Connect with us

Alliste

Calamità naturale: pubblicato decreto Ministero

I danni ammontano a 180.696.550 milioni, con valori che superano il 30% della produzione lorda vendibile. Coldiretti: “Accesso alle risorse del Fondo di solidarietà nazionale, grazie al pressing di Coldiretti, è stato esteso anche a beneficio delle colture assicurabili”. Tutti i Comuni a cui è stato riconosciuto lo stato di calamità

Pubblicato

il

CALAMITÀ: COLDIRETTI PUGLIA, PUBBLICATA DECLARATORIA MINISTERO PER 180MLN EURO DANNI; ESTESO FONDO SOLIDARIETA’ ANCHE A COLTURE ASSICURABILI

 

Pubblicato oggi il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole di declaratoria per eccezionali avversità atmosferiche, in particolare gelate e nevicate, verificatesi nei territori della regione Puglia dal 5 al 12 gennaio scorsi.

L’elemento essenziale ed assolutamente innovativo“, dichiara il presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele ,” è che l’accesso alle risorse del Fondo di solidarietà nazionale, grazie al pressing di Coldiretti, è stato esteso anche a beneficio delle colture assicurabili, che altrimenti sarebbero rimaste fuori dalle misure d’intervento. La straordinaria ondata di maltempo che ha colpito la Puglia con i danni di inusitata gravità a strutture agricole, produzioni arboree e in pieno campo e allevamenti con centinaia di animali morti, ha messo ancor più in evidenza la fragilità del sistema agricolo e ha reso non più differibile l’attivazione di una strategia normativa e tecnica utile all’immediato ripristino produttivo delle imprese colpite. Essere riusciti ad ottonere la declaratoria per tutte le province pugliesi è stato un atto doveroso d parte di tutto il sistema Puglia”.

Dai sopralluoghi effettuati nelle 6 Province, secondo la nota della Regione, i danni ammontano a 180.696.550 milioni, con valori che superano il 30% della produzione lorda vendibile, valore percentuale minimo accertato che consente di accedere al Fondo di Solidarietà nazionale.

L’estensione del fondo di solidarietà nazionale anche a beneficio delle colture assicurabili“, aggiunge Angelo Corsetti, direttore di Coldiretti Puglia, “che, altrimenti sarebbero rimaste fuori dalle misure d’intervento, è sicuramente un primo passo per aiutare gli agricoltori pugliesi che hanno subito ingenti perdite a causa della straordinaria ondata di maltempo del gennaio 2017. L’attivazione del Fondo consente alle imprese agricole danneggiate dagli eventi calamitosi di godere di tutti gli interventi di sostegno previsti a legislazione vigente come, in particolare, l’erogazione di contributi in conto capitale fino all’80% del danno sulla produzione lorda vendibile ordinaria, l’attivazione di prestiti ad ammortamento quinquennale per le maggiori esigenze di conduzione aziendale, la proroga delle rate delle operazioni di credito in scadenza, l’esonero parziale dal pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali propri e dei propri dipendenti e l’ottenimento di contributi in conto capitale per il ripristino delle strutture aziendali danneggiate e per la ricostituzione delle scorte eventualmente compromesse o distrutte”.

In provincia di Lecce lo stato di calamità è stato riconosciuto per i Comuni di  Alliste, Arnesano, Carmiano, Carpignano Salentino, Castrignano De’ Greci, Cavallino, Copertino, Galatina, Galatone, Giuggianello, Guagnano, Lecce, Lequile, Leverano, Martano, Matino, Minervino Di Lecce, Muro Leccese, Nardò, Racale, Salice Salentino, San Pietro In Lama, Sanarica, Taviano, Trepuzzi, Ugento, Veglie.

Alliste

Getta l’eroina nel water ma non evita l’arresto

I carabinieri della Stazione di Racale con il supporto del personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori Puglia arrestano spacciatore ad Alliste

Pubblicato

il

Getta eroina nel water ma i carabinieri lo scoprono, ritrovano l’involucro con la droga nel pozzetto fognario e lo arrestano.

Dovrà così rispondere di detenzione e spaccio G.R., 49 anni, di Alliste, fermato dai carabinieri della Stazione di Racale con il supporto del personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori Puglia.

Oltre ai 35 grammi di droga, nella sua abitazione i militari dell’Arma hanno rinvenuto un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi e 665 euro in contanti, probabilmente provento dello spaccio.

Il 49enne spacciatore è ora agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

Continua a Leggere

Alliste

Casarano, Matino, Alliste: cinque denunce per droga

Segnalati alla Prefettura 8 giovani per uso non teurapeutico sostanze stupefacenti

Pubblicato

il

Nell’ambito della loro giurisdizione i carabinieri della Compagnia di Casarano, impegnati in servizi coordinati di controllo del territorio hanno denunciato XX persone per reati legati al possesso e/o spaccio di droga.

A Matino denunciato un uomo che fermato in via C. Colombo e perquisiti, è stato colto in possesso di 0,45 grammi di cocaina.

A Casarano, invece è finito nei guai un uomo fermato in via Corsica e pizzicato con tre involucri contenenti 26,6 grammi di marijuana.

Sempre a Casarano, un’altra persona è stata denunciata perché a seguito di perquisizione domiciliare è stata trovata in possesso di un involucro contenente 4 grammi di marijuana.

Ad Alliste, i carabinieri della Stazione di Racale hanno denunciato un uomo che in casa deteneva 2 involucri in cellophane contenenti rispettivamente 5,3 grammi di eroina e 0,9  grammi di cocaina.

Un uomo fermato sulla Via Vecchia Matino-Collepasso, denunciato perché colto in possesso di un contenitore contenente 123 grammi di marijuana.

Nell’amito della loro giurisdizione i carabinieri della Compagnia di Casarano hanno segnalato alla Prefettura 8 giovani per uso non teurapeutico sostanze stupefacenti.

Continua a Leggere

Alliste

Mercato settimanale: Alliste mantiene le distanze

L’afflusso delle persone è contingentato grazie anche alla presenza di Polizia Locale e Protezione Civile

Pubblicato

il

Oggi ad Alliste il mercato settimanale si svolge regolarmente anche se ovviamene in forma ridotta e non con tutti i generi solitamente in esposizione e vednita.

L’afflusso delle persone è regolamentato da un accesso presidiato grazie all’impiego della Polizia Locale e della Protezione Civile.

L’imperativo è sempre lo stesso: il rispetto del distanziamento sociale e con il diniego ad assembramenti pericolosi.

(Foto Fabrizio Casto)

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus