Connect with us

Cavallino

Omicidio-suicidio a Torino: le ultime ore prima della tragedia

Pubblicato

il

Una tragedia che non è nata dal nulla quella consumatasi ieri a Torino in una famiglia salentina.

Chiara Rollo, 33 anni, ingegnere gestionale, viveva all’ombra della mole. Sua mamma, Luana Antonazzo, 60 anni, insegnante di matematica a Lecce, si era accorta da tempo che qualcosa non andava e venerdì si è precipitata in Piemonte dalla figlia.

Ha provato convincerla a tornare a casa, a Cavallino, ma Chiara, ieri notte, l’ha freddata a coltellate.

E poi, quando gli agenti della polizia hanno raggiunto il suo appartamento, si è buttata dal nono piano, l’ultimo, del palazzo dove abitava.

Il fidanzato Matteo ha lanciato l’allarme. La madre, prima dell’aggressione, lo aveva sentito per chiedere il suo aiuto.

Gli aveva detto che sua figlia non sembrava più in sé: era diventata aggressiva e le sembrava scompensata.

Queste le parole nel messaggio inviatogli alle 4e30, poco prima di morire.

Matteo al risveglio ha letto quanto scritto dalla donna. Ma era ormai troppo tardi.

Chiara soffriva di una forma di psicosi comportamentale che, da quanto racconta chi la conosceva, l’aveva portata nel 2019 ad un ricovero. Poi aveva perso il lavoro. Un duro colpo arrivato pochi giorni fa, a fine giugno. Alla madre aveva detto di sentir di aver fallito.

L’istinto materno qui non serviva per far capire alla 60enne che la figlia aveva bisogno di aiuto. Da qui il viaggio con partenza immediata che l’ha portata al tragico ed inatteso epilogo.

Cavallino

A Cavallino JFK diventa “Kennedi”

Pubblicato

il

Ci risiamo. Un altro cartello stradale odonomastico con un grossolano errore.

Stavolta siamo a Cavallino. Come già accaduto a Tricase con via Salvo D’Acquisto diventata via Salvo S’Acquisto, qui è John Fitzgerald Kennedy a pagare dazio.

All’angolo con via Cattaneo, la strada dedicata alla memoria del 35esimo presidente degli Stati Uniti d’America diventa Via Kennedi.

Lo scatto postato su Facebook da Marco Rizzo in un gruppo che riunisce tanti utenti di Cavallino ha dato spazio all’ironia e all’incredulità.

Continua a Leggere

Cavallino

Furto in abitazione: caccia al ladro a Cavallino

Pubblicato

il

Un furto in abitazione nella mattina di sabato ha seminato scompiglio in quel di Cavallino.

Approfittando dell’assenza dei proprietari, ignoti si sono intrufolati in una casa fuggendo poi indisturbati.

Poco dopo la scoperta, quando però era già troppo tardi. È partita la caccia al ladro, con scia anche sui social.

Su Facebook la vittima del furto ha reso pubblico l’accaduto, mettendo in guardia i compaesani e chiedendo aiuto (nel caso qualcuno avesse notato qualcosa).

Nessuna informazione certa al momento. Solo voci, tutte da confermare: qualcuno avrebbe notato una Volkswagen Golf di colore scuro con a bordo 4 individui non della zona. Ribadiamo, però, che si tratta solo di sospetti ancora privi di fondamento: non è detto che le persone viste in zona possano avere a che fare col furto.

Continua a Leggere

Cavallino

Schianto a mezzanotte, perde la vita poliziotto

Pubblicato

il

Ancora una vittima della strada, nel giro di poche ore, in Salento.

Nella notte ha perso la vita un poliziotto, Tommaso Verdoscia, 49 anni, di Sternatia.

Alla guida della sua Fiat Punto si è schiantato sulla Cavallino-San Donato attorno alla mezzanotte.

Violento l’impatto, maciullate le lamiere dell’auto. Per lui nulla da fare all’arrivo del 118.

I carabinieri si sono occupati dei rilievi. Ancora incerta la dinamica. L’auto del poliziotto potrebbe aver urtato il guardrail sulla Lecce-Maglie. Altre due auto sono poi sopraggiunte, non riuscendo ad evitare l’impatto. Fosse confermata questa ricostruzione, andranno poi fatti degli approfondimenti per capire se all’origine del tutto possa esserci stato un malore della vittima o un semplice colpo di sonno.

Solo poche ore prima, nel weekend, avevano perso la vita un militare in un incidente in moto ed un ragazzo di appena 20 anni per una caduta in scooter.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus