Connect with us

Cronaca

Ustionato nel Salento e ricoverato a Napoli!

«Questi fatti non possono essere normali e devono indignarci perchè possono fare la differenza tra la vita e la morte. La mancanza di posti in nosocomi vicini può anche essere letale per una persona»

Pubblicato

il

Un post su facebook a firma di Anna Laura Remigi solleva una questione che meriterebbe di essere approfondita e non solo sulla stampa ma anche e soprattutto nelle stanze di chi decide cosa, come e quando finanziare nella sanità nazionale e pugliese in particolare.


«Giorni fa un nostro concittadino (di Specchia ndA) ha subito un gravissimo incidente sul lavoro, e solo per miracolo è rimasto in vita», scrive la Remigi, «una violenta scossa elettrica gli ha attraversato il corpo causandogli lesioni molto gravi. Portato subito in Ospedale i sanitari hanno ritenuto che fossero necessarie le cure di un reparto specializzato quale quello dei grandi ustionati. Per questo hanno contattato l’Ospedale Perrino di Brindisi che è l’unico ospedale più vicino ad avere questa specializzazione. Il Perrino, però, ha rifiutato il ricovero per mancanza di posti. Ci si è rivolti così al Policlinico di Bari; ma anche Bari ha rifiutato il ricovero per mancanza di posti. Il nostro concittadino alla fine ha potuto trovare posto all’Ospedale di Napoli, lontano dalla sua terra e dalla sua famiglia».


«Una notizia che ormai quasi non ci tocca, pochi si sono indignati!», aggiunge amara Anna Laura, «siamo ormai abituati a questi gravi disservizi che li bolliamo come normali… ma non è così, questi fatti non possono essere normali e devono indignarci perchè possono fare la differenza tra la vita e la morte. La mancanza di posti in nosocomi vicini può anche essere letale per una persona (fortunatamente non è stato questo il caso)!».

Proprio queste riflessioni, alla vigilia della campagna elettorale per le regionali, spingono Anna Laura Remigi all’invito a «fare delle riflessioni sui tagli indiscriminati che negli ultimi 25 anni sono stati fatti alla sanità pugliese. E soprattutto oggi, in tempo di COVID, quanto questi tagli possono e potranno incidere sulla nostra vita e su quella dei nostri cari? E’ il caso di riflettere, non vi pare, quando ci apprestiamo a votare gente che ha falcidiato il sistema sanitario pugliese! Dipende da noi e non da loro, ricordatevi».


«Un forte abbraccio a Luigi Musio e alla sua famiglia», conclude il post, «l’augurio di una pronta guarigione perchè possa tornare presto in mezzo a noi».


Cronaca

Cadavere in fondo alle scale di un palazzo: mistero a Maglie

Pubblicato

il

È mistero a Maglie sul ritrovamento del cadavere di un uomo di 48 anni di cui non sono state rese le generalità.

Il corpo esanime è stato rinvenuto in mattinata in fondo alla rampa della scala di un palazzo, quella del lotto 4 del complesso ”Achille Grandi”, in via Jan Palach.

Sono accorsi sul luogo il 118 ed i carabinieri, che indagano sull’accaduto.

Da capire se sia trattato di una tragedia dalla natura accidentale o se l’uomo si sia lanciato nel vuoto per togliersi la vita.

La vittima non abitava nella zona in cui è stata rinvenuta.

Immagine di repertorio 

Continua a Leggere

Cronaca

Tremendo schianto: un morto sul colpo ed un ferito grave

L’incidente nel primo pomeriggio di oggi sulla via che da Surbo porta a Torre Rinalda

Pubblicato

il

Un altro tratto di strada annoverato tra i “maledetti” in Salento torna a far parlare di sé.

Questo pomeriggio, attorno alle 15, un incidente stradale è costato la vita ad un uomo sulla strada tra Surbo e Torre Rinalda.

Siamo sulla sp93, in prossimità della Tenuta Monacelli. Qui, una Opel Astra ed una Fiat Punto si sono violentemente scontrate.

A. S., 41 anni, di Lecce, ha perso la vita. Guidava la Punto, è morto sul colpo. Grave invece il ragazzo nella Opel, condotto in ospedale d’urgenza dai sanitari, al “Fazzi” di Lecce.

Oltre alle forze dell’ordine ed al 118, sono intervenuti anche i vigili del fuoco. Il loro lavoro è stato fondamentale per estrarre i coinvolti dalle vetture incidentate, distrutte dall’impatto e volate nelle campagne a bordo strada.

Foto di polizia locale Lecce

Continua a Leggere

Cronaca

Auto contro Ape sulla 275 a San Dana: grave una donna

Pubblicato

il

Un violento tamponamento sulla strada statale 275, questa mattina, ha costretto due persone, marito e moglie, al ricovero in ospedale a Tricase.

L’incidente è avvenuto attorno alle 8, nel tratto di Maglie-Leuca ricadente nel territorio di San Dana (frazione di Gagliano del Capo).

Qui, all’altezza del semaforo che taglia il rettilineo tra Montesardo (Alessano) e Gagliano, un’auto ha tamponato un’Ape Piaggio.

A bordo di quest’ultimo, la coppia di malcapitati: marito e moglie. Secondo quanto raccolto dalle testimonianze sul posto, sembrerebbe che l’Ape, appena rimessosi in marcia con semaforo verde, si fosse spento, appena un paio di metri dopo aver superato l’incrocio.

Qui, è stato colpito alle spalle da una vettura che, viaggiando verso nord, sopraggiungeva nella stessa direzione.

Illeso il conducente della macchina. Feriti i due a bordo del mezzo a tre ruote, con la donna, 73 anni, ad avere la peggio.

È stata trasportata in codice rosso all’ospedale “Panico” di Tricase.

I carabinieri hanno effettuato i rilievi del caso, dopo che l’equipe sanitaria del 118 ha prestato soccorso ai coinvolti.

Sul luogo del sinistro, poi, è intervenuta anche Anas nel corso della mattinata.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus