Connect with us

Cronaca

Sanità: pazienti in balìa di macchinari guasti

La disavventura di un paziente in delicate condizioni di salute, costretto vanamente a interrompere terapie farmacologiche vitali ed a digiunare

Pubblicato

il

Tra le numerose segnalazioni ricevute dallo “Sportello dei Diritti” e segnalate alla stampa, non mancano quelle riguardanti la sanità.


Ultima, la storia di un paziente del Vito Fazzi di Lecce, caso emblematico tra i tanti.


Il paziente in questione“, spiega Giovanni D’Agata, dello “Sportello dei Diritti”, “si trova attualmente costretto a lottare assieme al figlio per effettuare una scintigrafia presso l’ospedale di Lecce. E la storia, purtroppo, ha avuto una serie di epiloghi incredibili, ma la cosa più eclatante, riteniamo sia quella che nonostante la prenotazione avvenuta circa 9 mesi fa e a causa del dichiarato guasto dell’apparecchiatura s’è visto ripetutamente rifiutare l’effettuazione dell’indispensabile esame mentre, a causa della prenotazione dello stesso, ha più volte sospeso le terapie mediche “salvavita” che gli sono state prescritte“.


Il figlio del malcapitato paziente, ha raccontato la storia del padre: “72 anni, con 2 precedenti infarti (uno 9 mesi fa). Gli è stata prescritta dallo specialista una scintografia cardiaca dopo la diagnosi di una nuova coronaria in chiusura. Ha il diabete, ha una forma seria di stress dovuta alla malattia e fa 4 insuline al giorno. Per 9 mesi ha atteso con una certa preoccupazione l’esame, 2 giorni prima ha interrotto qualsiasi terapia, sia quelle per il cuore, di una certa importanza visto che serve a prevenire un nuovo infarto, sia quella con cardioaspirina, sia l’insulina. È rimasto a digiuno 24 ore, si è presentato in ospedale dove lo hanno tenuto in attesa per 8 ore dicendo che stavano provando a riparare il macchinario poiché guasto. Nulla da fare: è ritornato a casa con un’ipoglicemia e stress“.

Lo stesso racconta di esser stato ricontattato l’indomani, ma: “Stessa storia: sospensione delle terapie farmacologiche e digiuno, per poi essere ricontattato per annullamento della visita poiché il macchinario era nuovamente guasto“.


Mentre i familiari del paziente valutano se procedere per via legali, dati i danni patiti dall’interessato, ci si chiede se non sia il caso di fornire, quantomeno per strumentazioni e visite di un certo rilievo e di una certa importanza e delicatezza, una valida alternativa per situazioni emergenziali o di imprevisto.


Cronaca

Guardia di Finanza: intercettato veliero di migranti

Bloccato nella mattinata di ieri 22 settembre al largo Santa Maria di Leuca un veliero sospettato aver trasportato migranti irregolari. Arrestati gli skipper

Pubblicato

il

Nella mattinata di ieri 22 settembre, al largo di Santa Maria di Leuca i mezzi aeronavali della Guardia di Finanza hanno localizzato e monitorato un’imbarcazione sospettata di aver trasportato migranti irregolari.


I militari delle Fiamme Gialle del Reparto Operativo Aeronavale di Bari e del Gruppo Aeronavale di Taranto hanno fermato il veliero che, successivamente allo sbarco avvenuto nella notte sull’Isola di Sant’Andrea nelle acque antistanti Gallipoli, tentava di prendere il largo per sottrarsi alla cattura.


A bordo, i finanzieri hanno individuato due skipper ucraini e diverse tracce della presenza di numerosi migranti precedentemente stipati sottocoperta.


Il veliero, tipo Oceanis 423 della lunghezza di circa 13 metri, è stato scortato presso il porto di Leuca e sottoposto a sequestro.


I 67 migranti, tutti maschi (di cui 14 minori), di nazionalità pakistana, sono stati condotti dalle motovedette della Guardia Costiera e della Guardia Finanza nel porto di Gallipoli e successivamente presso il Centro d’accoglienza “Don Tonino Bello” di Otranto.

All’esito degli approfondimenti di polizia giudiziaria, gli skipper sono stati arrestati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e posti a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.


L’operazione aeronavale conferma l’efficacia del sistematico dispositivo di presidio marittimo messo in atto dalla Guardia di Finanza quale “polizia del mare” a contrasto dei traffici illeciti rivolti verso le coste nazionali e dell’Unione Europea.


Dall’inizio dell’anno, sono 13 gli scafisti arrestati e 8 le imbarcazioni sequestrate dalla Guardia di Finanza, in Puglia.



Continua a Leggere

Cronaca

Fiamme nella notte: brucia un’auto a Specchia

Pubblicato

il


Un incendio in piena notte ha svegliato i residenti di via Madonna Del Passo a Specchia la notte scorsa.





Le fiamme divampate in strada hanno avvolto una vettura ferma in sosta.





Nel video che segue le immagini dell’intervento dei vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase che hanno domato il rogo e rimesso in sicurezza la zona.




L’auto è andata distrutta. Leggeri danni anche a quanto nelle vicinanze.





Non ancora chiaro se si sia trattato di un semplice incidente.






Continua a Leggere

Cronaca

Ecco i sindaci eletti in provincia di Lecce

Pubblicato

il


Arrivano i primi esiti dai Comuni al voto per le amministrative.





Cinque i comuni dove i sindaci uscenti si riconfermano: ad ArnesanoEmanuele Solazzo; a MartanoFabio Tarantino; a Maglie Ernesto Toma; a Corigliano d’Otranto, Dina Manti; a Veglie Claudio Paladini.

Cambia invece Calimera: Gianluca Tommasi è il nuovo sindaco al posto della uscente Francesca De Vito. A Cutrofiano eletto l’ex assessore Luigi Melissano.

A Gagliano del Capo vince la corsa a 3 per Gianfranco Melcarne.





Per appena 3 voti a Melpignanol’ex vicesindaca, sostenuta da Sergio Blasi, Valentina Avantaggiato, batte l’uscente Ivan Stomeo, che puntava al terzo mandato consecutivo.

Primo sindaco del nuovo Comune Presicce-Acquarica: vince Paolo Rizzo.




Racale va al candidato supportato da Donato Metallo: Antonio Salsetti.

A San Pietro in Lama c’è Vito Mello. A Sogliano Cavour, il nuovo sindaco è Giovanni Casarano; a Surbo, Oronzo Trio.

Ad Uggiano La Chiesa, Andrea De Paola.





A Tricase sarà ballottaggio tra De Donno e Carmine Zocco.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus