Connect with us

Cavallino

Scappa da casa famiglia di Tricase: 15enne ritrovato per caso lungo la Maglie-Lecce

Pubblicato

il


Si era allontanato senza alcun preavviso dalla comunità che lo ospitava, lasciando tutti col fiato sospeso per ore. È stato ritrovato nella notte sulla Maglie-Lecce, al bordo della carreggiata.





Avrebbe potuto finire in tragedia la vicenda che ha visto protagonista un 15enne che nella serata di ieri è fuggito dalla comunità per minori “La Libellula” di Tricase.





Il ragazzo, nel buio della notte, aveva puntato Lecce con una bicicletta.




Attorno all’una, nel buio e sotto la pioggia, una guardia giurata in transito sulla SS16 lo ha notato e si è immediatamente fermato a soccorrerlo non appena ha colto si trattasse di un minore.





Il giovane stava spingendo la sua bici sotto alle intemperie, come detto pericolosamente lungo il bordo della strada, non lontano del centro commerciale di Cavallino.





La guardia giurata ha allertato i carabinieri che lo hanno preso in carico.


Cavallino

Tamponamento e auto ribaltata: paura sulla Maglie-Lecce

Pubblicato

il


Paura sulla Maglie-Lecce per un brutto incidente all’altezza di Cavallino.





Il sinistro, verificatosi poco prima delle 17, ha visto una vettura ribaltarsi su una fiancata dopo una carambola. Il punto dello schianto è a qualche centinaio di metri dal distributore di carburante Enercoop.





Proprio quel tratto di statale è stato interessato di recente dall’inserimento di una nuova postazione, non fissa, di rilevamento elettronico della velocità.





Dopo l’incidente, sono accorsi sul posto 118, vigili del fuoco e forze dell’ordine.




Ai pompieri il compito di consegnare ai sanitari i coinvolti, prima di procedere con la rimozione delle vetture dalla carreggiata.





Ancora nessuna informazione sulle condizioni dei feriti.






Continua a Leggere

Cavallino

Cocaina e contanti: nei guai 37enne a Cavallino

Pubblicato

il

Flagranza di reato e arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I. R., 37enne del posto, è stato fermato dai carabinieri e trovato in possesso di oltre 13 grammi di cocaina, del contate e materiale per il confezionamento.

Quanto è bastato per far scattare l’arresto ed avviare le analisi sulla sostanza sequestrata. Nelle ore seguenti il fermo, poi, il 37enne è stato rimesso in libertà dall’autorità giudiziaria.

Foto di repertorio

Continua a Leggere

Casarano

Reddito di cittadinanza senza averne diritto: stanati altri 30 furbetti

controlli a tappeto tra Surbo, Monteroni, Cavallino, Casarano, Copertino. Nell’ambito di ulteriori controlli, finalizzati all’ottemperanza della normativa anticovid, allo sfruttamento del lavoro, al contrasto del lavoro nero e all’osservanza delle norme sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, sono state controllate 9 aziende, di cui 6 risultate irregolari

Pubblicato

il

I controlli a tappeto, svolti nelle ultime settimane nei Comuni di Surbo, Monteroni, Cavallino, Casarano, Copertino, dai carabinieri del Comando Provinciale di Lecce e dal Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro, hanno consentito di “stanare” 30 persone che percepivano il reddito di cittadinanza pur non avendone diritto.

Avevano omesso di comunicare all’istituto previdenziale nei termini di legge il loro stato di misura cautelare personale continuando così a percepire indebite erogazioni pubbliche.

In alcuni casi, l’importo ammontava a circa 1.100euro mensili.

Il danno patito dall’istituto previdenziale totalizza centinaia di migliaia di euro.

Le somme indebitamente percepite dovranno essere restituite e i fruitori sono stati segnalati alle autorità competenti e rischiano da 2 a sei anni di reclusione.

Nell’ambito di ulteriori controlli, svolti congiuntamente con personale dell’Itl ed il servizio Spesal dell’Asl di Lecce e finalizzati all’ottemperanza della normativa anticovid, allo sfruttamento del lavoro, al contrasto del lavoro nero e all’osservanza delle norme sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, sono state controllate 9 aziende, di cui 6 risultate irregolari.

Individuati 54 lavoratori (dei quali 4 in nero e 18 irregolari), sospese tre attività imprenditoriali e comminate sanzioni amministrative per  26.800 euro per la violazione della regolamentazione giuslavoristica e per la mancata attuazione della normativa anticovid-19.

Inoltre, sono state contestate sanzioni per un totale di 9.932 euro per l’inosservanza della normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus