Connect with us

Cronaca

Tricase, moglie ostaggio del marito su balcone dell’ospedale

Le punta contro un coltello e la trattiene spalle alla ringhiera del quinto piano: arrestato 36enne

Pubblicato

il

Panico in mattinata all’ospedale di Tricase dove il marito di una paziente ha dato in escandescenze.


L’uomo, K. K., un 36enne italiano nato in Marocco e residente a Isola di Capo Rizzuto, nel crotonese, ma domiciliato a Otranto, ha trattenuto per qualche lungo minuto una donna, la sua stessa moglie, su una delle balconate dell’ospedale, minacciandola con un coltello alla gola.


K. K., 36 anni


All’arrivo del 112 ha avanzato richiesta di confrontarsi esclusivamente con la polizia, accorsa sul posto in un secondo momento.


Il tutto ha avuto inizio dopo le 9, al 5o piano del nosocomio, quello dei reparti ostetricia e ginecologia. In breve la gravità dell’episodio si è trasmessa a tutto l’ospedale, rimasto col fiato sospeso per una abbondante mezz’ora.


All’allarme, lanciato dal personale ospedaliero, sono accorsi sul posto rapidamente i carabinieri di Tricase che, come detto, si son sentiti dire dall’uomo: “Voglio parlare col 113”.


Nell’attesa dell’arrivo della Volante, il 36enne ha continuato a trattenere la donna, stringendola e cingendole il braccio attorno al collo, mentre entrambi (come si vede nelle foto a margine) erano appoggiati alla ringhiera del balcone del quinto piano che affaccia proprio sul cortile d’ingresso del nosocomio, dove sostano le ambulanze.


Fortunatamente l’attività di mediazione condotta dalle forze dell’ordine ha portato il 36enne a consegnare il coltello al capitano Riglietti per poi rientrare lentamente all’interno della struttura, sempre con la moglie sotto braccio. A quel punto, dopo qualche attimo, l’uomo ha accennato a recarsi nuovamente sul balcone, senza mollare la moglie. I carabinieri quindi lo hanno prontamente afferrato, prima che si allontanasse nuovamente, per poi ammanettarlo.


La signora, 41 anni, di Maglie, si trovava in reparto per aver partorito appena 2 giorni prima. I motivi dell’accaduto sarebbero riconducibili a dissidi familiari già in essere tra i due.


I carabinieri, competenti sul caso in quanto primi ad intervenire, lo hanno trasportato in caserma. K. K. è accusato di sequestro di persona aggravato, minaccia aggravata e resistenza a pubblico ufficiale.


Lor. Z.











Cronaca

Picco di positività in serata: due ragazzi, due stranieri e un ripositivizzato

Pubblicato

il

Non arrivano buone notizie in serata in ambito Coronavirus.

Una serie di positività è stata riscontrata in giornata e non è ancora entrata nel bollettino epidemiologico.

Ai già noti 5 tra i 19enni rientrati dal viaggio di maturità in Grecia, si aggiungono altri 2 contagiati della comitiva, composta in tutto da 10 giovani.

Poi vi sono due tamponi positivi su altrettanti turisti stranieri: un bimbo di 2 anni ed un uomo di 38.

Infine il cardiologo risultato positivo al Sarscov2 a luglio e poi negativizzatosi, oggi ha nuovamente dato esito positivo al test.

Continua a Leggere

Cronaca

Indagine a Palermo smaschera pedofilo di Gagliano: arrestato

Pubblicato

il

Adescava minorenni via social, tramite messaggistica Whatsapp e profili Facebook.

Usava profili fittizi per procurarsi materiale pedopornografico ed è stato beccato a margine di un’indagine della sezione di polizia giudiziaria della questura di Palermo.

Dal capoluogo siciliano dritti al Capo di Leuca dove è stato identificato I. S., 37enne di Gagliano del Capo.

Acquisite tutte le fonti di prova, per lui sono scattate le manette.

Continua a Leggere

Cronaca

Volo fuori strada per due ragazze di Ruffano: entrambe in codice rosso

Pubblicato

il

Un volo nelle campagne e un ribaltamento a bordo dell’auto nella quale viaggiavano.

Pomeriggio choc per due ragazze di Ruffano, entrambe 20enni, protagoniste di un incidente stradale sulla sp193 che collega Acquarica del Capo a Lido Marini, attorno alle 16e30.

Non è chiara la dinamica del sinistro. Certo è che la Lancia Ypsilon, che una delle due conduceva, dopo aver improvvisamente sbandato, è finita giù nei campi incolti.

Automobilisti di passaggio han subito allertato il 118. Sono arrivati i soccorsi in ambulanza ed hanno trasportato entrambe le ragazze in codice rosso all’ospedale Cardinale Panico di Tricase.

Sul luogo dell’incidente i carabinieri di Tricase.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus