Connect with us

Cronaca

Shock nel Barese: bimbo di 9 anni impiccato in casa

Pubblicato

il


Shock nel Barese per la morte di un bambino di 9 anni ritrovato senza vita in quello che ha tutta l’aria di essere un suicidio.





La notizia, che ha percorso in pochi minuti l’intera Puglia, ha sconvolto il quartiere San Girolamo della città di Bari. È qui che i genitori del piccolo lo hanno ritrovato esanime nella sua stanza, con una corda attorno al collo. Vana la corsa in ospedale in ambulanza: per lui non c’era più nulla da fare.




Procura minorile ed ordinaria sono intervenute immediatamente, disponendo il sequestro di tutti i dispositivi elettronici presenti in casa. Il primo elemento da verificare è se si possa esser trattato di un pericoloso gioco digitale finito in tragedia. Il timore è che possa essere una replica, sotto altre forme, di quanto avvenuto pochi giorni fa a Palermo, dove una bambina di 10 anni ha perso la vita a causa di una pericolosa sfida su Tik Tok.


Cronaca

Non gli curano un mal di denti e aggredisce i medici: denunciato

Un 30enne originario del Mali e residente in provincia di Reggio Calabria, lamentando un forte dolore ai denti, aveva protestato aggredendo verbalmente e fisicamente il personale del Vito Fazzi che gli aveva comunicato di non poter procedere alla estrazione di un dente, così come da lui preteso

Pubblicato

il

Nei giorni scorsi, gli Agenti della Sezione Volanti della Questura di Lecce, sono stati chiamati ad intervenire presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Vito Fazzi su richiesta del personale sanitario, che ha segnalato la presenza di un cittadino extracomunitario che minacciava medici ed infermieri.

C.N., 30enne originario del Mali e residente in provincia di Reggio Calabria, lamentando un forte dolore ai denti, aveva protestato aggredendo verbalmente e fisicamente il personale paramedico lì presente che gli aveva comunicato di non poter procedere alla estrazione di un dente, così come da lui preteso. La sua reazione violenta ha causato momenti di panico all’interno dei locali del presidio ospedaliero.

L’uomo è stato pertanto sottoposto alle necessarie verifiche e nel corso della perquisizione personale, all’interno della tasca dei pantaloni, è stato rinvenuto un coltello da cucina con lama seghettata, che però non è stato utilizzato per esercitare la minaccia.

L’attività espletata si è conclusa con la denuncia per interruzione di pubblico servizio, porto di armi o oggetti atti ad offendere e violenza e minaccia ad incaricato di pubblico servizio. Ne è seguito il sequestro del coltello e il suo deferimento all’Autorità Giudiziaria per i reati ascritti in rubrica.

 

 

Continua a Leggere

Cronaca

Trasporti abusivi, assembramenti e sinistri: l’estate dei senza regole a Gallipoli

Non allenta la presa sull’abusivismo dei trasporti che continua ad infuriare nel gallipolino; inoltre, nei giorni scorsi è stato sanzionato e chiuso per 5 giorni un lido balneare di Baia Verde per violazione della normativa anti-covid; infine una coppia di 20enni, a bordo di uno scooter, è stata violentemente tamponata da una macchina che poi si è data alla fuga senza prestare i soccorsi

Pubblicato

il

Il Commissariato di P.S. di Gallipoli non allenta la presa sull’abusivismo dei trasporti che continua ad infuriare nel gallipolino. Nella sola giornata di ieri, gli Agenti del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Meridionale” di Lecce, hanno fermato e sottoposto a controllo di polizia altri due conducenti di navette, dopo che solo due giorni fa avevano sorpreso un autista abusivo ed in possesso di armi con a bordo dei turisti. Anche stavolta i conducenti erano sprovvisti di titolo autorizzativo, portando il conto dei sanzionati a ben 10 negli ultimi giorni! Ad entrambi è stata comminata la sanzione amministrava, ritirata la carta di circolazione e sottoposto a fermo amministrativo del veicolo impropriamente usato per il trasporto di turisti.

Inoltre, nei giorni scorsi è stato sanzionato e chiuso per 5 giorni un lido balneare di Baia Verde per violazione della normativa anti-covid, a seguito di assembramenti di giovani vacanzieri sorpresi mentre erano intenti a ballare senza rispettare il distanziamento e senza indossare le mascherine.

Infine, verso 4 della mattina di ieri, sul centralissimo Corso Roma di Gallipoli frequentato da numerosissimi giovani, una coppia di 20enni, a bordo di uno scooter, è stata violentemente tamponata da una macchina che poi si è data alla fuga senza prestare i soccorsi; ad avere la peggio una ragazza a bordo finita in ospedale con 7 giorni di prognosi. Grazie alla descrizione del veicolo ed alla targa, fotografata tempestivamente dai due malcapitati, gli agenti della squadra volante del Commissariato di P.S. di Gallipoli, hanno rintracciato il responsabile dell’incidente stradale. Si tratta di un coetaneo originario di Bitonto che è stato denunciato per il reato di omissione di soccorso e lesioni a seguito di sinistro stradale.

Continua a Leggere

Corsano

Sp 81, ancora un incidente sul terribile incrocio tra Corsano e Gagliano

Sulla provinciale 81, all’altezza del famigerato snodo che collega Corsano, Gagliano, Alessano e Novaglie, una Volvo ha centrato una Peugeot in uscita dallo stop, provocandone un forte impatto

Pubblicato

il

Non cessano di moltiplicarsi i sinistri dell’incrocio che negli anni si è reso teatro di tragici incidenti. Sulla provinciale 81, all’altezza del famigerato snodo che collega Corsano, Gagliano, Alessano e Novaglie, una Volvo ha centrato una Peugeot in uscita dallo stop, provocandone un forte impatto.

Come si evince dalle immagini (visibili a fine articolo) la corsa del suv si è infranta sulla fiancata destra dell’utilitaria di produzione francese, accartocciandone la portiera e provocandone l’apertura degli airbag. Ad avere la peggio pare essere una signora, uscita dall’abitacolo e subito stesa a terra, prima di essere soccorsa dai presenti in attesa dell’arrivo del 118. Non è ancora chiaro di chi sia la colpa.

Proprio una settimana fa la sindaca di Alessano, Francesca Torsello, commentava così la decisione della provincia di accogliere il progetto di messa in sicurezza dell’area, attraverso la costruzione di una rotatoria, presentato due anni fa:

““Tanti, troppi sono stati gli eventi nefasti che da anni si verificano su quel tratto di strada: è giunto il momento di realizzare un’opera che consentirà una maggiore salvaguardia per una viabilità più protetta ed accessibile“, aggiungendo importanti risvolti sullo stato dei lavori.

Ancora una volta l’auspicio è quello che il tratto possa essere messo al più presto in sicurezza con un’opera che “che negli anni ha sempre più dimostrato la sua imprescindibilità, a tutela della sicurezza e dell’incolumità degli utenti della strada“.

 

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus