Connect with us

Galatone

Galatone: Percorsi d’Autore col Giudice Ayala

“Troppe coincidenze, mafia, politica, apparati deviati, giustizia: relazioni pericolose e occasioni perdute”.

Pubblicato

il

Il Giudice Giuseppe Ayala concluderà la Rassegna la Rassegna libraria dal titolo Percorsi d’Autore con la presentazione di libri di recente pubblicazione organizzata dal Comune di Galatone. La rassegna nasce dall’idea di stimolare alla buona lettura le giovani generazioni. È stata inaugurata dall’incontro con l’On. Ciriaco De Mita che lo scorso 26 gennaio ha presentato il suo libro: “La storia d’Italia non è finita” (Guida 2012); è proseguita con l’incontro con Marina Ripa Di Meana, che il 1° febbraio ha presentato il suo libro “Invecchierò, ma con calma” e quello con Domenico Mennitti, che il 28 febbraio ha presentato il suo ultimo libro “Un’altra idea di mezzogiorno”.

I Chiusura col botto venerdì 12 aprile, alle 19 presso la Sala Conferenze di Palazzo Marchesale, con il Giudice Giuseppe Ayala che presenterà il suo ultimo libro “Troppe coincidenze, mafia, politica, apparati deviati, giustizia: relazioni pericolose e occasioni perdute”.

Saranno presenti all’incontro: il sindaco di Galatone, Livio Nisi, l’On. Alfredo Mantovano e la giornalista del nuovo Quotidiano di Puglia, Fabiana Pacella. Tutta la rassegna è coordinata da Giuseppe Semeraro.


Cronaca

Cade sulla scogliera e precipita in mare: salvato dal 115

Tragedia sfiorata sul litorale ionico: lieto fine per uomo sulla sessantina

Pubblicato

il

Alla fine, gli è andata bene. Poteva finire ben peggio la disavventura capitata oggi ad un uomo di mezza età sulla scogliera del litorale ionico salentino.

È successo tutto nel primo pomeriggio. L’uomo, sulla sessantina, era in riva al mare nella zona di Galatone, tra le Quattro Colonne e la Montagna Spaccata. Improvvisamente si è ritrovato in acqua dopo una rovinosa caduta sugli scogli.

L’incubo dei tanti incidenti gravi, capitati ieri in Salento e finiti in tragedia, si è subito materializzato. La chiamata ai soccorsi ha portato sul posto la Guardia Costiera che, però, dato il punto impervio, non ha potuto recuperare l’uomo.

Sono quindi accorsi i vigili del fuoco, supportati da un elicottero. Con le tecniche speleo-alpino fluviali, i pompieri hanno raggiunto il malcapitato e, mediante una spinale fornita dal 118, lo han consegnato ai sanitari.

Da lì è partita la corsa per l’ospedale di Gallipoli. L’uomo è ferito ma le sue condizioni, fortunatamente, non sarebbero gravi.

Immagine di repertorio

Continua a Leggere

Appuntamenti

Il mare torna ad essere di tutti

Spiaggia attrezzata per la fisioterapia in mare dedicata alle persone con sclerosi multipla: domani taglio del nastro della quarta edizione, presso il Lido Coiba di San Foca, marina di Melendugno

Pubblicato

il

Tutto pronto per la partenza della quarta edizione de “Il mare di tutti”, il progetto di fisioterapia a mare promosso dalla Smaiso – sclerosi multipla associazione italiana Sunrise Onlus – rivolto alle persone con sclerosi multipla, Sla e patologie similari.

L’inaugurazione della stagione 2021 si terrà domani, sabato 10 luglio, alle ore 10, presso il Lido Coiba di San Foca, marina di Melendugno, alla presenza del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, del presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva, del sindaco di Melendugno Marco Potì, del direttore generale della Asl Lecce Rodolfo Rollo, del presidente dell’Ordine dei Medici della provincia di Lecce Donato De Giorgi, del sindaco e presidente dell’Ambito di Martano, nonché consigliere provinciale, Fabio Tarantino, del presidente Smaiso, ideatrice e anima del progetto, Maria De Giovanni.

Parteciperanno al taglio del nastro, tra gli altri, Luigi Mazzei, testimonial dell’associazione Sunrise, Orietta Pascali, referente dell’Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica (Aisla) e Teresa Chianella, presidente Commissione pari opportunità della Provincia di Lecce.

Con “Il mare di tutti”, da domani e fino al 30 settembre, i partecipanti potranno effettuare gratuitamente, per sei giorni a settimana, la fisioterapia in mare presso il Lido Coiba di San Foca, attrezzato con isola fisioterapica e medica.

Due isole saranno presenti direttamente sul lido completamente attrezzato: una fisioterapica a terra e l’altra a mare per permettere la fisioterapia in acqua.

Lo staff è formato da diversi medici specializzati: fisiatri e fisioterapisti, psicologi, un cardiologo soccorritore, due medici di medicina generale, infermieri e volontari formati nella gestione delle malattie neurodegenerative.

Ogni paziente, inoltre, potrà effettuare una visita fisiatrica specialistica preliminare per essere indirizzato alla terapia più adatta.

La talassoterapia, infatti, produce non solo benefici fisici, ma anche  psichici perché offre l’opportunità a tante persone, giovani e meno giovani, affette da sclerosi multipla o patologie simili, di vivere il mare come occasione di svago e, soprattutto, di terapia.

L’edizione di quest’anno rispetterà tutte le misure di sicurezza antiCovid 19:  sulla spiaggia sono stati allestiti degli spazi appositi destinati ai soli utenti del progetto, che riceveranno in dotazione, oltre al tradizionale kit di creme speciali fornite dall’azienda N&B – Natural is better di Martano, anche una pochette con prodotti igienizzanti e mascherina. Inoltre, sono state aumentate le unità di collaboratori ed è stato redatto un regolamento ad hoc.

Il progetto è stato encomiato dal Ministero della Salute e dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha insignito la presidente di Sunrise onlus Maria De Giovanni del titolo di Ufficiale della Repubblica, proprio per la sua instancabile attività di volontariato.

Il presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva, dichiara: «Siamo felici di poter essere anche quest’anno parte di questo progetto, che continua a crescere grazie, innanzitutto, alla tenacia e alla vulcanica capacità di coinvolgimento di Maria De Giovanni. La rete che è riuscita a tessere ha maglie sempre più forti ed abbraccia e sostiene persone altrimenti sole. La solidarietà e il volontariato sono i tratti distintivi di questa iniziativa che, come Provincia, siamo orgogliosi di sostenere».

La presidente di Sunrise onlus Maria De Giovanni afferma: «Il mare di tutti, anche per questa edizione, intende utilizzare la spiaggia e la fruizione al mare come strumento relazionale e sociale volto al superamento delle barriere culturali imposte ai disabili. Superare le barriere culturali non vuol solo eliminare gli ostacoli fisici, nello sport o nella vita quotidiana, ma anche aprire nuove frontiere verso il divertimento, la pratica dello sport e la socializzazione creando momenti comuni tra persone che hanno necessità specifiche ed altre che possono collaborare per superare tali necessità».

Ed ancora: «Vogliamo offrire ai destinatari l’opportunità di liberarsi dagli aspetti che normalmente ostacolano e restringono il proprio campo di azione, aumentando dunque i livelli di emarginazione sociale, e proponendo, al contempo,  prospettive per la riacquisizione di una propria autonomia e della costruzione del proprio benessere fisico e mentale».

Anche quest’anno il progetto Il mare di tutti è sostenuto da una fitta rete di partner: Regione Puglia (Presidenza della Giunta), Asl Lecce, Provincia di Lecce, Comune di Melendugno, Ambito di Martano, Aisla (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica), Banca Popolare Pugliese, Banca di credito cooperativo di Terra d’Otranto, Natural is Better, Ordine dei Medici della provincia di Lecce,   Associazione Francesco Marco Attanasio, Associazione Alessia Pallara, Federazioen Imprese Demaniali, Sanità che cambia, Veco srl, Tecno Clean.

Tra i partecipanti anche i Comuni di San Donato di Lecce, Taviano, Matino, Galatone, Zollino, Bagnolo del Salento, Corigliano d’Otranto e Castrì di Lecce. Il progetto, inoltre, ha il patrocinio gratuito della Commissione Pari opportunità della Provincia di Lecce e Associazione Italiana di Fisioterapia.

Per partecipare si può chiamare il numero 327 2003395, oppure scrivere a sunriseonlus@hotmail.comsunriseonlus@pec.it

Continua a Leggere

Cronaca

Ordina la “droga dello stupro” dall’Olanda: arrestato alla consegna

Spedizione con sorpresa per 31enne di Galatone dopo segnalazione della polizia di frontiera

Pubblicato

il

Nella serata di ieri giovedì 1 luglio, gli agenti in servizio presso la Squadra Mobile della Questura di Lecce hanno tratto in arresto S.D., 31enne di Galatone.

L’uomo è stato colto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di GHB/GBL, sostanza stupefacente liquida, solitamente denominata “droga dello stupro”.

Il giorno prima, il 30 di giugno, l’Ufficio di Polizia di Frontiera Aerea presso lo scalo aeroportuale di Fiumicino aveva comunicato ai colleghi della Squadra Mobile di Lecce una segnalazione delle autorità olandesi: il passaggio, in quello scalo, di un plico sospetto contenente della sostanza stupefacente. Il pacco era diretto all’indirizzo del 31enne finito poi in arresto.

La segnalazione riguardava un non meglio specificato quantitativo di sostanza stupefacente del tipo “GBL” – sostanza liquida inodore, incolore ed insipida, cosiddetta “droga dello stupro”- che, transitata da Roma con un vettore, era diretta all’Hub distributivo di Bari per la successiva consegna a Lecce, prevista per la mattinata dell’1 luglio.

Il plico, del peso di 7,650 chilogrammi, era sbarcato allo scalo aereo di Ciampino in data 30 giugno, provenendo proprio dai Paesi Bassi con spedizione del 29 giugno ad opera dello “Shop and Clean B. V.”.
Gli Agenti della Squadra Mobile, dopo avere acquisito informazioni sul soggetto destinatario della spedizione, tra l’altro già conosciuto alle Forze di Polizia, e dopo avere preso accordi con il pubblico ministero della locale Procura della Repubblica, hanno effettuato la consegna controllata del pacco, al fine di verificare la responsabilità dell’uomo in ordine a quanto segnalato.

La consegna è avvenuta intorno alle 11:30 di giovedì, direttamente nelle mani dell’uomo e, alla sua presenza, gli agenti han proceduto all’apertura del plico. È lì che è stata accertata la presenza di ben 6 flaconi in plastica di colore bianco pieni di liquido, ognuno della capacità di un litro, con etichetta in carta riportante la scritta “Procleaner” ed un bollino riportante la scritta “Premium Quality”.

Il liquido in questione, da successivo accertamento chimico e strumentale effettuato in laboratorio, risultava essere la sostanza GHB, ricompresa nella IV tabella delle sostanze stupefacenti adottata dal Ministero della Salute. Una sostanza solitamente somministrata ad inconsapevoli vittime, versata in delle bibite, per inibirle e manipolarle per fini sessuali.
Gli Agenti han proceduto al sequestro della sostanza stupefacente nonché della somma di € 865 rinvenuta nel portafogli dell’uomo, ritenuta provento dell’attività illecita di spaccio.
Per quanto sopra l’uomo è stato tratto in arresto ed associato presso la locale Casa Circondariale “Borgo San Nicola” a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus