Connect with us

Cronaca

Ridotta in fin di vita dal compagno, la salva una chiamata alla polizia dei vicini

Tramortita nel suo letto e con il volto tumefatto. In casa la coinquilina, bloccata dalla paura. La violenza, non nuova, mai denunciata per timore

Pubblicato

il


Una scena di violenza che ha dell’incredibile ma, purtroppo, non è così inusuale. È quello che le forze dell’ordine ed i soccorsi si son trovati dinanzi qualche notte fa in una casa a Lecce.





A salvare una giovane donna, aggredita dal compagno, i vicini di casa: da loro è partita la richiesta d’intervento al 113, a causa dei rumori uditi attraverso le pareti.





Nel suo letto, ferita e tramortita, una 27enne era quasi in fin di vita. Era l’alba di giovedì, in via Rudiae. Accanto a lei l’uomo che l’aveva colpita a sangue. Alla porta, ad aprire agli agenti, la coinquilina che, terrorizzata dalla violenza che si stava consumando nell’altra stanza di casa sua, era rimasta immobilizzata, senza riuscire a chiedere aiuto per timore di ripercussioni.




Una scena di inaudita violenza che solo per fortuna non si è conclusa in modo irrimediabile.





La vittima ha riportato un trauma cranico. Fronte, naso e bocca tumefatto. È stata portata al Vito Fazzi dove è stata ricoverata in prognosi riservata.





A ridurla così il compagno, tratto in arresto. Nelle ore seguenti è emerso come episodi di questo tipo fossero già capitati, con minore ma non meno grave violenza. La furia dell’uomo, con precedenti per spaccio e mai denunciato per paura dalla compagna, era dettata da folle gelosia.


Cronaca

Abusi sulle nipotine: nonno chiede giustizia riparativa

Il 77enne salentino che si era autodenunciato potrebbe avere accesso al percorso previsto dalla recente riforma Cartabia

Pubblicato

il

Ha chiesto di poter seguire un programma di giustizia riparativa il nonno salentino che, pochi mesi fa, ha confessato di aver abusato delle sue due nipotine.

Il pentimento, la lettera e la richiesta di esser sottoposto a misura cautelare erano stati gli step precedenti, sul finire del 2022. L’uomo, 77 anni, del nord Salento, si era autodenunciato, raccontando quanto fatto tra il 2017 ed il 2019 alla nipotina che di 6 anni, e poi anche alla più grande, di 7 (ricordiamo che, a tutela dell’identità delle vittime, non viene resa nota la località in questione).

Il sostituto procuratore Erika Masetti, che ha indagato sulla vicenda per violenza sessuale, lo ha ascoltato in un interrogatorio.

Ora si potrebbe procedere, se fosse avallata la richiesta del 77enne, secondo quanto introdotto dalla recente riforma Cartabia, che prevede la possibilità di un percorso riparativo ed il giudizio con rito abbreviato.

La decisione spetterà al giudice Sergio Tosi, nell’udienza del prossimo 10 marzo.

Continua a Leggere

Cronaca

SS 275, autoambulanza fuori strada: nessun ferito

Pubblicato

il

Un’autoambulanza del 118 è finita fuoristrada sulla SS275, nei pressi di Surano.

Il mezzo, partito dal centro operativo del distretto ASL di Martano, è finito fuori dalla carreggiata, tra le campagne, ribaltandosi.

Fortunatamente nessuna grave conseguenza: illesi sia il conducente che gli altri componenti dell’equipaggio sanitario.

Continua a Leggere

Cronaca

Lecce, parti del campanile del Duomo vengono giù

Intorno alle ore 16 i vigili del fuoco sono dovuti intervenire per mettere l’aria in sicurezza

Pubblicato

il

Parti del Campanile del Duomo di Lecce venivano giù, a causa del maltempo abbattutosi sul Salento.

Così nel pomeriggio, erano le 16 circa, una squadra dei vigili del fuoco di Lecce unitamente ad un supporto con autoscale è intervenuta presso il Duomo di Lecce e nello specifico sul campanile per il distacco di parti della struttura, pare soprattutto calcinacci.

I Vigili del Fuoco hanno provveduto alla messa in sicurezza della zona operazioni.
Richiesto l’intervento del tecnico comunale per le proprie competenze.

La zona è stata delimitata e interdetta dai Vigili del Fuoco.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus