Connect with us

Galatina

I Gioielli e il Barocco leccese

Mostra di Gioielli contemporanei all’Ex Convento dei Teatini

Pubblicato

il

Fino al 20 marzo presso Ex-Convento Teatini di Lecce, Mostra Personale di Gioielli contemporanei con ispirazione al Barocco leccese di Roberta Risolo. Si potrà visitare ogni giorno dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20,30, all’interno del programma Itinerario Rosa 2013 promosso dall’Assessorato alla Cultura di Lecce e Comune di Lecce

La Mostra sarà composta dalla collezione su cui si concentra l’ultimo lavoro della designer orafa: “Lecce and Baroque” (Lecce e Barocco). Focus e valorizzazione degli elementi culturali e tradizionali di Lecce, come nella singolare e rinomata Arte Barocca.

I gioielli: combinazione dei materiali come pietra leccese, legno di ulivo e metallo acquisiscono valore, ad impreziosirli ulteriormente la storia raccontata dalle venature del legno, e dai fossili della pietra leccese. “Rievocazione del ritorno ad un tempo passato” espresso dal gioiello con una rivisitazione degli elementi classici in chiave contemporanea.

Inoltre ci saranno le collezioni presentate al Castello Aragonese di Otranto nella Personale della stagione estiva 2012

One” (Uno), opere uniche, realizzate prettamente dai materiali di “scarto” nella produzione orafa Industriale. I piantoni stessi da cui si ricava il modello riprodotto per più e più volte diventano protagonisti dell’opera stessa, impreziosita dalle pietre incastonate. Il messaggio che vuole rappresentare è di ”ritorno alle origini”, dove la materia sprigiona la sua recondita essenza.

Natural – mind” (Natural – mente), collezione ispirata alla natura nei materiali come il legno d’ulivo e pietre dure e nelle forme che rievocano un richiamo ad essa.

Key of the East” (Chiave d’Oriente), icone nella storia di Otranto, detta anche “Porta d’Oriente”. Rivisitazioni dell’arte più remota che affascinano e caratterizzano la città.

Marine Elements” Elementi Marini: prendono forma in questa collezione oggetti ispirati ad elementi marini, impreziositi da pietre dure.

Roberta Risolo nasce a Galatina il 22 gennaio 1983. Designer orafa, con un’attenzione per l’arte dei preziosi sin dai tredici anni quando si avvicina agli studi conseguendo le qualifiche di “Maestro d’Arte” e successivamente il diploma di maturità in “Arte dei metalli e dell’oreficeria” presso l’Istituto Statale d’Arte “Nino dalla Notte” di Poggiardo. Nel 2003-2004 prosegue gli studi a Vicenza partecipando al Corso di “Creatore prototipista accessori moda” presso la “Scuola d’arte e Mestieri” e dopo il tirocinio con incarico di designer comincia la sua esperienza lavorativa presso privati e aziende orafe.

L’ultima esperienza lavorativa di circa sette anni la svolge presso la ditta Colpo & Zilio S.p.A. dove lavora come modellista e acquisisce esperienza nella meccanica.

A perfezionare la sua formazione è il Corso d’incastonatura presso: “Istituti Vicenza”di Bortolotti Paolo proprio a Vicenza, dove acquisisce maggiori competenze professionali, applicandole da subito collaborando presso importanti aziende operanti nel settore orafo, dell’occhialeria e accessoristica moda (citando alcuni nomi: Montblanc, John Galliano, Chopard, Tiffany & co, Bvlgari, David  Yurman). Nel giugno 2012 partecipa alla Mostra/concorso “L’arte del Caffè Pedrocchi nel gioiello Contemporaneo” aggiudicandosi l’esposizione curata dall’Associazione contemporanea. “Gioiellodentro” i suoi orecchini, premiati, restano esposti per ulteriori due settimane nella sala principale del Caffè Pedrocchi. Ad agosto 2012 inaugura la sua prima Mostra Personale di Gioielleria Contemporanea “One” al Castello Aragonese di Otranto. Ad ottobre-novembre 2012 partecipa al Concorso/Mostra “Il corpo parla” curato da Gioiellodentro presso la Galleria Samonà a Padova. A dicembre 2012 – gennaio 2013 è selezionata alla III Biennale di “Filorosso” Concorso/Mostra con esposizione al Museo Ugo Carà di Muggia (TS)e successivamente sarà ospitata a partire dal 5 aprile 2013 presso la Galleria del Gioiello Contemporaneo “Taktil” e, presso il “Palazzo Manzioli”, sede della Comunità Italiana, a Isola, in Slovenia. A gennaio 2013 partecipa al Concorso/Mostra Design 20.13 a cura di “Gioiellodentro” ed espone al Palakiss durante VicenzaOro Winter 2013.

A marzo 2013 partecipa ad “Itinerario Rosa 2013” manifestazione che mira a valorizzare il ruolo sociale e culturale della donna attraverso una serie di iniziative di recupero delle principali espressioni artistiche, utilizzando contesti di grande pregio storico, promosso dall’Assessorato alla Cultura della Città di Lecce.

A Maggio 2013 sarà presentata a Roma la Mostra- Concorso : “Gioelloinarte” organizzata dall’Università degli Orefici di Roma con il tema “Il preziosismo pittorico di Gustav Klimt”, selezionata per la Mostra a cui presenterà il prezioso bracciale “Aureo”.

La gioielleria è un mondo che da sempre mi affascina”, dichiara Roberta Risolo, “per questo ho scelto di farla diventare il mio lavoro.  L’idea di avvicinarmi al gioiello contemporaneo nasce dal desiderio di esprimermi realizzando degli oggetti innovativi, avendo la possibilità di sperimentare delle lavorazioni anche con materiali meno pregiati come l’ottone…ma che abbiano un valore autentico molto più che economico. Il mio lavoro sul contemporaneo”, conclude, “è un percorso cominciato da poco, dopo anni di esperienza nell’alta gioielleria, la volontà è di realizzare dei gioielli di design (vere e proprie mini sculture) che possono essere indossate e non solo esposte, ma pur sempre ricercate, utilizzando anche materiali della mia terra natia come legno d’ulivo e pietra leccese”.

Cronaca

Schianto sulla 101: marito e moglie in ospedale

Fiat Panda semidistrutta, grande spavento e soccorsi in mattinata per coppia di anziani coniugi tamponati, pare, durante un sorpasso

Pubblicato

il

Grande spavento in mattinata sulla statale 101 per una coppia di coniugi protagonista di un violento incidente stradale.

Marito e moglie erano a bordo della loro Fiat Panda nei pressi di Nardò, in direzione Gallipoli, quando sono stati tamponati da una Opel Astra. Non ancora chiara la dinamica del sinistro che, però, pare essersi verificato durante una manovra di sorpasso.

Il retrotreno della Fiat Panda è andato completamente distrutto. Le vetture ammaccate hanno occupato la carreggiata per tutto il tempo necessario ai soccorsi ed alla rimessa in sicurezza dell’area.

Per sua fortuna la moglie dell’uomo alla guida della Panda (un 83enne di Galatina) sedeva sul sedile anteriore e non sul retro. Dopo il sinistro la coppia è stata trasportata in due ospedali differenti in codice giallo: a Copertino lui, a Lecce lei.

La stradale si è occupata dei rilievi finalizzati alla completa ricostruzione dell’accaduto.

Continua a Leggere

Attualità

Mascherine e colorati totem attrezzati per i reparti di pediatria salentini

Associazione Lorenzo Risolo dona anche la favola “Re Covid19” , l’originale racconto del salentino Daniele De Paola per infondere coraggio

Pubblicato

il

L’Associazione Lorenzo Risolo (ALR) dona alle Pediatrie del territorio un messaggio di speranza per medici, infermieri e piccoli pazienti, attraverso la consegna di materiale di protezione, parliamo di mascherine pediatriche e coloratissimi Totem attrezzati per garantire igiene e disinfezione.

Un messaggio di positività, un auspicio per medici e infermieri che più di tutti lavorano per proteggere la salute dei più piccoli.

Pensando sempre ai piccoli pazienti ricoverati, l’Associazione ha voluto anche donare loro la favola di Re Covid19, ideata dal giovane salentino Daniele De Paola, un originale e curioso racconto in cui i protagonisti #Lorenzo#Irene combattono senza sosta per scacciare l’esercito del male.

Un modo per sostenere i piccoli pazienti accompagnando i loro pensieri, scacciando le paure e invitandoli a continuare ad avere coraggio, insieme a medici e infermieri.

Continua a Leggere

Cronaca

Aveva con sè mezzo chilo di hashish ed un etto di cocaina: arrestata

Nei guai Patrizia De Matteis, 49 anni, di Cutrofiano. Tutto è nato da un controllo stradale da una volante della Polizia di Stato

Pubblicato

il

Quasi mezzo chilo di cocaina e circa un etto di cocaina tra auto e casa.

È finita così nei guai Patrizia De Matteis, 49 anni di Cutrofiano che dovrà rispondere di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

La donna percorreva la provinciale 41 alla guida della sua Nissan XTrail quando, la Strada Provinciale 41, nei pressi dell’incrocio Cutrofiano-Aradeo-Collepasso-Noha è stata fermata per un controllo da una volante del Commissariato di Galatina.

Il nervosismo della donna ha insospettito gli agenti che hanno dato vita ad un controllo più accurato dell’auto e rinvenuto sotto il sedile passeggero anteriore tre panetti di hashish.

Indosso invece la De Matteis aveva una bustina contenente cocaina, oltre a 240 euro in banconote di piccolo taglio.

Nella successiva perquisizione domiciliare rinvenuto e sequestrato materiale per il confezionamento della droga, altri 2.635,00 euro, divisi in banconote di vario taglio, provento dell’attività illecita.

In totale alla 49enne sono stati sequestrati 414,3 grammi di hashish e 93,89 grammi di cocaina.

Patrizia De Matteis è stata così arrestata in flagrante e accompagnata in carcere a Lecce. La donna è stata anche deferita per false attestazioni a Pubblico Ufficiale e, beffa finale, sanzionata per nona ver rispettato le norme restrittive anti contagio.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus