Connect with us

Cronaca

Ugento: due arresti e sette denunce

Due uomini sottoposti ai domiciliari sorpresi in aperta violazione alle misure restrittive sono tornati in carcere. Denunciate altre tre persone per violazione degli obblighi. Le altre denunce per truffa online, possesso di droga e reddito di cittadinanza indebito

Pubblicato

il

I carabinieri della locale stazione hanno arrestato in esecuzione a provvedimento emesso dalla Corte di Appello di Lecce, Sebastiano Cavalera, 51 anni.


Già sottoposto agli arresti domiciliari per altra causa, negli ultimi giorni è stato sorpreso violare reiteratamente le prescrizioni imposte dalla misura in atto, così come accertato da quei carabinieri che ne hanno richiesto l’aggravamento della pena. Così Cavalera è tornato ad essere ospite della Casa Circondariale “Borgo San Nicola” di Lecce.


Stessa sorte per Paolo Stefanelli, 30 anni.


L’uomo già sottoposto all’obbligo di dimora nel Comune di residenza con la prescrizione della permanenza domiciliare notturna, è stato sorpreso più volte da quei carabinieri violare le prescrizioni. Arrestato è stato accompagnato presso il carcere di Trani.


Sette le persone denunciate, sempre ad Ugento.

Tre di loro per violazione delle misure restrittive a cui erano sottoposti: un uomo, poiché, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, è stato sorpreso fuori dalla propria abitazione; un altro sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora con permanenza in casa dalle 20 alle 7 del mattino, è stato sorpreso fuori dall’abitazione oltre l’orario consentito; un terzo uomo sottoposto agli arresti domiciliari con permesso di recarsi al lavoro, non è stato trovato presso la ditta del datore di lavoro.


Altro ugentino denunciato: questa volta perché, mediante artifizi e raggiri, dopo aver pubblicato annuncio di vendita su sito on line “e-bay” di un tapis-roulant, si è fatto versare dalla vittima, tramite bonifico bancario, la somma di 265 euro senza mai consegnare la merce.


Un’altra persona del luogo nei guai perché sorpresa a detenere 38 grammi di marijuana.


Infine denunciati due uomini poiché è stato accertato che percepissero indebitamente il reddito di cittadinanza, avendo omesso di comunicare all’Inps le misure cautelari a cui sono stati sottoposti.


Cronaca

Fiamme in deposito di attrezzature agricole a Nardò

Pubblicato

il

È mistero sulle cause che, nella notte appena trascorsa, hanno fatto divampare un incendio in un deposito nel centro abitato di Nardò.

Attorno alle 23, una chiamata al 115 è partita da via Antonio Galateo. I vigili del fuoco sono intervenuti per domare le fiamme che avevano interessato un ricovero di macchine agricole in disuso.

Il rogo si stava propagando verso una abitazione prospicente, anch’essa abbandonata.

I vigili del fuoco hanno riportato la zona in sicurezza senza ulteriori conseguenze.

Attualmente sono in fase di accertamento le casue che hanno generato il rogo.

Continua a Leggere

Cronaca

“C’è un corpo sulla scogliera”: soccorso ragazzo di Soleto nella notte

Passanti chiedono aiuto a Torre dell’Orso: pompieri raggiungono 22enne con le tecniche SAF

Pubblicato

il

Lo hanno visto adagiato sulla scogliera, inerme. Ed hanno subito temuto potesse essere in pericolo di vita.

Momenti di apprensione nella notte a Torre dell’Orso, marina di Melendugno, quando poco dopo la mezzanotte alcuni passanti hanno notato un giovane disteso in riva al mare. Sugli scogli ed apparentemente privo di sensi.

Il ragazzo era in un punto della scogliera praticamente irraggiungibile. La chiamata ai numeri di soccorso, ad opera di quanti lo hanno notato, ha fatto accorrere sul posto vigili del fuoco ed una ambulanza.

I pompieri si sono calati giù per le rocce con le tecniche speleo-alpino-fluviali (foto a fine articolo) ed hanno recuperato il ragazzo, cosciente al momento del loro arrivo.

Consegnato all’equipe sanitaria del 118, il giovane è stato identificato in un 22enne di Soleto.

Sembrerebbe il ragazzo possa essere riamsto bloccato dopo aver alzato il gomito. Il 118 lo ha accompagnato in ambulanza in ospedale per accertamenti.

Le sue condizioni sono buone.

Continua a Leggere

Cronaca

Alba di fuoco: bruciano scarti di vegetazione

Pubblicato

il

Fiamma all’alba alle porte di Lecce. A bruciare sono degli scarti agricoli in terreni privati.

Siamo in via Rapolla, ore 6e30 circa. Alcuni residenti in zona chiamano il 115: una colonna di fumo si leva ormai alta nel cielo.

Interviene una squadra di vigili del fuoco di Lecce per circoscrivere l’incendio, evitando la propagazione nell’aria dei fumi della combustione.

Il lavoro dei caschi rossi riporta l’area in sicurezza. Al momento sono in fase di accertamento la proprietà del terreno e le cause che hanno generato l’incendio.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus