Connect with us

Cronaca

Vagonate di giovani, in pista e senza mascherine: chiusi due locali

Pubblicato

il


Nella nottata di ieri, gli agenti in servizio presso il Commissariato di Gallipoli, con i colleghi del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Meridionale” di Lecce, hanno operato dei controlli nell’ambito del dispositivo di ordine e sicurezza pubblica voluto dal Questore Valentino nella città di Gallipoli.





Dopo i recenti episodi di disordine sociale registrati in paese, la polizia è intervenuta provvedendo a sanzionare i titolari di due locali. Uno in agro di Sannicola ed uno in agro di Taviano (si tratta del Rio Bo e del Vega). Hanno riscontrato la presenza di un migliaio di giovani senza mascherine e senza il rispetto del distanziamento sociale.





Durante l’attività di osservazione preventiva, effettuata presso una delle due discoteche, gli agenti hanno anche notato un continuo andirivieni di navette che portavano sul posto numerosi giovani. I ragazzi, scesi dai mezzi, si mettevano in fila, senza mascherina, per entrare nel locale di intrattenimento.





Una volta all’interno dei locali, gli agenti hanno verificato che i giovani presenti erano assembrati, in gran parte in piedi, con la musica che veniva diffusa ad altissimo volume dal Dj ed era accompagnata da effetti luminosi, tipici dei locali da ballo.




Da successivi accertamenti, si è inoltre riscontrato che il numero dei giovanissimi avventori era superiore rispetto alla capienza massima autorizzata ed, in uno di questi, addirittura quasi il triplo.





Pertanto, in ottemperanza alle attuali disposizioni normative relative al contrasto della diffusione della pandemia da Covid-19, ai titolari dei due locali è stata contestata la relativa violazione con l’applicazione della sanzione amministrativa di 400 euro ciascuno, oltre all’applicazione della sanzione accessoria della chiusura immediata dell’attività per la durata di 5 giorni.










Attualità

248 casi covid in Puglia. Cala la curva dei contagi

Ogni 100mila abitanti” sono 91; sotto soglia di saturazione i posti letto sia in area medica (7%) che in terapia intensiva (4%

Pubblicato

il

Oggi in Puglia ci sono stati 248 casi. 13.931 sono stati i test per l’infezione effettuati, con una incidenza dell’1,78%.

E’ stato registrato un decesso. Questi i positivi per provincia: 59 nel Leccese, 53 in provincia di Bari, 43 nel Foggiano, 40 nel Brindisino, 32 nella provincia Bat, 14 nel Tarantino, 5 residenti fuori regione, 2 casi di residenza non nota.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 266.706 e sono 256.579 i pazienti guariti.

Cala ancora la curva dei contagi in Puglia e migliora anche la situazione complessiva. Dall’8 al 14 settembre, secondo il monitoraggio della fondazione Gimbe, c’è stata una riduzione dei nuovi casi del 15,3% rispetto a sette giorni prima.

I “casi positivi ogni 100mila abitanti” sono 91; sotto soglia di saturazione i posti letto sia in area medica (7%) che in terapia intensiva (4%).

La provincia con più contagi è quella Barletta-Andria-Trani, con 54 nuovi casi; seguono Lecce (42); Brindisi (31); Foggia (28); Bari (25) e Taranto (16).

Continua a Leggere

Cronaca

In moto contro un muretto: muore 49enne

Pubblicato

il

Bruttissimo incidente in tarda mattinata nel nord Salento.

Una moto è finita contro un muretto sulla Veglie-Torre Lapillo. La polizia locale ha ricostruito la dinamica. Non è ancora chiaro cosa abbia provocato l’incidente. Le forze dell’ordine sono al lavoro per capire se sia stato un altro mezzo in transito a far perdere il controllo della moto all’uomo che era in sella.

Potrebbe infatti esser stata una immissione laterale a provocare uno sbandamento. Da valutare però anche la velocità cui il mezzo a due ruote procedeva.

Inutili i soccorsi: l’uomo, un 49enne di Veglie, è deceduto.

Foto Protezione Civile Salento

Continua a Leggere

Castrignano del Capo

Intercettata imbarcazione: migranti sbarcano a Leuca

Pubblicato

il

Un natante con un gruppo di migranti a bordo è stato intercettato oggi al lungo le coste salentine.

Nella prima mattinata è partita la prassi preparativa allo sbarco. La barca è stata raggiunta nei pressi di Lido Marini (Ugento) e scortata nel porto di Leuca dove sono in corso le operazioni di routine: sanitarie e di identificazione.

Il gruppo è composto da 52 persone che hanno riferito di essere originarie di Iran e Iraq. Sono stati tutti trasferiti presso il centro di prima accoglienza don Tonino Bello di Otranto.

Foto Valerio Schirinzi

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus