Connect with us

Appuntamenti

Un premio per personalità ed aziende

Martedì 13 febbraio un riconoscimento per valorizzare le eccellenze del Salento: la seconda edizione del Premio “Rosso Valentino” Gallipoli

Pubblicato

il

La suggestiva cornice del Teatro “Tito Schipa” ospiterà la seconda edizione del Premio “Rosso Valentino” Gallipoli.


L’appuntamento è in programma martedì 13 febbraio alle ore 21.


L’evento è organizzato dall’Agenzia “Premio Rosso Valentino Srls” e patrocinato dal Comune di Gallipoli, dalla Provincia di Lecce, dall’Università del Salento, da Confindustria Lecce e dall’Associazione turistico-culturale “Gallipoli APS”.


Identità, imprenditorialità e territorio sono concetti inscindibili, ed è proprio grazie a questo connubio, che nasce il PremioRosso Valentino”: un omaggio pensato con cura.


Febbraio, il mese dell’amore, è guidato da San Valentino, custode di sentimenti autentici.


Il rosso, intriso di significato, rappresenta invece la passione che abbraccia ogni aspetto, dall’amore per la natura allo spettacolo.


Questa scelta non è casuale ma riflette l’eleganza culturale della manifestazione.


Un connubio raffinato che celebra l’eccellenza con un tocco distintivo e sofisticato.


Lo spirito della serata sarà appunto quello di valorizzare il Salento (scrigno di bellezza, storia, arte e cultura) e di saper anche riconoscere ed apprezzare il sistema produttivo locale, ormai divenuto motore trainante per la crescita e lo sviluppo del territorio.


Nel corso della manifestazione saranno premiate alcune personalità illustri del territorio e alcune tra le più importanti aziende del posto cui si alterneranno momenti dedicati all’intrattenimento.


Saranno presenti: il gruppo comico de I MalfAttori, l’attore e regista salentino Giampaolo Catalano Morelli del gruppo The Lesionati, la scuola di tango argentino Los Puglieses Tango di Brindisi e il soprano Antonella Alemanno, accompagnata dal Trio Premio Rosso Valentino.


Ricco l’elenco delle personalità che ritireranno il prestigioso premio.


Luciano Carmine Barbetta, “Premio alla Carriera”: imprenditore salentino, è titolare di alcune aziende operanti in diversi settori, principalmente dal campo tessile fino all’attuale settore metallurgico.


Lorenzo Zecca, “Premio Banca Amica del Territorio”: presidente della Banca di Credito Cooperativo di Leverano.

Nel corso degli anni, l’Istituto di credito si è distinto tra le cosiddette “piccole banche” attestandosi ai primi posti nel ranking nazionale.


Dal 1972 inizia la carriera di Comandante di Polizia Municipale presso il Comune di Leverano, esperienza pluriennale conclusasi nel 2012 con il pensionamento.


Parallelamente alla carriera di Comandante ha da sempre abbracciato, condiviso e sostenuto il mondo del Credito Cooperativo e i suoi valori, divenendo socio dell’allora Cassa Rurale ed Artigiana di Leverano nel 1975, oggi meglio conosciuta come Banca di Credito Cooperativo di Leverano. Sotto la sua presidenza sono state promosse numerose attività benefiche, solidaristiche e d’impegno civico sia direttamente che tramite associazioni di volontariato ed enti scolastici ed ecclesiastici presenti sul territorio.


Lina Memmo, “Premio per il settore Turismo”: titolare di “Castello Monaci”, una delle dimore storiche più suggestive e raffinate di Puglia. Il nome “Castello Monaci” rivela due realtà diverse e apparentemente contraddittorie: quella della comunità dei monaci basiliani rifugiatisi nelle grotte dei dintorni per sfuggire alle persecuzioni imperiali bizantine alla fine del VIII secolo e quella del castello, architettura difensiva nel Medioevo.


Stefano Minerva, “Premio alla Cultura”: presidente della Provincia di Lecce dal 2018 e sindaco di Gallipoli dal 2016. Dal 2019, inoltre, è Presidente regionale di Upi Puglia (Unione delle Province d’Italia).


Roberto Lippolis (brand manager del gruppo Caffo) ritira il “Premio per l’imprenditoria d’eccellenza” per conto di Nuccio Caffo.


Samuele Carrino,Premio Giovane Orgoglio Gallipolino”: giovane talento gallipolino nell’ambito cinematografico. Ha iniziato il suo percorso a cinque anni come modello di diversi marchi nazionali e internazionali. Il suo primo film a 7 anni. Protagonista del film “Liberi di scegliere”, quest’ultimo è stato adottato da tutte le scuole come strumento educativo per la legalità. Da lì ne ha preso parte a molti altri fra cui “Spaccapietre” che lo ha portato alla mostra del Cinema di Venezia, “Il maledetto” alla Festa del Cinema di Roma, alternandosi fra Cinema e Tv. La sua ultima e toccante interpretazione è stata la stoccata vincente su Rai Uno e la serie televisiva: “Il metodo Fenoglio”. Inoltre, Carrino ha ottenuto diversi riconoscimenti: nel 2023 il giglio dorato “giovani talenti”, nel 2022 il Premio Cultura Cinematografica Città di Polistena (Catanzaro), nel  2021 il Premio per l’interpretazione “in liberi di scegliere” al Filmfest e non da meno con grande orgoglio gli è stata anche conferita recentemente una targa da parte dell’Amministrazione comunale di Gallipoli come “Eccellenza gallipolina”.


Francesco Mandoi, “Premio per la legalità”: magistrato, avvocato, presidente onorario di Sezione della Suprema Corte di Cassazione in Italia; consulente del Primo Ministro della Repubblica d’Albania per la lotta alla criminalità organizzata. Accademico presso la Pontificia Accademia Mariana Internazionale, ricopre anche il ruolo di docente presso la scuola di specializzazione per le professioni legali dell’Università del Salento.


Fabio Pollice, “Premio per l’innovazione”: geografo dell’Università del Salento; ha insegnato nelle Università di Napoli “Federico II” e di Roma “La Sapienza”. Dal novembre del 2019 è il Rettore dell’Università del Salento. Dal marzo 2016 all’ottobre del 2019 è stato Direttore del Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo dell’Università del Salento e nel triennio precedente Coordinatore del Dottorato di Ricerca in “Human and Social Sciences”. È altresì componente del Comitato Scientifico del Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali (CUEBC), dell’EURISPES, della Fondazione IULM di Milano e della Fondazione “La Notte della Taranta”.  


Infine, il “Premio alla Memoria” (in ricordo di Luca Margiotta Casaluci scomparso tragicamente lo scorso anno in un incidente stradale), sarà ritirato dalla figlia Giulia. Casaluci, è stato direttore generale e responsabile di Softex dal 1999 e amministratore delegato dal 2020. Per la stessa azienda ha ricoperto anche il ruolo di responsabile dell’area ricerca e sviluppo, delle risorse commerciali e della selezione e formazione tecnico- commerciale, pianificazione e definizione di strategie, programmi ed obiettivi aziendali;


«Questa seconda edizione», afferma il Patron del premio Claudio Solidoro, «nasce con l’intento di valorizzare le eccellenze imprenditoriali salentine, divenute un punto di riferimento e di sviluppo per il nostro amato territorio».


Premio Rosso Valentino – edizione 2023


Appuntamenti

“Vento di Soave” a Melpignano

Il film di Corrado Punzi per la rassegna cinematografica “Il Gusto della Terra”. Palazzo Marchesale, stasera alle 19,30, ingresso libero

Pubblicato

il

 Segui il canale il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

La sensibilità verso il cibo e chi lo produce, il legame intrinseco tra uomo, cibo e natura in vari paesi del mondo sono al centro della rassegna cinematografica “Il Gusto della Terra”, dedicata alle culture alimentari e all’abitare, organizzata dal Comune di Melpignano, in collaborazione con il Master in Gastronomie Territoriali Sostenibili e Food Policies (Università del Salento e Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo) all’interno del Palazzo Marchesale.

La proiezione di interessanti pellicole, che raccontano di buone pratiche agroalimentari, di piccoli produttori, di territori di periferia e di lavoratori che vivono ai margini e nell’ombra di un sistema produttivistico attraversato da profondi interrogativi morali, è a ingresso libero.

Il terzo appuntamento è questa sera alle ore 19,30, con la proiezione di Vento di Soave, un film di Corrado Punzi (Italia, 2017, 77 min), che parla di Brindisi e del petrolchimico, esplorando il legame tra terra, vita e lavoro nel contraddittorio paesaggio italiano.

Racconta di come si vive in una città del sud Italia, a pochi metri da una centrale a carbone e da un petrolchimico tra i più grandi d’Europa e di cosa sia rimasto delle iniziali promesse di progresso. Due agricoltori che lavorano sotto le centrali e un ambientalista dal profilo contradittorio, cercano di dimostrare i danni economici e sanitari subiti dalle industrie e invece l’addetto stampa della Centrale racconta una realtà opposta. Così, mentre la città assiste agli eventi culturali e sportivi finanziati dalle industrie, la verità e la giustizia sembrano rimanere sospese e indecifrabili, come in un processo kafkiano.

I documentari e lungometraggi, selezionati da Valentina Cancelli, agricoltrice, curatrice di festival cinematografici tra Vienna e il Salento e allieva del Master in Gastronomie Territoriali Sostenibili e Food Policies, indagano le molteplici sfaccettature di una questione ecologica trasversale. Sottolineano la necessità di interrogarsi sinceramente sul senso e sui metodi della transizione, sui modi di produrre, distribuire e consumare il cibo, che devono mettere al centro il rispetto della vita sul Pianeta. Le pellicole narrano le storie di piccole comunità in relazione stretta con i luoghi che abitano e forniscono una chiave di volta per conoscere, discutere e praticare le buone pratiche, per ridare biodiversità alla Terra, nutrimento al suolo e all’uomo, per prendersi cura del presente per potersi garantire un futuro.

Prossimi appuntamenti

Domenica 21 aprile, ore 16 / La Quercia e i suoi Abitanti (adatto per bambini e famiglie), un film di Laurent Charbonnier e Michel Seydoux (Francia, 2022, 80 min), un’avventura francese nel cuore della natura.

Giovedì 2 maggio, ore 19,30 Come Semi al Vento, un film di Tommaso Faggiano e Francesca Casaluci (Italia, 2019, 53 min) storia di resilienza e speranza.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Maglie ritrova il monumento a Francesca Capece

Terminati i lavori di restauro. Domenica 21 aprile, alle ore 11, la restituzione alla città. Presente anche il Ministro Fitto. Il sindaco Toma: «Monmumento che ci identifica come comunità cittadina»

Pubblicato

il

 Segui il canale il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

Compiuti i lavori di restauro della statua marmorea della duchessa Francesca Capece.

Il restauro verrà svelato con una cerimonia domenica 21 aprile, alle ore 11.

Ne dà annuncio il sindaco di Maglie Ernesto Toma: «Il manufatto che dal 1900 campeggia nella nostra bella piazza quale espressione di affettuosa riconoscenza della cittadinanza verso la nobildonna, sarà simbolicamente restituito alla Città. Un’opera portata a compimento cogliendo l’opportunità dell’ArtBonus e grazie alla sensibilità culturale di Banca Popolare Pugliese, partner d’eccezione in questo progetto».

Ilprimo cittadino invita tutti i magliesi «all’ombra del monumento per celebrare questa importante realizzazione, ancor più significativa perché ci identifica come comunità cittadina».

All’evento parteciperà anche il ministro per gli Affari Europei, il Sud, le Politiche di Coesione e il PNRR Raffaele Fitto.

 

Continua a Leggere

Alessano

L’Università del Salento plastic free per la Giornata della Terra

Iniziative sul territorio per celebrare l’evento mondiale e rimuovere plastica e rifiuti dispersi in spazi pubblici

Pubblicato

il

 Segui il canale il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

L’Università del Salento si mobilita per la Giornata della Terra (“Earth Day”) che si celebra il 22 aprile a livello mondiale. Numerose le iniziative in programma: eventi di CleanUp sul territorio con la raccolta dei rifiuti in plastica abbandonati; l’esplorazione di un “Museo virtuale degli ecosistemi per le scuole secondarie di secondo grado; una lezione pubblica aperta e partecipativa nel campus Ecotekne sull’obiettivo “Rifiuti Zero”.

Durante il weekend 19-21 aprile si svolgerà la campagna nazionale “Giornata della Terra” promossa dall’associazione “Plastic Free Odv Onlus”, della quale l’Università del Salento è partner istituzionale.

I volontari in campo rimuoveranno plastica e rifiuti dispersi in spazi pubblici.

In provincia di Lecce dopo l’appuntamento di venerdì 19Spongano (zona Le More, ore 15,30), domenica 21 aprile toccherà a: Casarano (piazzale Madonna della Campana, ore 9), Alessano (autolavaggio self service Planet Wash, via Gonfalone, ore 9), Cutrofiano (passeggiata ecologica, Chiesa Madonna delle Grazie, via Aspromonte 98, ore 9), Gallipoli (Rivabella parcheggio Lido La Bussola, ore 9), Taurisano (parcheggio antistante il cimitero comunale, ore 9,30), Gagliano del Capo (villetta Aldo Moro, ore 9,30), Veglie (strada Spartifeudo Veglie-Salice, ore 10), Salice Salentino (strada Spartifeudo Veglie-Salice, ore 10); Lecce (Spiaggiabella, via Porto Ercole, ore 10).

Lunedì 22 aprile, nel giorno dell’Earth Day, l’Università del Salento ha organizzato due ulteriori iniziative.

Il primo evento sarà online ed è indirizzato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. È curato congiuntamente dal Laboratorio di Ecologia dell’Università del Salento (referenti Alberto Basset e Franca Sangiorgio) e dall’Istituto di Geoscienze e Georisorse (IGG) del CNR (referenti: Mariasilvia Giamberini e Cecilia Noce). Il titolo dell’iniziativa, che si svolgerà il 22 aprile dalle ore 10 alle ore 11, è “Conoscere gli ecosistemi per proteggerli”: gli studenti saranno accompagnati nell’esplorazione di un “Museo virtuale sugli ecosistemi” e potranno seguire i talk di ricercatori esperti in Ecologia, partecipando al gioco “Scelte per la Sostenibilità” (alle scuole iscritte sarà inviato per email il link per partecipare).

Il secondo evento consisterà in una Lezione pubblica, aperta alla partecipazione di studenti, docenti, personale amministrativo, associazioni e cittadini, sul tema “Earth Day e obiettivo Rifiuti Zero: dalle regole legali ai comportamenti reali” (referente Massimo Monteduro). La Lezione si svolgerà il 22 aprile dalle ore 11.30 alle ore 14.30 nell’aula R13 dell’edificio R1 nel campus Ecotekne (Giurisprudenza), con la partecipazione di Chiara Feliziani (Università di Macerata), Eugenio Fidelbo (Università di Bologna), Alessio Martini (Università di Roma Tre), Giovanni Maria Caruso (Università della Calabria) e del referente di “Plastic Free Odv Onlus” per le Regioni Puglia e Basilicata, Luigi Schifano.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus