente, ed a puntato loro la lama.

L’arrestato, dopo le formalità rito, è stato messo agli arresti domiciliari

Continua a Leggere

Caprarica di Lecce

Violenta grandinata, tanti i danni

Dopo la sfuriata meteorologica di ieri, oggi il meteo ha concesso il bis. Le foto

Pubblicato

il

Dopo la sfuriata meteorologica di ieri, oggi il meteo ha concesso il bis. L’unica variazione all’opera è quella toponomastica dopo Poggiardo e Ruffano di ieri, oggi il maltempo ha imperversato nella Grecia salentina ed in particolar modo a Galatina. La sorpresa, per questo periodo di quasi estate, è stata quella di vedere, dopo le prime gocce d’acqua, dei rovesci con grossi cubetti di grandine, e le strade che sembrano ricoperte di neve. In un battibaleno sono state colpite anche e distrutte verdure e vigneti. Di seguito alcune foto pubblicate dalla protezione civile.
Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus