Connect with us

Cronaca

Meno morti e ricoverati, ma sale ancora l’incidenza: il bollettino Covid

Pubblicato

il

Su 12.290 test per l’infezione da Covid-19, sono stati registrati 1.501 casi positivi nella giornata odierna: 422 in provincia di Bari, 113 in provincia di Brindisi, 221 nella provincia BAT, 332 in provincia di Foggia, 226 in provincia di Lecce, 179 in provincia di Taranto, 2 casi di residenti fuori regione, 6 casi di provincia di residenza non nota.

Sono stati registrati anche 30 decessi: 13 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 2 in provincia BAT, 5 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 6 in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.211.107 test.

179.232 sono i pazienti guariti.

48.429 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 233.497 così suddivisi:

89814 nella Provincia di Bari;

22.999 nella Provincia di Bat;

17.463 nella Provincia di Brindisi;

42.202 nella Provincia di Foggia;

23.187 nella Provincia di Lecce;

36.715 nella Provincia di Taranto;

752 attribuiti a residenti fuori regione;

365 provincia di residenza non nota.

I dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure

per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche,

finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 29.4.2021 è disponibile qui.


Attualità

Leonardo Donno dopo l’aggressione in parlamento: “Io non mollo”

Il deputato salentino: “Io non mi fermo, il Movimento 5 Stelle non si ferma. Per questo martedì saremo in piazza per dire NO al folle progetto dell’autonomia differenziata e del premierato. Saremo in piazza con le nostre bandiere tricolore per dire NO a chi vuole spaccare la coesione e l’unità nazionale”

Pubblicato

il

L’onorevole Leonardo Donno, dopo la ormai nota aggressione subita in parlamento, è tornato sul larga mento innanzitutto per ringraziare  tutti “per il sostegno, siete stati tantissimi”.

Poi entra nell’argomento: “Le immagini che sono rimbalzate in questi giorni nelle tv italiane ma anche all’estero valgono più di mille parole. La verità è sotto gli occhi di tutti, come è chiaro che stringere la bandiera del nostro Paese per qualcuno è un oltraggio che lo porta addirittura a indietreggiare”.

Il deputato salentino passa al contrattacco: “Questo è il centrodestra. Questi sono i ‘patrioti’ che a un gesto pacifico hanno risposto con la violenza. E quando al peggio non c’è mai fine spuntano pure le sanzioni dell’Ufficio di presidenza che hanno messo sullo stesso piano l’aggredito e l’aggressore. Siamo alla farsa”.

Nonostante il dolore e la rabbia provati Leonardo Donno non si arrende: “Forse pensano di fermarci, o di prendere in giro gli italiani. La verità è che non ci fanno paura”

Infine l’annuncio: “Io non mi fermo, il Movimento 5 Stelle non si ferma. Per questo martedì saremo in piazza per dire NO al folle progetto dell’autonomia differenziata e del premierato. Saremo in piazza con le nostre bandiere tricolore per dire NO a chi vuole spaccare la coesione e l’unità nazionale”.

Continua a Leggere

Cronaca

Cumulo di rifiuti abbandonati a Tricase, la segnalazione: “E se…?”

Il messaggio al sindaco di una nostra lettrice: “Inasprire le regole sulla differenziata potrebbe avere effetto contrario”

Pubblicato

il

Riceviamo e pubblichiamo una segnalazione giunta in Redazione ed accompagnata da una considerazione.

Foto di cumuli di spazzatura da Tricase, in pieno centro abitato, in via Quintino Sella a pochi giorni dall’annunciato inasprimento di regole e controlli in merito alla differenziata ed all’utilizzo degli appositi sacchetti.

La domanda, indirizzata al sindaco dalla nostra lettrice, è: “E se tutto questo spingesse gli incivili ad un aumento dell’abbandono dei rifiuti?”

Continua a Leggere

Cronaca

Tricase: donna ritrovata senza vita in casa

È accaduto nel quartiere di Sant’Eufemia. Tra le ipotesi degli inquirenti prende piede quella del suicidio

Pubblicato

il

Tragedia nel rione Sant’Eufemia a Tricase.

Attoniti gli abitanti del quartiere per quanto accaduto in via del Gonfalone.

Una donna di mezza età del posto è stata ritrovata in casa senza vita.

Non vi sono dichiarazioni ufficiali a riguardo ma a quanto trapela gli inquirenti propenderebbero all’ipotesi del suicidio.

La donna non era sposata e viveva sola in casa.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus