Connect with us

Cavallino

Tanto tuonò che piovve. E si allagò tutto!

Primo temporale di fine estate e soliti problemi. Su tutta la dorsale est del Salento strade, scantinati, garage ed anche abitazioni allagate

Pubblicato

il

Come accade con una insolita puntualità alle nostre latitudini è bastato un tipico temporale di fine estate per creare disagi un po’ ovunque.


Così le (disastrate) strade dei nostri Comuni sono diventate letti per improvvisati fiumi d’acqua, in tante zone si sono allagati garage o scantinati, le vie vicinali di campagna sono intransitabili, le fronde e/o i rami di alcuni alberi sono pericolosamente caduti sul tracciato stradale intralciando la circolazione e richiedendo l’intervento dei solerti agenti della polizia locale.


In alcune abitazioni causa il violento temporale sono saltate sia la corrente elettrica che quella telefonica oltre alla connessione internet.


Segnalazioni anche di elettrodomestici bruciati e addirittura di apparecchi telefonici inutilizzabili dopo la caduta di un fulmine.


Il violento temporale ha iniziato a minacciare il Salento intorno alle 13 colpendo la zona nord tra Lecce e Cavallino e scendendo poi quasi in linea con la Statale 16 (con le auto che procedevano a passo d’uomo, vetture in panne nei pressi del cavalcavia di Corigliano d’Otranto e ingorghi) fino a Zollino e Maglie (vedi foto grande in alto) e poi intorno alle 15,30 nel sud est del Salento, in particolare nel Capo di Leuca.

Si sta valutando se ci sono ulteriori danni alle cose, fortunatamente nessun danno alle persone.



 


Cavallino

Tamponamento e auto ribaltata: paura sulla Maglie-Lecce

Pubblicato

il


Paura sulla Maglie-Lecce per un brutto incidente all’altezza di Cavallino.





Il sinistro, verificatosi poco prima delle 17, ha visto una vettura ribaltarsi su una fiancata dopo una carambola. Il punto dello schianto è a qualche centinaio di metri dal distributore di carburante Enercoop.





Proprio quel tratto di statale è stato interessato di recente dall’inserimento di una nuova postazione, non fissa, di rilevamento elettronico della velocità.





Dopo l’incidente, sono accorsi sul posto 118, vigili del fuoco e forze dell’ordine.




Ai pompieri il compito di consegnare ai sanitari i coinvolti, prima di procedere con la rimozione delle vetture dalla carreggiata.





Ancora nessuna informazione sulle condizioni dei feriti.






Continua a Leggere

Cavallino

Cocaina e contanti: nei guai 37enne a Cavallino

Pubblicato

il

Flagranza di reato e arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I. R., 37enne del posto, è stato fermato dai carabinieri e trovato in possesso di oltre 13 grammi di cocaina, del contate e materiale per il confezionamento.

Quanto è bastato per far scattare l’arresto ed avviare le analisi sulla sostanza sequestrata. Nelle ore seguenti il fermo, poi, il 37enne è stato rimesso in libertà dall’autorità giudiziaria.

Foto di repertorio

Continua a Leggere

Casarano

Reddito di cittadinanza senza averne diritto: stanati altri 30 furbetti

controlli a tappeto tra Surbo, Monteroni, Cavallino, Casarano, Copertino. Nell’ambito di ulteriori controlli, finalizzati all’ottemperanza della normativa anticovid, allo sfruttamento del lavoro, al contrasto del lavoro nero e all’osservanza delle norme sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, sono state controllate 9 aziende, di cui 6 risultate irregolari

Pubblicato

il

I controlli a tappeto, svolti nelle ultime settimane nei Comuni di Surbo, Monteroni, Cavallino, Casarano, Copertino, dai carabinieri del Comando Provinciale di Lecce e dal Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro, hanno consentito di “stanare” 30 persone che percepivano il reddito di cittadinanza pur non avendone diritto.

Avevano omesso di comunicare all’istituto previdenziale nei termini di legge il loro stato di misura cautelare personale continuando così a percepire indebite erogazioni pubbliche.

In alcuni casi, l’importo ammontava a circa 1.100euro mensili.

Il danno patito dall’istituto previdenziale totalizza centinaia di migliaia di euro.

Le somme indebitamente percepite dovranno essere restituite e i fruitori sono stati segnalati alle autorità competenti e rischiano da 2 a sei anni di reclusione.

Nell’ambito di ulteriori controlli, svolti congiuntamente con personale dell’Itl ed il servizio Spesal dell’Asl di Lecce e finalizzati all’ottemperanza della normativa anticovid, allo sfruttamento del lavoro, al contrasto del lavoro nero e all’osservanza delle norme sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, sono state controllate 9 aziende, di cui 6 risultate irregolari.

Individuati 54 lavoratori (dei quali 4 in nero e 18 irregolari), sospese tre attività imprenditoriali e comminate sanzioni amministrative per  26.800 euro per la violazione della regolamentazione giuslavoristica e per la mancata attuazione della normativa anticovid-19.

Inoltre, sono state contestate sanzioni per un totale di 9.932 euro per l’inosservanza della normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus