Connect with us

Attualità

Il Mare più bello: 5 Vele d’argento per Nardò

Con le sue marine al secondo posto assoluto della graduatoria nazionale. Anche a Gallipoli l’ambito riconoscimento di Legambiente e Touring Club italiano 

Pubblicato

il

 Segui il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui


Anche quest’estate la Puglia recita un ruolo di primo piano con le sue località a Cinque Vele riconosciute da Legambiente e Touring Club italiano con la guida Il Mare più bello 2024. 


In tutta Italia premiate 21 località turistiche marine.


Acque limpide, splendidi paesaggi, attenzione alla sostenibilità e alla protezione della biodiversità.


Questi sono i tratti distintivi delle località italiane che hanno ottenuto le Cinque Vele da Legambiente e dal Touring Club Italiano.


Regina dell’estate del mare, la cilentana Pollica (in provincia di Salerno).


Al secondo posto assoluto Nardò, nel comprensorio pugliese dell’Alto Salento Ionico: per il sesto anno consecutivo con le sue marine potrà, dunque, fregiarsi delle ambitissime Cinque Vele, il riconoscimento assegnato per le acque cristalline e per le bellezze paesaggistiche ed anche per l’attenzione alla sostenibilità e alla tutela della biodiversità.


Tra le altre località pugliesi dove sventolano le Cinque Vele anche Gallipoli, ventesima, e tra le 21 premiate con il prestigioso vessillo.


NARDÒ


Dopo la Bandiera Blu, la città replica il prestigioso bis di riconoscimenti.


«Anche quest’anno», esulta il sindaco Pippi Mellone (nelal foto in alto), «Nardò si conferma tra le località costiere di eccellenza nella classifica stilata da Legambiente e Touring Club Italiano. Addirittura siamo secondi a livello nazionale. Una medaglia d’argento, un riconoscimento incredibile, che ci rende particolarmente orgogliosi e che certifica il buon lavoro di questi anni. È un giorno di festa, l’ennesimo di questa incredibile storia che stiamo scrivendo».

Le località marine esaminate dalla guida sono 354. I dati raccolti valutano le caratteristiche ambientali e la qualità dell’ospitalità su ciascuna località costiera e vengono integrati dalle valutazioni espresse dai circoli locali e dai Comitati regionali di Legambiente. Nel dettaglio i parametri presi in considerazione sono divisi in due categorie principali: qualità ambientale e qualità dei servizi ricettivi.

«Siamo ancora tra i primi della classe», sottolinea l’assessore al Turismo Giuseppe Alemanno, «con la bellezza di un mare straordinario e con l’impegno corale e quotidiano su sostenibilità e biodiversità. Abbiamo investito sulla nostra identità, valorizzando quello che abbiamo, e le Cinque Vele dimostrano che stiamo facendo bene. Questo riconoscimento, come del resto la Bandiera Blu, ci danno grandissima visibilità. Nardò resta una delle più belle località italiane in cui fare una vacanza».

«La scelta strategica migliore che potevamo fare qualche anno fa», aggiunge l’assessora all’Ambiente Giulia Puglia, «era quella di puntare molto su mare e paesaggio, ma pretendendo da tutti una fruizione dei contesti rispettosa e sostenibile. È quello che abbiamo fatto ed evidentemente abbiamo avuto ragione. Del resto, la partita della tutela e della valorizzazione dei luoghi, sia in chiave ambientale che turistica, si gioca oggi su stringenti logiche di sostenibilità, responsabilità, rispetto della terra e delle generazioni future. Una grandissima soddisfazione per tutti, un motivo d’orgoglio per ogni neretino».


GALLIPOLI


Il riconoscimento vede inserito in graduatoria anche il Comune di Gallipoli, dopo la bandiera blu, ottenuta per il secondo anno consecutivo.


Gallipoli rientra così nelle località più belle e meritevoli d’Italia, attente all’ambiente, oasi incontaminate simbolo della biodiversità, luoghi in cui tuffarsi in un mare cristallino per una vacanza in una natura curata e protetta.


«Arriva un nuovo, straordinaria attestato alla nostra buona condotta», commenta il sindaco Stefano Minerva, «abbiamo avuto, ancora una volta, la conferma del nostro lavoro che continua a portare risultati straordinari e tangibili. Le 5 Vele sono sinonimo di forza e Gallipoli si conferma protagonista della Puglia».


Ha ritirato il riconoscimento il vice sindaco, con delega al Turismo, Tony Piteo: «Sappiamo tutti che il nostro mare è straordinario, ma quando arrivano questi premi tangibili, allora tutto assume ancora forma, per me è stata una grande emozione quella di oggi, Gallipoli è una delle poche località in tutta Italia a ricevere questo riconoscimento. Questo non è possibile solo grazie alla bellezza innata della nostra terra, ma anche alla capacità di saper indirizzare una politica rivolta alla tutela e alla salvaguardia delle stesse bellezze. Quest’anno abbiamo ottenuto tutti i vessilli più importanti, non lo dimentichiamo. E non lo diamo per scontato».


Rossana Nicoletti, consigliera delegata all’ambiente, aggiunge: «Non possiamo che essere soddisfatti per questo nuovo risultato raggiunto. Le Cinque Vele assegnate alla nostra città, dopo la Bandiera Blu, rappresentano il massimo riconoscimento per la capacità di coniugare bellezza del paesaggio con la qualità delle acque e la corretta gestione del territorio. Questo ci rende felici e sottolinea come il lavoro che stiamo facendo come amministrazione a livello di ambiente, di tutela e di valorizzazione stia dando i giusti frutti».


Il vice sindaco Tony Piteo alla consegna delle 5 Vele


 


 


Attualità

Tre nuovi murales carichi di significati a Ruffano

Bellezza, tradizione popolare e libertà personali nelle opere realizzate con la Giornata dell’Arte, promossa dall’assessora a Cultura e Turismo nell’ambito delle attività del Nodo Galattica

Pubblicato

il

Una memorabile Giornata dell’Arte quella celebrata lo scorso weekend a Ruffano dall’amministrazione comunale con Pari associazione culturale, nell’ambito delle attività proposte dal Nodo Galattica.

Una giornata che segna un altro importante passo per Ruffano verso la bellezza ed il colore.

Il cammino già tracciato in questi anni con una serie di opere d’arte e street art che popolano il centro cittadino, a partire dal meraviglioso tappeto volante di cui si è parlato in tutta Italia, continua con l’inaugurazione di ben tre nuovi murales carichi di significati a cura di 167/B street, realtà salentina del settore ormai conosciuta in tutto il mondo per le sue opere. 

I tre nuovi murales si collocano in altrettanti luoghi del paese: due a Torrepaduli ed uno nel nuovo parco comunale di via Torino.

L’assessora a Cultura e Turismo Pamela Daniele ne racconta il significato e l’idea che ha dato loro vita: “I due i murales di Torrepaduli, in largo San Rocco, entrano nel solco della tradizione popolare locale. Il primo traccia il legame con un pezzo delle nostre radici e rappresenta tre figure: Michela Margiotta, un pezzo di storia del nostro paese, l’unica tarantata di cui si abbia traccia scritta, e Salvatore Crudo con Monia Saponaro, che hanno fatto in passato parte dei tamburellisti di Torrepaduli. 

Il secondo murale invece celebra danzatrici e tamburellisti delle nuove generazioni, coloro che oggi si fanno portavoce, nel Salento e nel mondo, di questa tradizione popolare, donando alle nostre “RADICI” una prospettiva futura. Sono quindi rappresentatiSerena Pellegrino, Gioele Nuzzo, i fratelli Marsigliante e Serena D’Amato”.

Sul parco di via Torino invece campeggia, su una parete del nuovo centro culturale (ormai prossimo ad inaugurazione), un murale gigante raffigurante Raffaella Carrà. Un’opera dalla bellezza dirompente, che ha incantato tutti, accompagnata dalla scritta “RUMORE”. 

“Icona del nostro Paese, amata da tutti, trasversale anche nelle generazioni”, continua l’assessora Daniele, “Raffaella Carrà è stata scelta per ciò che ha sempre rappresentato: è un simbolo della difesa dei diritti e delle libertà personali”.

L’inaugurazione è avvenuta in contesto di vera e propria festa che ha visto protagonisti anche e soprattutto i bambini. A loro è stato dedicato lo spazio di un laboratorio per la realizzazione di aquiloni, tenuto dal Nodo Galattica di Ruffano con Assunta Resta. E sempre i più piccoli si sono esibiti in un entusiasmante momento di danza, a cura della scuola New Jackson School. 

Made in Soap ats invece ha curato lo spazio dei “Dialoghi di Maru”, un momento di riflessione ed approfondimento con ospiti speciali per discutere di temi come la sostenibilità e la biodiversità. Made in Soap, infatti, è promotrice del progetto “Mettiamoci in Agenda”, finanziato dal bando Capitale Sociale 3.0 della Regione Puglia e con il quale si fa portavoce, attraverso una serie di attività, della diffusione dei valori portanti dall’Agenda 2030 nelle piccole comunità.

La giornata poi si è conclusa in musica e spensieratezza. La folla si è stretta in un momento di convivialità all’ombra del murale gigante raffigurante Raffaella Carrà. Una sorpresa che ha entusiasmato Ruffano e che continua a stupire quanti di passaggio si ritrovano occhi negli occhi con la “regina della televisione italiana”.

Continua a Leggere

Attualità

Offerte di lavoro, nel Leccese 846 posti

Report Arpal Puglia, selezioni per CNR e comune di Salve. Tutte le altre opportunità

Pubblicato

il

 Segui il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

Fino al prossimo 2 agosto, sarà possibile inviare le candidature per l’avviso di selezione di un operatore di amministrazione presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) di Lecce.

L’avviso è riservato a persone con disabilità iscritte negli elenchi dell’Ufficio Collocamento Mirato di Lecce, con l’eccezione dei disabili di natura psichica, avviabili solo mediante apposita convenzione.

La risorsa selezionata lavorerà, a tempo indeterminato e pieno, presso l’Istituto di Scienze Applicate e Sistemi Intelligenti “Eduardo Caianiello” (ISASI – CNR) situato al Campus Universitario di via Monteroni a Lecce.

Per ulteriori informazioni e moduli di domanda e consultare l’avviso pubblico clicca qui.

Dal 5 al 19 agosto, invece, sarà possibile candidarsi all’Avviso pubblico per l’avviamento numerico di una unità lavorativa con profilo di “operatore” per il Comune di Salve.

Il contratto offerto è a tempo indeterminato e part time (20 ore settimanali) e l’inquadramento è con profilo di Operatore (ex categoria A1) da assegnare all’Area Tecnica del Comune.

Qui è possibile visionare l’avviso e scaricare i moduli di domanda.

 

Nella settimana che si apre, inoltre, è in programma il Recruiting day per la selezione di 20 tirocinanti addetti call center front end e back office per la sede ex Comdata di Lecce, il più grande call center della provincia. L’appuntamento è per giovedì 25 luglio, dalle 14,30 alle 16,30, presso il CPI di Lecce, in viale Giovanni Paolo II n.3: gli utenti potranno sostenere colloqui con gli operatori Arpal e con i recruiter di “Konecta Italia S.p.a”.

Si richiede il possesso del diploma di maturità e, quale requisito preferenziale, la conoscenza di Google Suite.

È previsto l’inserimento mediante percorso formativo di tirocinio con orario lavorativo settimanale di 30 ore, articolato su turni, indennità prevista pari ad euro 700.

Al termine del periodo formativo si valuterà l’inquadramento a lungo termine, anche mediante apprendistato. Per candidarsi, si può rispondere su lavoroperte.regione.puglia.it all’offerta 9530/2024.

Per info: Cpi di Lecce, 0832/1566023, ido.lecce@regione.puglia.it.   

Nel 26° Report settimanale dell’Ambito di Lecce di Arpal Puglia, sono disponibili in totale 846 posizioni lavorative per 245 annunci di lavoro.

Il comparto del turismo e della ristorazione offre 82 annunci per un totale di 262 posizioni aperte.

Segue il settore dell’agricoltura, agroalimentare e ambientale per cui si ricercano 183 lavoratori, i quali possono candidarsi a molte delle offerte disponibili anche presso lo sportello anti caporalato ARPAL Puglia – CPI Nardò, attivo alla foresteria Boncuri dal lunedì al venerdì, dalle 08,30 alle 12,30.

Il settore del commercio offre 29 posizioni aperte, quello amministrativo e informatico ne registra 37. Nel settore della sanità e dei servizi alla persona si ricercano 44 lavoratori, mentre nel settore delle telecomunicazioni si contano 50 posizioni disponibili.

Nel settore trasporti e riparazione dei veicoli ci sono 27 opportunità mentre il settore edile conta 126 posizioni aperte.

Il comparto Tessile-Abbigliamento-Calzaturiero (Tac) conta 29 posti vacanti. L’industria del legno ha una posizione aperta per un falegname, anche con esperienza minima, da assumere a tempo indeterminato presso un mobilificio di Maglie.

Il settore metalmeccanico offre 26 posizioni, mentre il settore bellezza e benessere ne ha cinque.

Si contano sette annunci per nove posizioni aperte destinate a persone con disabilità e tre posizioni disponibili per le categorie protette.

Infine, la sezione dei tirocini presenta 13 opportunità.

Numerose le occasioni di lavoro e formazione, oltre i confini nazionali, provenienti dalla rete europea dei servizi per l’impiego Eures.

Si ricorda che le offerte, parimenti rivolte ad entrambi i sessi, sono pubblicate quotidianamente sul portale lavoroperte.regione.puglia.it  e sono diffuse anche sulla pagina Facebook “Centri Impiego Lecce e Provincia”, sul portale Sintesi Lecce e sui profili Google di ogni centro per l’impiego. Le candidature possono essere trasmesse tramite Spid, via mail o direttamente allo sportello presso gli uffici, aperti dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 11,30, il martedì anche nel pomeriggio dalle 15 alle 16,30 e il giovedì pomeriggio su appuntamento.

CLICCA QUI PER CONSULTARE IL 26° REPORT ARPAL PUGLIA AMBITO DI LECCE

Continua a Leggere

Attualità

Pioggia di 100 al Cezzi De Castro-Moro di Maglie: tutti nomi

“Un altro anno di superbravi nei diversi indirizzi nallo storico Istituto magliese. Sono ben 29 gli studenti che hanno ottenuto il massimo della votazione…

Pubblicato

il

 Segui il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

MATURITA’ 2024: LA CARICA DEI 100, DELL’IISS CEZZI DE CASTRO MORO DI MAGLIE

l’IISS Cezzi de Castro Moro di Maglie, canta vittoria:  “Un altro anno di superbravi nei diversi indirizzi nallo storico Istituto magliese. Sono ben 29 gli studenti che hanno ottenuto il massimo della votazione (di questi 5 con lode) e ora possono godersi le vacanze con un bel 100 o 100 e lode sul curriculum”.

Ecco tutti nomi:

PER LSU (LICEO SCIENZE UMANE – OPZIONE ECONOMICO SOCIALE)
Massimo dei voti per De Franciscis Debora e Marti Elisa di Giurdignano.

PER LSU (LICEO SCIENZE UMANE)
Il 100 è stato raggiunto da Corvaglia Emanuele di Poggiardo, Rizzello Valeria di Spongano, Ruggeri Mariarita di Maglie.

E’ stata riconosciuta la lode a Leone Greta di Botrugno e Longo Alessia di Collepasso.

PER AFM (AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING)
Ha ottenuto 100 e lode: Chilla Rebecca di Cursi. Hanno concluso il loro percorso con 100: De Donno Ilenia e Palomba Alessia di Scorrano, Grassi Sara di Aradeo, Maggio Andrea di Santa Cesarea Terme, Marino Martina di Sogliano Cavour, Paiano Maria Grazia di Ortelle, Rizzello Marika di Minervino, Santoro Donato Sergio di Giurdignano.

PER RIM (RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING)
Calora Matilde di Santa Cesarea Terme, Giunca Miriam di Maglie, Muscatello Alessia di Minervino, Puce Samanta di Scorrano e Santoro Gerico di Giurdignano concludono il loro percorso di studi con 100.

PER SIA (SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI)

Il 100 è stato raggiunto da De Masi Letizia di Giurdignano, Ernani Matteo di Minervino.

Hanno ottenuto anche la lode Pispico Sara di Minervino e Tamborino Silvia di Maglie.

PER TUR (TURISMO)
Massimo dei voti per Marra Debora Gemma di Spongano.

PER CAT (COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO)
Massimo dei voti per Coppola Antonio Maria di Ortelle, Cossa Alessandro di Sanarica e De Santis Nicolo’ di Santa Cesarea Terme,

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus