Connect with us

Bagnolo del Salento

Scommesse e slot troppo vicine a scuola: segnalati in 75

Tra Soleto, Calimera, Castrì, Martano, Corigliano, Maglie, Muro, Scorrano, Nociglia, Giurdignano, Minervino, Poggiardo, e Bagnolo

Pubblicato

il

I carabinieri della Compagnia di Maglie hanno effettuato controlli a tappeto in sale giochi, bar e rivendite dedite ad attività si scommesse sportive e /o dotate di slot machine di tutta la fascia centrale del Salento per verificare che fossero posizionate ad almeno 500 metri dalle cosiddette strutture sensibili (scuole, chiese, case di cura, ecc.) così come prevede la normativa  regionale.

Sono state segnalate ai Comuni di appartenenza e alla Questura ben 75 esercizi diffusi tra Calimera, Castrì di Lecce, Maglie, Martano, Giurdignano, Corigliano d’Otranto, Minervino, Poggiardo, Bagnolo, Muro Leccese, Scorrano, Nociglia e Soleto. All’interno delle attività sono state riscontrare attività di scommesse sportive e la presenza di slot machine.

Attualità

Sicurezza strade aree interne: 10 milioni per piccoli paesi

Paesi salentini finanziati: Bagnolo, 163mila; Cannole, 243mila; Giuggianello, 145mila; Giurdignano, 219mila; Palmariggi, 157mila; Patù, 168mila; Sanarica, 183mila; Seclì, 180mila; Surano, 166mila; Zollino, 194mila

Pubblicato

il

Si è riunita questa mattina a Palazzo Chigi la cabina di regia per l’utilizzo del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) per il rilancio della crescita.

Nel corso dell’incontro al quale hanno preso parte il Dipartimento per il Sud e la Coesione Territoriale, il Dipartimento Affari Regionali, il Ministero delle Infrastrutture, il Ministero dell’Ambiente e la Conferenza delle Regioni si è stabilita una nuova assegnazione di 10 milioni di euro del FSC 2014-20 alla Regione Puglia per un “Piano straordinario di messa in sicurezza delle strade nei piccoli Comuni delle aree interne“. Lo ha reso noto l’ufficio stampa del ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia.

I Comuni salentini finanziati: Bagnolo del Salento, 163mila; Cannole, 243mila; Giuggianello, 145mila; Giurdignano, 219mila; Palmariggi, 157mila; Patù, 168mila; Sanarica, 183mila; Seclì, 180mila; Surano, 166mila; Zollino, 194mila.

Continua a Leggere

Bagnolo del Salento

Molestava studentesse: arrestato salentino a Roma

Atti persecutori e violenza sessuale: si fingeva grande chef per attrarre le sue prede

Pubblicato

il

Aveva messo in subbuglio più di un intero quartiere di Roma con i suoi atteggiamenti molesti, durati mesi. È finito ora in arresto Salvatore Mariano, 23enne di Bagnolo del Salento.

Il giovane, domiciliato nella capitale, si fingeva un grande chef per attrarre studentesse e giovani ragazze.

I suoi metodi però andavano ben oltre le bugie. Con la scusa di poter concedere posti di lavoro, otteneva numeri di telefono di ragazze che poi perseguitava e stalkerizzava.

Nella zona di Piramide, Ostiense e Marconi alcune vittime avevano avuto, nel tempo, il coraggio di denunciare quanto gli era accaduto. Tra messaggi privati e post in gruppi Facebook nei quali era descritto l’accaduto, il tam tam ha reso la questione di dominio pubblico. In poco tempo la pericolosità del soggetto è arrivata all’autorità giudiziaria.

Le indagini hanno permesso di appurare che il 23enne, che si dimostrava in principio educato e gentile, si comportava da vero e proprio molestatore: dai racconti di alcune vittime emergono baci rubati, palpeggiamenti e in un caso addirittura l’aver costretto una donna a masturbarlo.

Per il gip è un “soggetto privo di qualsivoglia capacità di autocontrollo“. Stante “il concreto pericolo di reiterazione”, il giudice ha quindi disposto l’arresto del salentino per atti persecutori e violenza sessuale, disponendo che venga trattenuto presso il carcere di Regina Coeli.

Continua a Leggere

Attualità

Bagnolo sindaco: “Un medico in famiglia”

Il ruolo del sindaco è simile a quello del medico, entrambi devono essere sempre in ascolto continuo

Pubblicato

il

INTERVISTA ESCLUSIVA AL NUOVO SINDACO DI BAGNOLO, IRENE CHILLA, 38 ANNI

Il suo paese ha scelto da dare una svolta alla vita amministrativa scegliendo un sindaco giovane. Entusiasmo, freschezza e voglia di spendersi non mancheranno. Dovremo aspettar- ci grossi cambiamenti?
“Entusiasmo, freschezza e voglia di spendersi dovrebbero secondo me caratterizzare ogni amministratore indipendentemente dall’età che ha. La voglia di spendermi mi appartiene: ancor prima di approcciarmi alla vita politica del mio paese, ho fatto attivamente parte di associazioni di volontariato. La mia idea è che quanto più siamo in grado di condividere il nostro tempo, le nostre esperienze, il nostro sapere, il nostro agire, tanto più ci arricchiamo l’uno dell’altro. In questo cammino che da poco ho iniziato a percorrere, sicuramente non potrà essere sempre tutto semplice, in discesa, ma istintivamente non considero le difficoltà muri invalicabili ma occasioni per migliorarsi”.

Da vice uscente lei è chiamata anche a dare continuità al lavoro di Sonia Mariano suo predecessore. Nessun segnale di rottura con il passato?
“Affatto! Sarà mio dovere e impegno conservare e consolidare l’importante lavoro svolto dalla passata Amministrazione provvedendo ad un continuo apporto di crescita nel solco di quanto già è stato brillantemente realizzato. Il coinvolgimento deve essere totale: insieme per continuare come sempre abbiamo ripetuto in campagna elettorale”.

Lei ha parlato della necessità di auscultazione continua dei cittadini per il superamento delle infinite patologie del vivere quotidiano…
“È un’allegoria. Ho immaginato il ruolo del sindaco essere simile a quello del medico, entrambi devono essere sempre in ascolto continuo: l’uno del proprio paziente, l’altro del cittadino per aiutarlo e andare incontro ai suoi bisogni”.

Si è già posta degli obiettivi da raggiungere nei canonici primi 100 giorni?
“Ogni giorno può essere il centesimo giorno. Nei precedenti dieci anni di amministrazione ho capito che ogni istante è prezioso e bisogna lavorare continuamente e instancabilmente.
Comunque mi auguro che entro i primi 100 giorni, siano in pieno corso tutti gli ammodernamenti che abbiamo previsto per la mensa scolastica e altre aree dell’edificio”.

Ha voglia di tornare sulla polemica attizzata dal suo rivale Leone sulla presenza di sette candidati appartenenti alle forze dell’ordine nella sua lista?
“Sulla polemica e con la polemica non si è mai costruito nulla. La campagna elettorale è trascorsa e adesso l’auspicio è che al posto di pretestuose polemiche ci siano intelligenti scambi di opinioni e confronti sani”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus