Connect with us

Attualità

“Un reporter in valigia” chiude con il barocco leccese

Pasticciotto e cartapesta addolciscono l’ultima puntata della web-serie del viaggiatore e video-maker Mirco Paganelli. Tappa anche a Leuca e sulla costa

Pubblicato

il

Termina il viaggio di Un reporter in valigia nel basso Salento.


La web-serie che va alla scoperta dell’identità dei luoghi e dei tesori vicino casa, ha pubblicato sul proprio canale YouTube l’ultimo episodio dedicato a Lecce e Leuca.


Un itinerario tra gusto, arte e natura.


Dal pasticciotto leccese al percorso di trekking lungo il sentiero delle Cipolliane, passando per il Santuario di San Maria di Leuca.


Il viaggiatore e video-maker Mirco Paganelli continua a raccontare in prima persona l’Italia promuovendo il turismo di prossimità.


«Queste ultime stagioni dedicate ad aree completamente diverse del Paese, dal Friuli al Salento», tira le somme l’autore della web-serie, «mi hanno permesso di scoprire il valore della diversità e allo stesso tempo ciò che accomuna tutte le storie che formano la collana di questo progetto».


Dialetti, tradizioni, scenari tra loro differenti, ma dietro vi è la stessa essenza, ovvero «la sapienza del duro lavoro nel costruire una comunità», rivela Paganelli, «forse non a caso il Lavoro è stato inserito nel primo articolo della nostra Costituzione, perché è l’elemento fondante di un territorio, che gli permette di preservarsi nel tempo».


La web-serie pone spesso l’accento sul rischio che corrono alcune tradizioni artigiane di perdersi, nonostante la crescente richiesta di prodotti locali di qualità.


«Riscoprire il nostro territorio e il suo passato», conclude il reporter, «è anche un modo per trovare suggerimenti per il futuro».


È possibile vedere l’ultimo episodio su YouTube.


Presto uscirà una nuova stagione dedicata a una nuova meta, ancora italiana, per ora segreta.


Come guardare gli episodi? 


Durante la pubblicazione di una stagione, ogni venerdì pomeriggio viene caricato uno nuovo episodio sul  canale YouTube, il profilo Instagram @unreporterinvaligia e la pagina Facebook ‘Un reporter in valigia’. Gli episodi vengono trasmessi anche in tv su Teleromagna.


Cos’è “Un reporter in valigia”?


La web-serie a metà tra il documentario e il blog di viaggio, è il frutto del racconto in prima persona del video-reporter Mirco Paganelli che dialoga con lo spettatore unendo approfondimenti storico-culturali a impressioni di viaggio e interviste con la gente del posto. Ogni video è girato e montato in autonomia.






Attualità

Previsioni per lunedì: possibili fioccate di neve all’alba

Pubblicato

il

Imperversa il freddo sul Salento. Correnti gelide che stanno attraversando tutta la Puglia.

Supermeteo pubblica le previsioni meteorologiche per la giornata di domani, lunedì 24 gennaio, in merito al Tacco d’Italia.

Secondo quanto riportato, sarebbero “confermate le fioccate di neve”.

Accompagnate dalla mappa, ecco le previsioni: “Freddo intenso per la giornata di domani, accompagnato da rovesci di neve sparsi, con possibilità di locali e temporanee spolverate in caso di fenomenologia intensa.
In figura, gli accumuli stimati dal nostro modello tra le ore 4 e le 7 di domani mattina”.

Continua a Leggere

Attualità

Primo Paese dell’UE opta per l’obbligo vaccinale per tutti

Pubblicato

il

Si fa strada sempre di più l’obbligo vaccinale. Se in Italia al momento è solo “parziale”, se Francia e Regno Unito allentano le misure, se la Repubblica Ceca lo ha introdotto salvo poi fare marcia indietro, l’Austria sarà il primo paese europeo ad imporrlo, senza distinzione d’età o di categoria.

Il parlamento austriaco ha approvato l’introduzione del vaccino obbligatorio. La misura entrerà in vigore il 4 febbraio.

Incentivi…a premio

Inoltre Vienna introdurrà una lotteria nazionale con premi da 500 euro per incoraggiare chi non si è ancora vaccinato contro il Covid a immunizzarsi: lo ha reso noto il governo, secondo quanto riporta il Guardian. Il governo stanzierà inoltre 400 milioni di euro per i Comuni ‘virtuosi’ con la più alta percentuale di immunizzati.

Continua a Leggere

Attualità

Cerco da tempo 50 operai ma non li trovo

Offresi posti di lavoro in una affermata azienda metalmeccanica ma nessuno risponde

Pubblicato

il

La Scandiuzzi Steel Constructions, azienda di Treviso, cerca 50 operai per la sede di Brindisi ma l’offerta non decolla.

Siamo pronti ad assumere 50 nuovi dipendenti con effetto immediato. Da qui il nostro appello a non perdere questa opportunità. Ovviamente siamo pronti ad effettuare un percorso di formazione per consentire ai nuovi assunti di acquisire la necessaria esperienza per operare in un ambito così importante come quello metalmeccanico”, sottolinea Fernando Parata, il direttore dello stabilimento di Brindisi. “Il problema non riguarda soltanto noi, visto che nell’ultimo direttivo della sezione Metalmeccanica di Confindustria, che presiedo, anche altre aziende hanno denunciato le stesse difficoltà nel reperire operai e tecnici specializzati per far fronte alle commesse già contrattualizzate”.

La Fim Cisl Taranto Brindisi, invece, chiede chiarezza. Secondo il segretario generale, Michele Tamburrano, bisognerebbe capire “se il lavoro offerto risponda ad una logica che dia l’opportunità ai tanti disoccupati o, piuttosto, vada in una logica sostitutiva, in cui si provi a cercare personale bello pronto e formato, già alle dipendenze di altre aziende, offrendo un inquadramento professionale e un trattamento economico inferiore a quello percepito».

Riteniamo sia utile che la Scandiuzzi unitamente a Confindustria faccia chiarezza sui profili ricercati e sulle modalità di assunzione evitando generalizzazioni. Siamo convinti che, puntando sulla formazione, si possa dare opportunità di riconversione e ricollocazione, in un’ottica di transizione sociale, ai tanti lavoratori che oggi sono fuori dal mondo del lavoro“.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus