Connect with us

Alessano

Come predetto dal sindaco, nuovi contagi ed isolamenti ad Alessano

Pubblicato

il


Lo aveva predetto: la sindaca di Alessano, Francesca Torsello, 24 ore fa aveva anticipato il rischio di un peggioramento della situazione epidemiologica nel suo paese. Ed ecco che puntualmente i dati iniziano, suo malgrado, a darle ragione a margine di un periodo che ha visto Alessano penultimo a cedere nella lista dei paesi da sempre Covid-free.





“Comunico che al momento ci sono 6 ulteriori positività accertate, anche se non ancora ufficialmente comunicate dalla Asl, e 13 cittadini formalmente in isolamento domiciliare (ma di fatto ve ne sono di più che stanno osservando una quarantena volontaria)”, scrive su Facebook.




“Per altre persone sintomatiche si stanno eseguendo gli accertamenti di rito. Questo è il quadro odierno”, scrive, “che è quindi in fase di definizione e che abbiamo ricostruito dopo un’intera giornata di colloqui con le autorità sanitarie e i nostri medici di famiglia, che ringrazio e con i quali ho fissato una riunione per domani per definire le prossime iniziative e le condotte che andranno adottate alla luce della nuova situazione.
Ho già sentito telefonicamente alcuni dei concittadini che stanno attraversando questo momento particolare: a loro vanno l’abbraccio mio e della città e gli auguri per una pronta guarigione”.





Poi una valutazione sulla situazione scolastica: “Ad oggi non ci sono le condizioni per valutare particolari rischi per le scuole, nei cui plessi si osservano rigidamente tutti i protocolli di sicurezza e le prassi preventive previste: i ragazzi sono al sicuro in classe se fuori dalla scuola si attengono strettamente alle consuete regole che abbiamo appreso.
Come Sindaco sento il dovere di utilizzare un linguaggio di verità, informando con rigore e sobrietà, rassicurando e allo stesso tempo invitando assertivamente tutti alla massima prudenza e responsabilità. Perciò limitiamo ancora i contatti e restiamo a casa”.


Alessano

Alessano…guarisce: calano i positivi al Covid

Pubblicato

il


L’incubo Covid è prossimo a lasciare Alessano.





Dopo un Natale horror con una escalation vertiginosa di contagi (arrivati sin ben oltre i 50) ed una serie di ricoveri, gennaio si appresta a chiudersi con un numero di contagiati sotto ai 20.




La sindaca Francesca Torsello spiega: Sono 19 i cittadini attualmente positivi; ci sono ulteriori guarigioni già note ma ancora in via di ufficializzazione”.





Ad Alessano, inoltre, fino al primo febbraio è possibile richiedere al Comune dei contributi economici per utenze e canoni d’affitto non pagati e scaduti nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020 secondo le modalità previste nell’avviso predisposto dall’Amministrazione Comunale per riconoscere un aiuto alle famiglie alessanesi.


Continua a Leggere

Alessano

Nuovi incentivi per le attività di 22 Comuni del Basso Salento

Dal turismo alle produttività locali: scadenza il 7 marzo

Pubblicato

il

A cura di Agevolazioni Puglia – http://www.agevolazioni.puglia.it/

Sono stati riaperti i termini per presentare domanda ai bandi Azione 4 “Creazione e sviluppo di attività extra agricole nel Capo di Leuca”:

  • Intervento 4.1 “Valorizzazione delle produzioni tipiche locali”,
  • Intervento 4.2 “Servizi al turismo locale”.

La scadenza per poter accedere ai bandi è stata fissata al 7 marzo 2021.

I comuni interessati all’incentivo sono: Alessano, Alliste, Casarano, Castrignano del Capo, Corsano, Gagliano del Capo, Matino, Melissano, Miggiano, Montesano Salentino, Morciano di Leuca, Patù, Presicce-Acquarica del Capo, Racale, Ruffano, Salve, Specchia, Taurisano, Taviano, Tiggiano, Tricase e Ugento.

Possono accedere al bando le microimprese iscritte alla Camera di Commercio, Industria ed Artigianato ed Agricoltura con sede legale ed operativa nel territorio del GAL, che svolgono una delle attività elencate nei due interventi (Codici ATECO riportati negli allegati del bando, segue dettaglio). Occorre altresì rispettare quanto previsto dalla normativa sugli aiuti “de minimis” ottenuti nei tre anni precedenti la domanda di presentazione.

Gli interventi devono essere realizzati esclusivamente in fabbricati esistenti, regolarmente accatastati ed è necessario garantire la proprietà o possesso di tali immobili per una durata almeno pari al periodo previsto per la stabilità delle operazioni (almeno 8 anni).

Scopriamo nel dettaglio le due linee di intervento, i codici ATECO ammessi all’incentivo e le modalità per presentare la domanda.

INTERVENTO 4.1 – VALORIZZAZIONI DELLE PRODUZIONI TIPICHE LOCALI

L’intervento ha l’obiettivo di valorizzazione le produzioni dell’artigianato e della gastronomia locali, sostenendo la nascita e lo sviluppo di attività, quali:

  • Artigianato tradizionale legato alle tipicità locali (ceramica, legno d’ulivo, pietra leccese, …);
  • Attività artigianali nei settori della trasformazione alimentare (liquoreria, pasticceria, prodotti da forno, pasta fresca, …), con particolare riguardo alle produzioni tipiche locali;
  • Ristorazione tipica e da asporto che utilizzano prodotti agricoli e agroalimentari tipici del territorio;
  • Commercio, anche elettronico, di produzioni tradizionali e tipiche locali.

Le spese ammesse all’incentivo:

  • Ammodernamento e adeguamento funzionale dell’immobile e modesti ampliamenti limitati a vani tecnici e servizi nel rispetto degli strumenti urbanistici vigenti;
  • Sistemazione degli spazi esterni dell’edificio, se strettamente funzionali all’attività;
  • Attrezzature, macchinari, impianti, arredi funzionali all’attività;
  • Automezzi da utilizzare esclusivamente per la promozione e commercializzazione dei prodotti artigianali e per la degustazione delle produzioni agroalimentari;
  • Hardware, Software, sviluppo di programmi informatici e costi per la realizzazione e aggiornamento di siti web;
  • Spese generali, compresi i compensi per consulenti e professionisti (max 12% delle voci precedenti).

INTERVENTO 4.2 – SERVIZI AL TURISMO LOCALE


L’obiettivo dell’intervento è quello di migliorare la qualità dell’offerta ricettiva del territorio attraverso la nascita e lo sviluppo di nuove attività e nuovi servizi finalizzati alla promozione del paesaggio urbano e rurale riqualificato.

Possono accedere al bando le attività che intendono offrire:

  • Servizi al turismo/punti di accoglienza turistica;
  • Servizi/circuiti riguardanti lo sport (cicloturismo, turismo equestre, …);
  • Servizi connessi al turismo per famiglie, scuole e gruppi organizzati;
  • Servizi che favoriscano l’avvicinamento del turista ai prodotti tipici del territorio;
  • Servizi per il benessere, fitness, percorsi vita, percorsi sensoriali;
  • Punti di osservazione del paesaggio e della fauna;
  • Servizi per il benessere degli animali.

Le spese ammissibili:

  • Ammodernamento ed adeguamento funzionale dei locali e modesti ampliamenti limitati a vani tecnici e servizi nel rispetto degli strumenti urbanistici vigenti;
  • Attrezzature, strumenti, arredi, impianti;
  • Piccoli mezzi di locomozione ecosostenibili per favorire la fruibilità via terra e via mare;
  • Hardware, Software, sviluppo di programmi informatici e realizzazione di siti web;
  • Spese generali, compresi i compensi per consulenti e professionisti (max 12% delle voci precedenti).

Per entrambi gli interventi, le spese sostenute devono corrispondere a pagamenti effettuati e comprovati da fatture, ovvero da documenti contabili aventi forza probante equivalente. Inoltre, prima di avviare gli investimenti verrà attivato un conto corrente dedicato intestato al soggetto beneficiario, in modo da consentire la tracciabilità dei pagamenti nella realizzazione del programma di spesa.

In ogni caso, non rientrano nelle agevolazioni le spese relative a:

  • Investimenti di mera sostituzione dei beni strumentali;
  • Acquisto di beni e materiale usato;
  • Interessi passivi e oneri meramente finanziari;
  • Investimenti sostenuti precedentemente la presentazione della domanda;
  • Spese legali;
  • Acquisti beni non durevoli.

L’incentivo prevede un contributo pari al 50% della spesa ammessa al bando, fino a un limite massimo agli aiuti (contributo pubblico + cofinanziamento privato) non superiore a 70 mila euro per ciascun intervento.

Per maggiori dettagli rivolgersi allo “Sportello Informativo Gratuito”, telefonando al numero 800.910.245 o scrivendo una mail al seguente indirizzo info@agevolazioni.puglia.it.

Continua a Leggere

Alessano

Ricoveri, tamponi e misure: aggiornamento serale Covid dai sindaci

Pubblicato

il


Continua a scendere la curva dei contagi ad Alessano. La sindaca Francesca Torsello spiega che “sono 35 i cittadini alessanesi attualmente positivi, tra questi c’è un contagio registrato nella giornata odierna.
Si è anche reso necessario”, continua, “il ricovero di un paziente presso il Dea di Lecce”.





Tra gli altri centri sotto pressione per il Sarscov2 c’è Scorrano. Qui è stato disposto uno screening sanitario a tutta la popolazione, su base volontaria, per la prossima settimana. A fine articolo il documento pubblicato dal Comune con date, luoghi e orari da seguire per sottoporsi al test rapido.




Taviano invece oggi ha seguito l’esempio di Galatina. Per evitare gli assembramenti che vanificano la chiusura dei bar, con ordinanza numero 4 del 21 gennaio, il sindaco Tanisi ha disposto la chiusura dei distributori automatici fino al 5 marzo nella fascia oraria che va dalle 18 alle 5 del mattino.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus