Connect with us

Copertino

Tenta di strangolare ex compagna

Per poi gettarla in fondo ad un pozzo. Ma la donna si divincola e allerta i soccorsi. 71enne rigattiere arrestato per tentato omicidio

Pubblicato

il

I Carabinieri della Stazione di Veglie hanno tratto in arresto per tentato omicidio Vittorio Delle Rose, 71 anni, pregiudicato di Copertino e rigattiere di professione.


Il tutto nasce dalla fine di una storia, quella dell’uomo e delle sua convivente, una donna di 41 anni, i due vivevano assieme da 2 anni ormai, fino a quando la donna non ha trovato il coraggio di rivelare al compagno che per lei la relazione era giunta al capolinea.


La reazione dell’uomo era stata molto pacata, quasi atipica, aveva accettato con tranquillità quella che era stata la decisione della ormai ex compagna.


Tanto da chiederle di esser accompagnato per alcune faccende da sbrigare in paese. La donna ha acconsentito ad aiutare l’uomo senza immaginare le intenzioni reali di lui. Infatti giunti nell’agro di Veglie, sulla strada provinciale 111 all’altezza dell’8° km, Delle Rose ha imboccato con la sua motoape una stradina di campagna e qui, fermato il mezzo, ha tentato di baciare la donna ma quest’ultima si è negata e ha rifiutato le avances dell’ex compagno.


Questi, per tutta risposta, è sceso dal mezzo e, presa una corda che aveva nel cassone posteriore, si avvicinato dalla parte della passeggera e, dopo aver aperto la portiera, le ha girato repentinamente intorno al collo la fune iniziando a stringere e trascinando  nel contempo la sventurata fuori dall’abitacolo per avvicinarsi ad un pozzo.

Nonostante la reazione della donna, è riuscito comunque a scoperchiare il pozzo ed a urlare alla malcapitata che se non fosse stata sua non sarebbe stata di nessun altro. La 41enne però, forse comprendendo che non aveva altre possibilità, ha trovato la forza di divincolarsi e scappare a piedi verso la strada provinciale. L’energumeno l’ha inseguita a bordo della motoape per riacciuffarla, ma si è dovuto arrendere alla vista di alcune persone che transitavano su quella via e che, vedendo la scena, hanno soccorso la donna e chiamato il 112.


La pattuglia della Stazione, in servizio nei pressi del luogo dell’accaduto, è intervenuta nel giro di pochi secondi, bloccando l’uomo e soccorrendo la donna. Quest’ultima è stata trasportata presso l’ospedale “Vito Fazzi” per le cure del caso: per lei 15 giorni di prognosi.


Delle Rose è invece stato tratto in arresto per tentato omicidio e portato presso il carcere di Lecce a disposizione della magistratura.


Copertino

Scoperto giro di riciclaggio e ricettazione auto di lusso

Nei guai otto individui, tra cui un salentino, per riciclaggio e ricettazione auto col metodo della “falsa nazionalizzazione”

Pubblicato

il

Scoperto giro di riciclaggio e ricettazione di autovetture di alto valore commerciale reimmatricolate in Italia con documenti esteri contraffatti.

Anche un salentino, un uomo di Copertino è finito agli arresti domiciliari.

In mattinata il personale della squadra di polizia giudiziaria di Taranto, in collaborazione con il Compartimento polizia stradale per la Puglia, per la Campania e la Polstrada di Lecce, ha eseguito l’ordinanza di custodia cautelare per otto cittadini residenti nelle provincie di Taranto, Lecce, Bari e Napoli.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nella conferenza stampa che si terrà in mattinata odierna presso la Sezione di polizia stradale di Taranto.

Continua a Leggere

Copertino

Riaccompagnato in ospedale dopo dimissioni, muore lungo il percorso

Pubblicato

il

Aperta una inchiesta sulla morte di un uomo di 59 anni deceduto in mattinata durante il trasporto in ospedale.

La vittima era stata ricoverata e dimessa pochi giorni fa presso l’ospedale di Gallipoli. Dopo le dimissioni il rientro a casa, a Nardò, e un peggioramento col passare delle ore.

Stamattina poi la richiesta di un ambulanza e il viaggio verso l’ospedale di Copertino. Il trasporto però non è stato operato dal 118 ma da un amico che ha condotto il 59enne verso il nosocomio a bordo della sua vettura.

A pochi passi dall’ospedale però il decesso. All’arrivo in pronto soccorso i medici non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

Date le strane circostanze del decesso, il sostituto procuratore Giorgio Villa ha disposto il sequestro della salma. Da chiarire le cause del decesso. Dati i giorni intensi appena trascorsi, la Procura vuole capire se possano essere associate anche all’intervento patito o, eventualmente, alla terapia seguita nei giorni successivi.

Continua a Leggere

Copertino

Schianto in moto contro rotatoria: aveva bevuto ed assunto droghe

Fratture e trauma cranico: grave 37enne. La moto: non revisionata e senza polizza

Pubblicato

il

È ricoverato al Vito Fazzi in condizioni critiche il 37enne che nella notte è stato protagonista di un incidente sulla strada che collega Copertino a Sant’Isidoro.

A bordo di una Yamaha risultata non assicurata e non revisionata, l’uomo, di Copertino, è finito a tutta velocità contro l’aiuola di una rotatoria. Era passata l’una e mezza quando le sirene del 118 lo hanno raggiunto per trasportarlo d’urgenza in ospedale.

Dai controlli è emerso anche che il 37enne era sotto effetto di stupefacenti ed aveva un tasso alcolemico sopra la soglia consentita per mettersi alla guida. Al momento è sotto osservazione: ha subito fratture varie ed un trauma cranico.

Poche ore dopo un altro grave sinistro in moto si è registrato sulla Copertino-Galatina. Anche qui, critiche le condizioni del conducente del mezzo a due ruote.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus