Connect with us

Corsano

Piscine e immobili abusivi: sequestri e denunce a Presicce-Acquarica e Corsano

Controlli a tutela del vincolo paesaggistico: i carabinieri forestali setacciano il territorio e sequestrano tre cantieri. Denunciate 4 persone

Pubblicato

il

+++ Segui tutti gli aggiornamenti dalla nostra Redazione gratuitamente anche via WhatsApp nel canale dedicato: clicca qui +++


Il territorio salentino è passato al setaccio dai Carabinieri Forestali dei Nuclei dipendenti dal Gruppo di Lecce, in un’azione a vasto raggio per la verifica del rispetto del vincolo paesaggistico, cioè delle aree sottoposte a particolare tutela dal Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR) e dal Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio (D.Lgs. 42/2004), come boschi, emergenze naturalistiche, geologiche, idriche e comunque di particolare pregio, individuate dalla Regione.


La capillarità dell’azione di vigilanza è motivata dalla notevole pressione cui è sottoposto il territorio, con ripetuti e diffusi tentativi di realizzare interventi edilizi, sovente per aspettative di sfruttamento per finalità turistico-residenziali, laddove gli stessi non sarebbero consentiti, eludendo in tutto o in parte i vincoli.


I Forestali del Nucleo di Tricase, nel corso di una giornata dedicata a questi controlli, hanno individuato complessivamente tre cantieri, nelle aree rurali di Presicce-Acquarica e Corsano, dove erano in corso, in zone gravate dal vincolo paesaggistico, lavori edili per realizzare opere difformi da quanto assentito con i rispettivi titoli abilitativi, o addirittura senza alcun permesso.


In particolare, in un fabbricato rurale ad uso agrituristico si stava trasformando un pergolato in un nuovo vano, realizzando un aumento di volumetria non consentito.


In un altro caso era in fase di realizzazione un deposito rustico su un precedente, demolito, in difetto di permesso di costruire.

Infine, un ampliamento di un fabbricato rurale preesistente, con esecuzione di uno scavo per la realizzazione di una piscina, anche in questo caso senza permesso.


I tre cantieri sono stati sottoposti a sequestro preventivo penale dai militari.


I proprietari, complessivamente 4 persone, sono stati deferiti in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Lecce, per violazione dell’art. 181 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, e dell’art. 44 del Testo Unico dell’Edilizia e Urbanistica (D.P.R. 380/2001).



Attualità

AQP: “A Corsano mancherà l’acqua per alcuni lavori”

Disagi saranno avvertiti esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.

Pubblicato

il

L’acquedotto Pugliese fa sapere che, per consentire l’esecuzione di alcuni lavori, sarà necessario sospendere temporaneamente la normale erogazione idrica il 22 aprile 2024, in via Nino Bixio, a Corsano.

La sospensione avrà la durata di 8 ore, a partire dalle ore 9:00 con ripristino alle ore 17:00.

Disagi saranno avvertiti esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.

Continua a Leggere

Alessano

Chiesti tre ergastoli e 27 anni di reclusione per l’omicidio dell’anziano di Castri. Gli imputati tutti del Capo di Leuca

Gli accusati rispondono, in concorso, dell’accusa di omicidio volontario con l’aggravante dell’aver commesso il delitto allo scopo di eseguire quello di rapina…

Pubblicato

il

Tre ergastoli e 27 anni per un quarto imputato, questa la richiesta dell’accusa al termine del processo per la morte di Donato Montinaro, il 76enne vittima di una rapina, a giugno 2022, a Castri.  Condanne chieste dal PM Erika Masetti che oggi ha tenuto la requisitoria nell’aula bunker del carcere di Borgo San Nicola.

Gli accusati erano finiti in carcere nell’ottobre del 2022 per l’omicidio del 76enne e perché adescavano «vecchietti benestanti».

Per Patrizia Piccinni, 50 anni, di Alessano (difesa dall’avvocato David Alemanno), Angela Martella, 60 anni di Salve (difesa dall’avvocato Silvio Verri), e l’ultimo degli arrestati in ordine cronologico: Emanuele Forte, 32 anni di Corsano (difeso dall’avvocato Marco Costantini) è stato chiesto l’ergastolo con isolamento diurno per uno o due anni.

Per il pentito Antonio Esposito, 41enne, di Corsano (assistito dall’avvocato Luca Puce) è stata chiesta la pena più bassa, di 27 anni.

Rispondono, in concorso, dell’accusa di omicidio volontario con l’aggravante dell’aver commesso il delitto allo scopo di eseguire quello di rapina.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Corsano ospita Eugenia Carfora, la “preside-coraggio” di Caivano

Pubblicato

il

La Preside-coraggio Eugenia Carfora, Dirigente dell’Istituto Superiore “F. Morano” di Caivano, sarà ospite a Corsano per una iniziativa sulla legalità.

Sabato 13 aprile alle 18, presso la sala consiliare del Comune di Corsano, si terrà “La Legalità fa Scuola”, un incontro di sensibilizzazione realizzato dall’associazione Idee a Sud Est, di concerto con l’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Corsano e la Comunità Emmanuel, nell’ambito del progetto “In-dipendenti Corsano2024”.

L’iniziativa è rivolta all’intera comunità – afferma l’Assessore ai Servizi Sociali Enza De Francesco – con un focus particolare alle famiglie ed ai ragazzi, grazie al coinvolgimento dell’Istituto Comprensivo “B. Antonazzo” di Corsano e dell’Istituto Superiore “G. Salvemini” di Alessano. Questa è una tappa importante del progetto <<In-dipendenti Corsano2024>>, fortemente voluto dall’assessorato e dalle encomiabili dipendenti, in forza del quale abbiamo già attivato uno sportello psicologico per i ragazzi e percorsi di contrasto alle dipendenze”.

L’incontro moderato dall’Avv. Carlo Ciardo, Presidente dell’associazione Idee a Sud Est, vedrà la partecipazione della vulcanica Prof.ssa Eugenia Carfora, da 17 anni Dirigente scolastica nella complessa realtà campana di Caivano, tristemente nota come la più grande piazza di spaccio d’Europa, è fortemente impegnata nella battaglia contro la dispersione scolastica ed in favore di una scuola sempre aperta anche di notte. Le è stato attribuito l’appellativo di “Preside coraggio” perché per prima ha scelto di non accettare che gli alunni non si presentassero a scuola in un territorio contraddistinto da mille difficolta.

Con lei dialogheranno il Dott. Roberto Tanisi, Magistrato e già Presidente del Tribunale di Lecce e la Prof.ssa Chiara Vantaggiato, Dirigente dell’Istituto Superiore “Salvemini” di Alessano.

La serata sarà introdotta da Enza De Francesco, Assessore ai Servizi Sociali, dopo i saluti del Sindaco di Corsano Dott. Biagio Raona, del Parroco don William Del Vecchio, del Dott. Danilo Cozzoli della Comunità Emmanuel e del Dirigente dell’Istituto Comprensivo di Corsano Prof. Fernando Simone.

L’incontro con Eugenia Carfora è un momento significativo – dichiara l’Avv. Carlo Ciardo – anche grazie all’intervento di altre qualificate personalità come il Dott. Tanisi e la Professoressa Vantaggiato. La loro presenza, insieme ai ragazzi, alle famiglie, agli insegnanti ed al Dirigente dell’Istituto Comprensivo di Corsano, consentirà di comporre il quadro tanto complesso quanto essenziale che lega formazione, legalità e giustizia. In questo modo l’associazione Idee a Sud Est continua a tessere il filo di un racconto che parte dal Capo di Leuca per abbracciare tematiche e protagonisti dal respiro ampio. Lo facciamo con costanza, impegno, ma anche con l’orgoglio di ospitare persone che hanno un vissuto umano e professionale che rappresenta un indubbio insegnamento di vita”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus