Connect with us

Caprarica di Lecce

Pasquetta a Caprarica di Lecce

Nel verde della Serra

Pubblicato

il

Il tempo passa, ma le tradizioni vanno rispettate.


La Pasquetta è una di queste: a “lu riu” un buon salentino non può proprio rinunciare! Nemmeno l’era del consumismo, che denigra le usanze più antiche, è riuscita ad eradicare un costume storico come quello della gita in campagna, del picnic con gli amici, il giorno dopo la Santa Pasqua di Resurrezione.


Lunedì 1 aprile, dalle ore 9 sino al tramonto, Caprarica di Lecce riscopre il gusto della Pasquetta sulla Serra, collinetta consacrata ed amata da tutti, il luogo ameno per eccellenza, dove il verde degli ulivi ben sposa ettari di terra e di natura incontaminata. L’Amministrazione Comunale, in collaborazione con tutte le associazioni del paese, è pronta a far rivivere, a chiunque lo voglia, un giorno all’insegna della spensieratezza e della felicità. Perché la Pasqua è gioia: deve esserlo. Il paesaggio della Serra caprarese rallegra l’animo alla sola vista e rinfranca lo spirito.


Ci penseranno poi le tante iniziative a rendere ancora più divertente “lu riu”: saranno allestiti mini-campi di calcetto e di volley e i fanatici dello sport potranno trovare pane per i propri denti sui percorsi per mountain bike. Una passeggiata a cavallo è la ciliegina sulla torta in mezzo agli stupendi campi della Serra. Non dimenticate il vostro aquilone! Il vento, immancabile, è un invito a partecipare alla gara che si terrà nel pomeriggio, con tanto di premi finali.

In esclusiva, la “Gara te lu Puddhicastru”, il famoso dolce pasquale, prettamente meridionale, fatto di elementi frugali (farina, latte, zucchero e un uovo in guscio al centro), che le ragazze un tempo solevano regalare al proprio uomo. Apre le porte agli appassionati Kalòs, l’archeodromo del Salento, che a Pasquetta propone un assaggio di “Un giorno nella storia”, classica manifestazione primaverile che partirà il prossimo 16 aprile.


Musica e divertimento sono assicurati e confidando in un meteo clemente, sarà davvero l’ideale per le famiglie con bambini e per i gruppi di amici… Che Pasquetta sia!


Stefano Verri


Appuntamenti

Paladini del Territorio: le iniziative in provincia

A Matino, Supersano, Ruffano, Scorrano, Spongano, Specchia, Nociglia, Calimera, Caprarica di Lecce, Corigliano d’Otranto e Lecce. In Puglia, oltre 230 persone impegnate in attività di ripristino di aree problematiche. Fondazione UNA, in collaborazione con le associazioni venatorie del territorio italiano, da il via al progetto “Operazione Paladini del Territorio”, che vedrà impegnati cacciatori e cittadini in azioni di recupero, salvaguardia e ripristino di zone colpite dall’inquinamento originato dall’uomo.

Pubblicato

il

Dal 21 al 29 maggio, settimana in cui ricorre la giornata mondiale della Biodiversità, Fondazione UNA, in collaborazione con le associazioni venatorie del territorio italiano, darà finalmente il via al progetto “Operazione Paladini del Territorio”, che vedrà impegnati cacciatori e cittadini in azioni di recupero, salvaguardia e ripristino di zone colpite dall’inquinamento originato dall’uomo.

Le associazioni dell’ATC provincia di Lecce e le sezioni regionali e comunali pugliesi delle associazioni venatorie Enalcaccia, ATC e Federcaccia lavoreranno insieme per la pulizia di boschi, spiagge, sentieri ed aree urbane particolarmente contaminate.

Il 21 maggio 2022 sarà la prima giornata dedicata all’Operazione Paladini del Territorio, un’iniziativa organizzata e sostenuta da Fondazione UNA – Uomo, Natura e Ambientein collaborazione con le associazioni venatorie del territorio nazionale.

In Puglia, sono state programmate 16 diverse azioni di recupero e salvaguardia del territorio in zone colpite dall’inquinamento, che prevederanno la partecipazione di oltre 230 persone tra cacciatori e cittadini volontari che agiranno secondo i principi che guidano ogni paladino, cioè nel pieno rispetto della natura e della biodiversità.

Sabato 21 maggio le sezioni Enalcaccia Matino, Federcaccia Barletta (BAT) e le associazioni dell’ATC della Provincia di Lecce (Pro Loco Supersano, Comune di Calimera) daranno il via all’iniziativa dedicandosi alla pulizia degli ambienti naturali, dei boschi e delle spiagge limitrofe ai Comuni di appartenenza.

Domanica 22, sarà il turno delle associazioni dell’ATC della Provincia di Lecce di Scorrano, Spongano, Specchia, Nociglia, di Federcaccia Andria (BAT) e Barletta che opereranno per la pulizia di boschi e delle aree di caccia vicine alle cittadine interessate dagli eventi.

Venerdì 27, le associazioni dell’ATC della Provincia di Lecce del Comune di Ruffano si occuperanno della pulizia dei boschi limitrofi alla città, oltre alla villa del parco comunale.

Nella penultima giornata dedicata alla settimana della biodiversità, sabato 28 maggio, le associazioni dell’ATC della Provincia di Lecce del Comune di Caprarica di Lecce e di Corigliano d’Otranto hanno organizzato una giornata di pulizia di una zona verde adiacente alle città nonché la pulizia di boschi e sentieri del vicinato.

Domenica 29 maggio Federcaccia di Lecce e San Paolo di Civitate (Fg) chiuderanno l’iniziativa, occupandosi dei boschi ed i sentieri nei pressi delle due località.

A livello nazionale, l’Operazione Paladini del Territorio coordinata da Fondazione UNA vedrà la realizzazione di oltre 80 attività di recupero e salvaguardia dell’ambiente in 14 diverse regioni italiane, per una partecipazione totale di oltre 2mila persone. Tutti i partecipanti interverranno nelle proprie zone di competenza per rispondere alle necessità caratteristiche di ciascun territorio, contribuendo così a ribadire il profondo legame e il rispetto che lega il cacciatore all’ambiente in cui opera e che frequenta durante tutto l’anno.

FONDAZIONE UNA

Fondazione UNA attraverso una nuova filiera ambientale, composta da realtà a volte in contrasto, si impegna nella tutela e nella gestione della natura contribuendo al benessere della comunità. In essa convergono, infatti, realtà ambientaliste, agricole e venatorie, insieme a quelle scientifiche e accademiche, le quali condividendo obiettivi comuni e collaborando intorno a progetti concreti, agiscono sinergicamente verso il fine condiviso di realizzare un contesto territoriale e ambientale sostenibile.

Uno dei fondamenti di Fondazione UNA è la tutela della biodiversità attraverso il suo impegno attivo nell’affrontare e cercare soluzioni alle emergenze che ne minacciano l’equilibrio, mediante la realizzazione di attività e progetti mirati.

Continua a Leggere

Alessano

E si udì il Gallo cantare, di passione

In programma fino al 13 aprile, i Canti di Passione…

Pubblicato

il

Torna il festival “Canti di Passione – Ce custi o gaddho na cantalìsi” (e si udì il gallo cantare) promosso dall’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina in collaborazione con la Fondazione La Notte della Taranta e il sostegno dell’Istituto Diego Carpitella.

In programma fino al 13 aprile, i Canti di Passione sono un percorso tra il fisico e l’emozionale che rimanda ai secoli passati, ai rituali dell’area grika, agli eventi tradizionali, ai riti religiosi e ai canti popolari sacri che caratterizzavano la settimana santa. La poesia popolare grica raggiunge la sua più alta espressione poetica nelle vicende che narrano la vita e la morte di Cristo.

I canti, sia in lingua grika che romanza, venivano eseguiti a ridosso di Pasqua.
Rappresentano la pietas popolare e la modalità più complessa e articolata attraverso la quale il popolo esprime il suo misticismo e la necessità di comunicare con la divinità.

Le rappresentazioni sonore e gestuali del Festival itinerante “Canti di Passione” faranno tappa in tutti i paesi della Grecìa (Calimera, Carpignano Salentino, Castrignano dei Greci, Corigliano d’Otranto, Cutrofiano, Martano, Martignano, Melpignano, Sogliano Cavour, Soleto, Sternatia e Zollino), Lecce e Alessano.

Il festival della ripartenza, caratterizzato dalla presenza del pubblico, vedrà la direzione artistica di Antonio Melegari e la partecipazione di numerosi artisti, espressione del territorio, depositari di queste antiche tradizioni.
«Il festival dei Canti di passione del 2022, segna il ritorno sulla scena di una delle più importanti tradizioni popolari», sottolinea Antonio Melegari, «una manifestazione che mira a valorizzare la storia, l’arte e l’appartenenza culturale all’area grika. Un’edizione che vedrà il ritorno del pubblico nelle varie tappe e che vuole essere uno stimolo per le compagnie, le congreghe e le squadre dei cantori che negli anni hanno portato in giro tra case e masserie “Lu Santu Lazzaru”, “Lu Lazzarenu” o “I Passiuna tu Christù”».

«La Grecìa Salentina», aggiunge il presidente dell’Unione dei comuni ellenofoni Roberto Casaluci, «negli ultimi decenni si è fortemente caratterizzata per il fatto di aver puntato sulla cultura e sull’identità come traini per lo sviluppo del suo territorio; i Canti di Passione rientrano a pieno titolo nella tradizione della cultura popolare di quest’area grika e, per questo, intendiamo investire risorse ed energie per riprendere questa sentita tradizione e farne, da qui in avanti, un evento portante, nel rispetto della storia e della memoria popolare».

CANTI DI PASSIONE 2022

Il programma del Festival itinerante che ha avuto inizio il 3 aprile prosegue sabato 9, alle 19,30 a Cutrofiano sul Sagrato della Chiesa Madre con la 32a Rassegna di Santu Lazzaru.
Domenica 10 aprile, dalle 11, tappa a Zollino, in piazza San Pietro con la Famiglia Giagnotti e i Cantori della Bottega del Teatro di Zollino.

Nella stessa mattinata, dalle 11,30, a Martano, da Piazza Assunta a Piazza Castello, i Cantori di Martano, Astèria di Giorgio Filieri, Bosforos Trio e Santu Lazzaru de banda.
Sempre domenica 10, dalle 19,30, a Castrignano de’ Greci, presso la Chiesa Maria SS. Annunziata, la Banda itinerante salentina, Salvatore Cotardo e Roberto Licci.

Lunedì 11, alle 19,30, a Melpignano, presso la Chiesa di San Giorgio Martire, con la Compagnia Fiore Maggiulli, Michela Sicuro con Marco Garrapa e Antonio Sicuro, Antonio Castrignanò.

Martedì 12 (dalle 19,30), si esce dai confini della Grecìa Salentina per fare tappa ad Alessano, nella Chiesa di Sant’Antonio, dove si esibiranno la Compagnia te San Simone, la Compagnia Arakne Mediterranea ed i Cardisanti.

Ultimo giorno a Martignano: mercoledì 13 aprile, dalle 20, da Piazza Palmieri alla Chiesa S. Maria dei Martiri con la Compagnia Arakne Mediterranea, Anna Cinzia Villani, Stella Grande e Anime Bianche e la Famiglia Giagnotti.

Continua a Leggere

Alessano

Fondo per la progettazione territoriale, Donno: «La Puglia può contare su più di di 14 milioni»

Pubblicato

il

FÈ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) che ripartisce il Fondo per la progettazione territoriale. Si tratta di 161.515.175 euro utili a rilanciare e accelerare la progettazione nei piccoli Comuni, le Province e le Città metropolitane delle regioni del Sud, Marche e Umbria, nonché nei centri delle aree interne.
Alla Puglia sono stati destinati €14.745.686,09. Di questi: €2.500.000,00 andranno alle Province (dunque 500mila alla Provincia di Lecce), €11.245.686,09 ai Comuni (91 quelli della provincia di Lecce che ne beneficeranno) e € 1.000.000,00 alla città metropolitana di Bari. Ogni singolo Comune gode di un finanziamento che varia da 14mila a 98mila euro, in base alla popolazione e ad alcuni parametri come la posizione.

L’on. Leonardo Donno

A darne notizia è il deputato salentino del Movimento 5 Stelle, Leonardo Donno, che spiega: «Si tratta di una misura innovativa a sostegno degli enti territoriali che assumono i progetti vincitori dei concorsi e possono utilizzarli per partecipare ai bandi e all’assegnazione delle risorse del PNRR e delle politiche di coesione nazionali ed europee. PNNR che – rivendica il deputato – dobbiamo al nostro leader Giuseppe Conte, che ha intrattenuto una dura trattativa con l’Unione Europea per raggiungere lo scopo. Gli enti possono adesso utilizzare le risorse del Fondo per promuovere bandi rivolti a professionisti (per esempio architetti, ingegneri, progettisti…) che andranno a presentare progetti in ambito urbanistico o di innovazione sociale. In questo modo, le amministrazioni interessate avranno a disposizione progetti già pronti per partecipare all’assegnazione delle risorse del PNRR, dei Fondi strutturali europei o del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione»

I Comuni fino a 5mila abitanti possono utilizzare, in tutto o in parte, il contributo anche per affidare incarichi per la redazione di progetti di fattibilità tecnica economica.

I bandi, ricorda poi Donno, «devono essere pubblicati e gli affidamenti disposti per l’intera somma assegnata entro sei mesi dall’entrata in vigore del DPCM, pena la revoca del contributo. È una grande occasione».

Di seguito i comuni beneficiari in provincia di Lecce: Alessano, Alezio, Alliste, Andrano, Aradeo, Arnesano, Bagnolo del Salento, Botrugno, Calimera, Campi Salentina, Cannole, Caprarica di Lecce, Carmiano, Carpignano Salentino, Casarano, Castrì, Castrignano de’ Greci, Castrignano del Capo, Castro, Cavallino, Collepasso, Copertino, Corigliano d’Otranto, Corsano, Cursi, Cutrofiano, Diso, Gagliano del Capo, Galatina, Galatone, Gallipoli, Giuggianello, Giurdignano, Guagnano, Leverano, Lizzanello, Maglie, Martano, Martignano, Matino, Melendugno, Melpignano, Melissano, Miggiano, Minervino di Lecce, Monteroni, Montesano, Morciano di Leuca, Muro Leccese, Neviano, Novoli, Ortelle, Otranto, Palmariggi, Parabita, Patù, Poggiardo, Porto Cesareo, Presicce Acquarica, Racale, Ruffano, Salice Salentino, Salve, San Cassiano, San Cesario, San Donato, San Pietro in Lama, Sanarica, Sannicola, Santa Cesarea Terme, Sogliano, Seclì, Sogliano Cavour, Soleto, Specchia, Spongano, Squinzano, Sternatia, Surano, Surbo, Taurisano, Taviano, Tiggiano, Trepuzzi, Tricase, Tuglie, Ugento, Uggiano, Veglie, Vernole, Zollino.

Per il detaglio dei singoli Comuni clicca qui

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus